Navigation path

Left navigation

Additional tools

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

European Commission - IP/13/1110   19/11/2013

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Strasburgo/Bruxelles, 19 novembre 2013

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

Erasmus+, il nuovo programma unionale per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport, il cui avvio è previsto a gennaio, è stato approvato oggi dal Parlamento europeo. Finalizzato a promuovere le competenze, e l'occupabilità, nonché a sostenere la modernizzazione dei sistemi d'istruzione, formazione e gioventù, il programma, della durata di sette anni, avrà una dotazione di bilancio di 14,7 miliardi di EUR1, con un aumento del 40% rispetto ai livelli attuali. Più di 4 milioni di persone riceveranno un sostegno per studiare, formarsi, lavorare o fare attività di volontariato all'estero, tra cui 2 milioni di studenti dell'istruzione superiore, 650 000 studenti della formazione professionale e apprendisti nonché più di 500 000 persone partecipanti a scambi giovanili o ad attività di volontariato all'estero. Gli studenti che prevedono di seguire un corso integrale di laurea magistrale all'estero, per i quali sono raramente disponibili prestiti o borse nazionali, potranno avvantaggiarsi di un nuovo sistema di garanzia dei prestiti gestito dal Fondo europeo per gli investimenti. Erasmus+ erogherà inoltre finanziamenti per l'istruzione e la formazione del personale e degli animatori giovanili nonché per partenariati tra università, college, scuole, imprese e organizzazioni non profit.

"Sono lieta che il Parlamento europeo abbia adottato Erasmus+ e sono orgogliosa per il fatto che siamo riusciti ad ottenere un aumento del 40% del bilancio del programma rispetto ai programmi attuali. Ciò dimostra l'impegno dell'UE nei confronti dell'istruzione e della formazione. Erasmus+ contribuirà inoltre alla lotta contro la disoccupazione giovanile offrendo ai giovani l'opportunità di accrescere il loro bagaglio di conoscenze e competenze grazie a un'esperienza all'estero. Oltre a fornire borse a singole persone Erasmus+ patrocinerà i partenariati per aiutare le persone a passare dal mondo dell'istruzione a quello del lavoro e incoraggerà le riforme per modernizzare e migliorare la qualità dell'istruzione negli Stati membri. Questo è un aspetto essenziale se vogliamo dotare i nostri giovani delle qualifiche e abilità di cui hanno bisogno per riuscire nella vita" ha affermato Androulla Vassiliou, commissario responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

Erasmus+ ha tre obiettivi principali: due terzi del bilancio sono destinati alle opportunità di studio all'estero per i singoli individui, nell'UE e fuori di essa, il resto andrà a sostegno dei partenariati tra le istituzioni d'istruzione, le organizzazioni giovanili, le imprese, le autorità locali e regionali e le ONG oltre ad incoraggiare le riforme per ammodernare l'istruzione e la formazione e promuovere l'innovazione, l'imprenditorialità e l'occupabilità.

Il nuovo programma Erasmus+ combina tutti gli attuali programmi unionali nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport compreso il programma di apprendimento permanente (Erasmus, Leonardo da Vinci, Comenius, Grundtvig), Gioventù in azione e cinque programmi di cooperazione internazionale (Erasmus Mundus, Tempus, Alfa, Edulink e il programma di cooperazione con i paesi industrializzati). Ciò renderà più semplice per i richiedenti chiarirsi le idee sulle opportunità disponibili. Altre semplificazioni contribuiranno a loro volta a facilitare l'accesso.

Erasmus+: quali sono i beneficiari?

    - 2 milioni di studenti dell'istruzione superiore potranno studiare o formarsi all'estero, compresi 450 000 tirocini;

    - 650 000 studenti dell'istruzione professionale e apprendisti riceveranno borse di studio per studiare, formarsi o lavorare all'estero;

    - 800 000 insegnanti, docenti, formatori, membri del personale educativo e giovani lavoratori potranno insegnare o formarsi all'estero;

    - 200 000 studenti che intendano completare un corso di laurea magistrale all'estero beneficeranno di garanzie sui prestiti;

    - più di 500 000 giovani potranno fare attività di volontariato all'estero o partecipare a scambi giovanili;

    - più di 25 000 studenti riceveranno borse per corsi di laurea magistrale congiunti che comportano lo studio in almeno due istituzioni d'istruzione estere;

    - 125 000 scuole, istituzioni d'istruzione e formazione professionale, istituzioni d'istruzione superiore e degli adulti, organizzazioni giovanili e imprese riceveranno finanziamenti per costituire 25 000 "partenariati strategici" al fine di promuovere gli scambi di esperienze e i contatti con il mondo del lavoro;

    - 3 500 istituzioni educative e imprese riceveranno un sostegno per creare più di 300 "alleanze della conoscenza" e "alleanze delle abilità settoriali" per promuovere l'occupabilità, l'innovazione e l'imprenditorialità;

    - 600 partenariati nel campo dello sport, tra cui eventi europei non profit, riceveranno anch'essi un finanziamento.

Contesto

Erasmus+ viene avviato in un momento in cui nell'UE quasi 6 milioni di giovani sono disoccupati, con livelli che in Spagna e in Grecia superano il 50%. Nello stesso tempo si registrano 2 milioni di posti di lavoro vacanti e un terzo dei datori di lavoro segnala difficoltà ad assumere personale con le qualifiche richieste. Ciò dimostra il sussistere di importanti deficit di competenze in Europa. Erasmus+ affronterà questi deficit fornendo opportunità di studio, di formazione o esperienze all'estero.

Nel contempo la qualità e la pertinenza dell'istruzione, della formazione e dei sistemi giovanili europei verranno incrementate grazie al sostegno consacrato allo sviluppo professionale del personale educativo e degli animatori giovanili e grazie alla cooperazione tra il mondo dell'istruzione e quello del lavoro.

La mobilità degli studenti e degli apprendisti promuoverà inoltre la mobilità dei lavoratori tra gli Stati membri poiché è più probabile che coloro che hanno già svolto un corso di studi o di formazione in un altro paese siano poi propensi a lavorare all'estero.

Il bilancio di 14,7 miliardi di EUR tiene conto delle stime future relative all'inflazione. Finanziamenti addizionali dovrebbero venire stanziati per la mobilità nel campo dell'istruzione superiore e per il capacity building con il coinvolgimento di paesi extra unionali; la decisione in merito a questo bilancio addizionale non è prevista prima del 2014.

Erasmus+ comprende, per la prima volta, una linea di bilancio specifica per lo sport. Esso stanzierà circa 265 milioni di EUR nell'arco di sette anni per contribuire a sviluppare la dimensione europea dello sport in modo da affrontare le minacce transfrontaliere come ad esempio le partite truccate e il doping. Esso sosterrà anche i progetti transnazionali cui partecipano organizzazioni attive nello sport di base, promuovendo ad esempio la buona governance, l'inclusione sociale, le carriere duplici e l'attività fisica per tutti.

I prossimi passi

La proposta è stata adottata oggi dal Parlamento europeo. Il Consiglio (costituito dagli Stati membri) dovrebbe approvarla nei prossimi mesi. Il programma Erasmus+ prenderà il via nel gennaio 2014.

Per ulteriori informazioni

Cfr. MEMO/13/1008

Commissione europea: sito Erasmus+

Erasmus+ su Facebook

Partecipate al dialogo su Twitter #ErasmusPlus

Sito web del commissario Vassiliou

Seguite Androulla Vassiliou su Twitter @VassiliouEU

Persone da contattare:

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58); Twitter: @DennisAbbott

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)

Allegato 1: Borsisti 2007-2013

La tabella riporta il numero stimato di beneficiari delle borse UE per compiere periodi di studio, formazione, esperienze lavorative e volontariato all'estero nell'ambito dei programmi per l'apprendimento permanente e Gioventù in azione nel periodo 2007-2013. La tabella comprende le azioni "mobilità" che verranno continuate in Erasmus+.

Erasmus+ erogherà finanziamenti a più di 4 milioni di persone per consentire loro di studiare, formarsi, fare un'esperienza lavorativa o svolgere attività di volontariato all'estero, il che corrisponde a un aumento di circa il 50% rispetto al numero di persone che hanno fruito di un sostegno nell'ambito dei programmi attuali.

Numero di partecipanti 2007-2013*

Paese

Totale

Austria

67 000

Belgio

73 000

Bulgaria

41 000

Croazia

8 000

Cipro

10 000

Repubblica ceca

93 000

Danimarca

38 000

Estonia

24 000

Finlandia

68 000

Francia

331 000

Germania

382 000

Grecia

50 000

Ungheria

64 000

Irlanda

30 000

Italia

220 000

Lettonia

35 000

Lituania

51 000

Lussemburgo

8 000

Malta

6 000

Paesi Bassi

114 000

Polonia

220 000

Portogallo

63 000

Romania

80 000

Slovacchia

42 000

Slovenia

28 000

Spagna

346 000

Svezia

50 000

Regno Unito

162 000

Totale

2 704 000

* Le cifre fornite per ciascun paese si basano sulle relazioni annuali delle agenzie nazionali e sulle stime degli scambi ancora da rendicontare nell'ambito dei programmi in corso. Tutte le cifre sono arrotondate al migliaio più vicino. Le cifre relative alla Croazia sono conteggiate a partire dell'inizio della sua partecipazione ai programmi nel 2011.

1 :

Importo a prezzi correnti tenendo conto dell'inflazione stimata nel 2014-2020. Ciò corrisponde a 13 miliardi di EUR ai prezzi fissi/costanti del 2011.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website