Navigation path

Left navigation

Additional tools

Da un sondaggio europeo risulta che il pubblico è a favore di una ricerca e un'innovazione responsabili

European Commission - IP/13/1075   14/11/2013

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO GA HR

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 14 novembre 2013

Da un sondaggio europeo risulta che il pubblico è a favore di una ricerca e un'innovazione responsabili

Da una nuova indagine Eurobarometro è emerso che oltre tre quarti (77%) degli europei ritiene che la scienza e la tecnologia abbiano un impatto positivo sulla società. Gli intervistati hanno comunque espresso anche preoccupazione per i rischi derivanti dalle nuove tecnologie, come i rischi per la salute umana e per l'ambiente. Essi auspicano che la ricerca e l'innovazione siano realizzate con la dovuta attenzione ai principi etici (76%), all'equilibrio di genere (84%) e al dialogo con il pubblico (55%). In linea con i risultati di precedenti indagini Eurobarometro, oltre la metà degli europei è interessata agli sviluppi scientifici e tecnologici (53%), ma la maggioranza non si sente sufficientemente informata (58%).

La Commissaria per la ricerca, l'innovazione e la scienza, Máire Geoghegan-Quinn ha così commentato: "I risultati dell'indagine indicano che gli europei sostengono il ruolo della scienza e della tecnologia nella società, ma al tempo stesso si aspettano che gli scienziati e i politici prendano in considerazione i loro valori e le loro preoccupazioni. Il futuro programma di ricerca e innovazione, Orizzonte 2020, si incentra sul raggiungimento di tale equilibrio. Ora dobbiamo intensificare gli sforzi per stabilire con la società un dialogo sulla scienza, e dobbiamo assolutamente fare in modo che un numero maggiore di giovani si accosti ad una carriera nei settori della scienza e dell'innovazione".

Il 66% dei partecipanti all'indagine pensa che i ricercatori che lavorano presso università o laboratori del settore pubblico siano i più qualificati per spiegare l'impatto dei progressi scientifici e tecnologici sulla società, e sono ritenuti i più inclini (82%) a comportarsi in modo responsabile nei confronti della società.

La maggior parte degli europei ottiene le informazioni sugli sviluppi in questi settori dalla televisione (65%), da giornali (33%), siti web (32%) e riviste (26%). Poco meno della metà degli intervistati (il 47%) ha studiato scienza o tecnologia, a scuola, all'università o in un altro contesto. Al tempo stesso, gli europei hanno un'opinione positiva dell'effetto dell'educazione scientifica sui giovani e la maggioranza degli intervistati (65%) ritiene che i governi non facciano abbastanza per stimolare l'interesse dei giovani per la scienza.

Antefatti

Questo sondaggio Eurobarometro è stato realizzato mediante colloqui individuali negli Stati membri dell'Unione europea per valutare l'atteggiamento dei cittadini europei nei confronti della scienza e dell'innovazione. Tra il 26 aprile e il 14 maggio 2013 sono stati intervistati 27 563 individui di diverse fasce sociali e demografiche. Per questo studio le medie dell'UE sono le medie UE-27,in quanto la Croazia non era ancora uno Stato membro dell'UE al momento della rilevazione.

Orizzonte 2020, il prossimo programma di ricerca e innovazione dell'UE, sarà in vigore dal 2014 al 2020. Il programma è decisamente orientamento sulle sfide sociali che influiscono sulla vita degli individui, come ad esempio una migliore assistenza sanitaria, trasporti più ecologici o la sicurezza energetica e alimentare. Orizzonte 2020 è dotato di un bilancio specifico per la parte "Scienza con e per la società" che si incentrerà sull'integrazione delle iniziative scientifiche e tecnologiche nella società europea. Questa dotazione di bilancio sarà utilizzata anche per rafforzare l'interesse suscitato dalle carriere scientifiche e tecnologiche, in particolare tra i giovani, nonché per affrontare l'attuale squilibrio di genere in questi settori.

Un esempio delle iniziative già in corso per coinvolgere il pubblico è costituito da VOICES (pareri, opinioni e idee dei cittadini europei sulla scienza http://www.voicesforinnovation.eu/). Si tratta di una consultazione a livello europeo, della durata di un anno, sul concetto "i rifiuti come risorsa". I risultati vengono utilizzati per definire le priorità di ricerca di Orizzonte 2020 in materia di gestione dei rifiuti urbani.

Link

MEMO/13/987

La relazione (con relativa sintesi) e le schede per paese sono consultabili sul sito Eurobarometro all'indirizzo:

http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/eb_special_419_400_en.htm#401

Sito web Orizzonte 2020: http://ec.europa.eu/research/horizon2020/index_en.cfm

Contatti:

Michael Jennings (+32 2 296 33 88) Twitter: @ECSpokesScience

Inmaculada Martínez García (+32 2 298 73 03)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website