Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 27 febbraio 2013

Mobilitare le capitali dell'UE: il commissario Hahn sollecita i sindaci a svolgere un ruolo guida per far uscire l'Europa dalla crisi

Domani, 28 febbraio, Johannes Hahn, Commissario UE responsabile per la Politica regionale, ospiterà i primi colloqui diretti tra la Commissione europea e le capitali dell'UE.

Il Commissario Hahn, che auspica un ruolo più centrale per le capitali in quanto volani dell'economia e della società in Europa, solleciterà i venti sindaci partecipanti a far prova di leadership al fine di contribuire alla ripresa economica e alla crescita. Ripropone anche. Il commissario propone inoltre una dimensione urbana più prominente nell'ambito della politica di coesione e di tutte le politiche dell'UE.

L'evento intende promuovere il dialogo tra i sindaci delle capitali europee e la Commissione e mobilitarli per raggiungere gli obiettivi dell'Agenda Europa 2020 per la crescita.

I Commissari Neelie Kroes, responsabile per l'Agenda digitale, e Janez Potočnik, responsabile per l'Ambiente, parteciperanno anch'essi alla riunione. I sindaci di Amsterdam, Atene, Berlino, Bratislava, Bruxelles, Bucarest, Lisbona, Lubiana, Lussemburgo, Madrid, Nicosia, Roma, Sofia, Stoccolma, Tallinn, Valletta, Vienna, Vilnius, Varsavia e Zagabria presenteranno una dichiarazione congiunta sul ruolo delle città e sulla loro funzione essenziale di motori della crescita sostenibile, intelligente e inclusiva. Questa dichiarazione riceverà inoltre l'avvallo di diversi sindaci che non potranno presenziare all'evento.

Prima della riunione il Commissario Hahn ha affermato: "Le capitali sono i luoghi in cui i problemi socioeconomici dell'Europa sono spesso più concentrati e più visibili. Ma esse sono anche il volano dell'Europa: è lì che si possono trovare le soluzioni più importanti negli ambiti della competitività, dell'occupazione, dell'istruzione, dei trasporti, dell'ambiente e dell'innovazione. Ciò le rende cruciali per far uscire l'Europa dalla crisi. Senza le capitali europee non possiamo tradurre in realtà l'Agenda per la crescita di Europa 2020. Questo è il motivo per cui invito i sindaci a svolgere un ruolo guida per far uscire l'Europa dalla crisi."

Il Commissario Hahn patrocina da sempre la causa delle città e chiede che si riservi una maggiore attenzione allo sviluppo delle città europee nell'ambito del processo decisionale a livello europeo non solo nell'ambito della politica di coesione ma anche inserendo una dimensione urbana più prominente in tutte le politiche unionali. In che modo le future politiche e i futuri investimenti dell'UE riusciranno a rispondere a tali aspettative sarà un elemento chiave della tavola rotonda dei sindaci.

Nella riunione la vicepresidente Kroes discuterà l'importanza delle TIC per la crescita intelligente nelle città, soprattutto in relazione al neoinaugurato Partenariato europeo per l'innovazione sulle città e comunità intelligenti1. Essa ribadirà inoltre che il fatto di disporre di connessioni veloci a Internet ovunque in Europa è un fattore chiave per il progresso socioeconomico che richiede il sostegno appropriato a livello di UE.

Il Commissario Potočnik presenterà le sue idee in tema di crescita verde in un contesto urbano ed esporrà il modo in cui sfruttando le potenzialità di risparmio energetico e di innovazione legate alle città ecologiche è possibile migliorare la qualità della vita e accrescere la competitività. La Commissione europea ha formulato diverse proposte per migliorare gli investimenti nelle aree urbane, in particolare nell'ambito della riforma della politica di coesione attualmente in corso di discussione. Queste proposte ribadiscono un approccio integrato al policy making. La Commissione ha proposto una più ampia delega di poteri alle città stesse e ha fatto presente l'opportunità che le città testino nuovi approcci per tenere il passo con le nuove sfide economiche, ambientali e sociali.

In relazione a quest'ultimo punto, il recente accordo sul bilancio UE 2014-2020, ancora in attesa di approvazione in seno al Parlamento europeo, accantona circa 330 milioni di euro per azioni urbane innovative.

L'evento sarà inaugurato dal Commissario Hahn alle ore 14.00 nell'edificio Berlaymont, Bruxelles, sala di conferenze Walter Hallstein. Alla discussione a porte chiuse seguirà un incontro con la stampa e una sessione fotografica alle 16.00.

Contesto:

Quella che è stata ribattezzata di recente Direzione generale della Politica regionale e urbana si è vista affidare dal presidente della Commissione europea Barroso un nuovo ruolo di coordinamento delle iniziative unionali in tema di politica urbana.

La necessità di un approccio più coerente e coordinato si rispecchia nelle proposte della Commissione relative al prossimo quadro finanziario pluriennale e nelle proposte di riforma delle regole in materia di politica di coesione, che invocano un approccio più integrato ed efficace allo sviluppo urbano. Queste proposte prevedono che un minimo di 5% degli stanziamenti del Fondo europeo di sviluppo regionale in tutti gli Stati membri sia destinato allo sviluppo urbano integrato sostenibile.

Il 5% è la quota minima, in realtà non vi sono limiti per integrare gli investimenti settoriali nelle aree urbane. Dal 2007 circa il 92 miliardi di euro, ovvero quasi il 40% del totale dei finanziamenti regionali dell'UE, è stato consacrato a progetti nelle città. Essi però hanno per lo più seguito un “approccio settoriale”, si trattava cioè di progetti in tema di basse emissioni di carbonio, trasporti, inclusione sociale, in cui le città stesse avevano poco da dire. La Commissione perseguirà investimenti più globali, integrati, decisi in collaborazione con le città.

Oltre a proporre un ruolo più forte per le autorità urbane nell'attuazione delle iniziative urbane integrate, la Commissione vorrebbe che si ponesse in atto un codice di condotta per rafforzare la partecipazione locale nella programmazione e implementazione dei fondi.

Altri 330 milioni di euro verranno stanziati per azioni innovative nel campo dello sviluppo urbano sostenibile rivolte espressamente alle autorità urbane. Tale importo verrà gestito direttamente dalla Commissione europea per il tramite di inviti su scala europea a presentare proposte di finanziamento.

Per ulteriori informazioni:

Relazione 'Città di domani'

Sviluppo urbano sostenibile nell'ambito della politica regionale dell'UE:

http://ec.europa.eu/regional_policy/activity/urban/index_it.cfm

Progetti faro in ambito urbano:

http://ec.europa.eu/regional_policy/conferences/mayors/2013/projects_en.cfm

Seguite il Commissario Hahn su Twitter: @JHahnEU

Persone da contattare:

Shirin Wheeler (+32 2 296 65 65); Mob (+32 4607 66565)

Annemarie Huber (+32 2 299 33 10); Mob +32 4607 93310)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site