Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

La Svizzera si unisce al programma di navigazione satellitare Galileo dell'UE

Commission Européenne - IP/13/1292   18/12/2013

Autres langues disponibles: FR EN DE ES

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 18 dicembre 2013

La Svizzera si unisce al programma di navigazione satellitare Galileo dell'UE

Oggi la Svizzera ha firmato un accordo di cooperazione per partecipare ai programmi Galileo e EGNOS — i pilastri del sistema globale di navigazione satellitare (GNSS) dell'UE. La partecipazione finanziaria della Svizzera ai programmi sarà ora piena e il paese verserà retroattivamente 80 milioni di euro per il periodo 2008-2013. L'accordo, firmato a Bruxelles, riguarda anche la cooperazione in settori quali la sicurezza, il controllo delle esportazioni, le norme, la certificazione e la cooperazione industriale.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario responsabile per l'Industria e l'imprenditoria, ha dichiarato a commento: "Mi rallegro della decisione della Svizzera di partecipare appieno al programma spaziale europeo. Questa cooperazione contribuirà non solo a migliorare i risultati forniti ai servizi di navigazione satellitare dell'UE, ma anche a creare una serie di opportunità commerciali per le piccole e le medie imprese sia svizzere che dell'UE.

Cooperazione UE-Svizzera in materia di navigazione satellitare

In quanto membro dell'Agenzia spaziale europea (ESA), la Svizzera ha contribuito alla fase di sviluppo di Galileo. Per esempio, gli orologi al maser di idrogeno di ultima generazione utilizzati dai satelliti Galileo sono svizzeri. Tali orologi estremamente precisi sono fondamentali per molti settori. Le reti di telecomunicazione senza fili usano il segnale di sincronizzazione dei satelliti di Galileo per la gestione della rete, per il tagging temporale e per la sincronizzazione dei riferimenti di frequenza. La marcatura temporale certificata è necessaria anche per applicazioni come l'e-banking, il commercio elettronico, le operazioni di borsa, i sistemi e i servizi di garanzia della qualità.

Con la firma di questo accordo, la Svizzera parteciperà ai programmi di navigazione satellitare dell'UE e ai relativi comitati e gruppi di lavoro. La Norvegia, un altro membro dell'ESA che non è membro dell'UE, ha firmato un accordo analogo con la Commissione nel 2010.

Secondo gli studi, il contributo di Galileo all'economia dell'UE nei primi 20 anni di esercizio ammonterà a circa 90 miliardi di euro, mentre da oggi al 2020, l'UE investirà nella navigazione satellitare 7 miliardi di euro. Il contributo finanziario della Svizzera per il periodo 2014-2020 sarà calcolato secondo la formula standard1 applicata per la partecipazione della Svizzera al programma quadro di ricerca dell'UE.

Contesto

Galileo è il programma che la Commissione europea ha lanciato per sviluppare un sistema di navigazione satellitare globale sotto il controllo civile europeo. Il sistema Galileo consentirà agli utenti di conoscere la propria posizione esatta nel tempo e nello spazio, esattamente come il sistema GPS degli USA, ma con maggiore precisione ed affidabilità. Sarà compatibile, e per alcuni dei servizi offerti anche interoperabile, con il GPS americano e con il sistema russo Glonass, pur rimanendone indipendente.

EGNOS, il servizio europeo di copertura per la navigazione geostazionaria, è un sistema satellitare di incremento di accuratezza (SBAS) che migliora la precisione e fornisce integrità al segnale GPS su gran parte del territorio europeo. Per esempio, EGNOS ha già reso l'aeronavigazione più sicura in circa 90 aeroporti europei. Si tratta della prima iniziativa europea in materia di navigazione satellitare e di una tappa fondamentale verso la realizzazione di Galileo.

Attualmente i segnali di posizionamento e misurazione del tempo forniti dai sistemi di navigazione satellitare sono utilizzati in molti settori chiave dell'economia: basti pensare, solo per citare qualche applicazione, alla sincronizzazione nelle reti elettriche, al commercio elettronico e alle reti di telefonia mobile, alla gestione efficace del traffico stradale, marittimo e aereo, ai sistemi di navigazione satellitare per le auto e ai servizi di salvataggio.

Per informazioni più approfondite:

Cooperation agreement between the EU and Switzerland

IP/13/1129: Il Parlamento europeo approva il finanziamento dei programmi europei di navigazione satellitare fino al 2020

http://ec.europa.eu/galileo

Contatti:

Carlo Corazza (+32 2 295 17 52) @ECspokesCorazza

Sara Tironi (+32 2 299 04 03)

1 :

Calcolato sulla base del fattore di proporzionalità ottenuto dal rapporto tra il prodotto interno lordo della Svizzera e la somma dei prodotti interni lordi degli Stati membri dell'UE.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site