Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Giornata della cooperazione europea: Crescere insieme oltre le frontiere

Commission Européenne - IP/12/974   18/09/2012

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 18 settembre 2012

Giornata della cooperazione europea: Crescere insieme oltre le frontiere

Valorizzare i risultati delle regioni e dei paesi europei che collaborano a livello transfrontaliero: questo l'obiettivo della Giornata della cooperazione europea, che si festeggerà per la prima volta in tutta Europa nello stesso giorno, sia negli Stati membri dell'UE che nei paesi confinanti.

Nel suo discorso al Parlamento europeo a Bruxelles per il lancio di oltre 200 eventi in 40 paesi, il commissario europeo per la Politica regionale Johannes Hahn ha dichiarato:
"I progetti di cooperazione territoriale contribuiscono a instaurare un clima di fiducia, promuovendo la comprensione reciproca. Si tratta di elementi essenziali all'integrazione europea che, accorciando le distanze tra le comunità, rappresentano un esempio dell'Unione europea in azione."

La cooperazione territoriale europea è un tema sempre più importante nell'ambito della politica regionale dell'UE. Le regioni e le città dei vari Stati membri dell'UE sono incoraggiati a lavorare insieme e imparare gli uni dagli altri attraverso programmi, progetti e reti comuni. Anche i cittadini che vivono al di fuori delle frontiere esterne dell'UE beneficiano di una politica il cui obiettivo è quello di contribuire a risolvere i problemi delle regioni frontaliere promuovendo reti e azioni comuni più efficaci.

Tra i progetti di spicco in occasione della Giornata della cooperazione europea - fissata ufficialmente il 21 settembre – figura HEALTH, un'iniziativa austro-ungaro-slovena tesa a migliorare l'efficienza energetica e delle risorse nel settore sanitario.

I partner cechi, slovacchi, ungheresi e austriaci del progetto Edtwin stanno inoltre avviando partenariati e tirocini nelle scuole delle regioni limitrofe, nonché corsi di lingue per i bambini dell'Europa centrale.  

Contesto

La cooperazione territoriale europea prevede tre tipi di programmi:

  • Programmi di cooperazione transfrontaliera lungo le frontiere interne dell'UE. Contributo del FESR: 5,6 miliardi di EUR.

  • Programmi di cooperazione transnazionale che coinvolgono aree più vaste, come il Mar Baltico, le regioni alpine e del Mediterraneo. Contributo del FESR: 1,8 miliardi di EUR.

  • Il programma di cooperazione interregionale (INTERREG IVC) e 3 programmi relativi all'organizzazione in rete (Urbact II, INTERACT II e ESPON) coinvolgono tutti e 27 gli Stati membri dell’UE. Essi forniscono un quadro per lo scambio di esperienze tra gli enti regionali e locali in paesi diversi. Contributo del FESR: 445 milioni di EUR.

Dall'inizio degli anni '90, circa 30.000 progetti transfrontalieri hanno ricevuto finanziamenti dall'UE, apportando benefici sostanziali alle persone che vivono in Europa: dalla creazione di posti di lavoro alla tutela ambientale, al miglioramento dei servizi di assistenza sanitaria, dei trasporti e dell'energia.

I risultati di uno studio sull'iniziativa INTERREG III (2000-2006) indicano che i progetti hanno direttamente o indirettamente creato o salvaguardato 115.000 posti di lavoro/opportunità occupazionali e quasi 5.800 start-up e imprese.  

L'iniziativa è coordinata dal programma INTERACT in associazione con la Commissione europea (DG REGIO, EuropeAid e servizio europeo per l'azione esterna) e sostenuta dal Comitato delle regioni e dal Parlamento europeo.

Per ulteriori informazioni:

Cooperazione territoriale europea (in inglese)

Sito web della Giornata della cooperazione europea (in inglese)

Giornata della cooperazione europea su Facebook e Twitter (#ecday)

Contatti:

Shirin Wheeler (+32 4607 66565)

Annemarie Huber (+32 2 299 33 10)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site