Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

I costi regolamentari che gravano sull'industria UE dell'alluminio

Commission Européenne - IP/13/1050   06/11/2013

Autres langues disponibles: FR EN DE

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 6 Novembre 2013

I costi regolamentari che gravano sull'industria UE dell'alluminio

La Commissione ha pubblicato oggi uno studio sui costi regolamentari che gravano sul settore dell'alluminio. In linea con la determinazione della Commissione di mantenere la dinamica che sottende il suo programma di controllo dell'adeguatezza e dell'efficacia della regolamentazione, sottoscritto di recente dal Consiglio europeo, lo studio esamina la situazione di un settore specifico e il miglior modo per gestirla.

Dallo studio emerge che il costo elevato dell'energia è il principale fattore di costo che, a sua volta, è influenzato per lo più dalle politiche e dalle regolamentazioni nazionali piuttosto che da quelle unionali. Lo studio esamina i costi associati alla regolamentazione unionale e stima che questi corrispondano approssimativamente all'8% dei costi totali in un arco decennale. La Commissione è impegnata a esaminare come ridurre tali costi.

Lo studio va anche al di là dell'onere regolamentare e illustra come, a certe condizioni, in Europa sia possibile produrre alluminio a prezzi competitivi. È importante tener presente che, mentre lo studio esamina più particolarmente i costi, esso non illustra nel dettaglio i vantaggi della regolamentazione unionale mirata legati al cambiamento tecnologico, al riciclaggio o all'accesso al mercato interno dell'UE. La Commissione esaminerà la relazione in maggiore dettaglio e ne valuterà le eventuali implicazioni politiche.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea e commissario responsabile per l'Industria e l'imprenditoria, ha affermato: "Urge ripristinare la competitività dell'industria dell'alluminio. Dobbiamo esaminare attentamente gli effetti di tutte le pertinenti politiche unionali in questo settore. Poiché i produttori devono poter reperire forniture energetiche a costi sostenibili mi attendo che il prossimo consiglio Competitività di dicembre affronti la questione dei costi energetici" .

Per ulteriori informazioni:

MEMO/13/954: Lo stato della produzione di alluminio in Europa

Relazione: Valutazione dell'impatto cumulativo dei costi per l'industria dell'alluminio

Politiche unionali in tema di materie prime

Politiche unionali in relazione all'alluminio e ai metalli non ferrosi

IP/13/863 - Piano generale dell'UE per le materie prime: l'innovazione è la chiave

Contatti:

Carlo Corazza (+32 2 295 17 52) @ECspokesCorazza

Sara Tironi (+32 2 299 04 03)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site