Navigation path

Left navigation

Additional tools

Gli Stati membri devono rimborsare alla Commissione 426 milioni di euro di spese della PAC

European Commission - IP/12/678   22/06/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL PT EL ET PL SL RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 22 Giugno 2012

Gli Stati membri devono rimborsare alla Commissione 426 milioni di euro di spese della PAC

Nell’ambito della cosiddetta procedura di liquidazione dei conti, la Commissione europea ha chiesto oggi la restituzione di fondi della politica agricola dell’UE indebitamente spesi dagli Stati membri per un totale di 436 milioni di euro. In realtà l’impatto finanziario è inferiore: restano infatti da rimborsare 426 milioni di euro, dato che una parte di questi fondi è già stata recuperata. I fondi riconfluiranno nel bilancio dell’Unione a seguito di infrazioni alle norme UE o di inadempienze nelle procedure di controllo della spesa agricola. Se infatti gli Stati membri sono responsabili del pagamento e della verifica delle spese della politica agricola comune (PAC), spetta alla Commissione controllare che essi abbiano fatto un uso corretto dei fondi stanziati. Al fine di tener conto della pressione finanziaria cui sono sottoposti alcuni Stati membri a causa della crisi finanziaria, la Commissione ha adottato un regolamento che autorizza gli Stati membri beneficiari di assistenza finanziaria a dilazionare, a determinate condizioni, il rimborso dell’indebito per un massimo di 18 mesi. Ciò si aggiunge alla possibilità preesistente di richiedere il frazionamento del rimborso nell’arco di un certo numero di anni. Il primo Stato membro che ha chiesto di ricorrere a questa agevolazione è stato la Grecia.

Principali rettifiche finanziarie

In virtù della recente decisione della Commissione, saranno recuperati fondi dai seguenti Stati membri: Danimarca, Germania, Estonia, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia e Regno Unito. Le principali rettifiche per paese sono:

  • 131,3 milioni di EUR a carico della Spagna per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto;

  • 98,9 milioni di EUR a carico dell’Italia per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto;

  • 71,5 milioni di EUR a carico della Grecia per carenze nei controlli delle uve secche;

  • 62,9 milioni di EUR a carico della Francia per carenze nei controlli dei premi per i bovini;

  • 21,3 milioni di EUR a carico della Grecia per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto;

  • 13,3 milioni di EUR (impatto finanziario: 13,1 milioni) a carico della Polonia per carenze nel sistema sanzionatorio e per mancata definizione delle buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA) in relazione alla condizionalità;

  • 11,6 milioni di EUR a carico della Grecia per l’assenza del sistema di controllo della produzione e dell’ammasso di zucchero.

Gli Stati membri sono responsabili della gestione della maggior parte dei pagamenti della PAC, principalmente tramite i loro organismi pagatori. Essi sono inoltre responsabili dei controlli, ad esempio della verifica delle domande di pagamenti diretti presentate dagli agricoltori. La Commissione svolge oltre 100 audit ogni anno, verificando che i controlli effettuati dagli Stati membri e le correzioni delle carenze siano sufficienti, ed è abilitata a recuperare i fondi arretrati se gli audit dimostrano che le correzioni apportate dagli Stati membri non sono abbastanza efficaci da garantire che i fondi dell’UE siano stati spesi correttamente.

Per ulteriori informazioni sul funzionamento del sistema di liquidazione annuale dei conti, vedere MEMO/12/109 e l’opuscolo “Una gestione saggia del bilancio agricolo”, disponibile al seguente indirizzo internet:

http://ec.europa.eu/agriculture/fin/clearance/factsheet_it.pdf.

Le tabelle accluse (allegati I e II) illustrano in dettaglio le singole rettifiche, per Stato membro e per settore.

Contatti:

Roger Waite (+32 2 296 14 04)

Fanny Dabertrand (+32 2 299 06 25)

Allegato I – Liquidazione dei conti del FEAGA e del FEASR

Decisione 38: rettifiche per Stato membro (in milioni di EUR)

Settore e motivo della rettifica

Importo della rettifica

Importo dell’impatto finanziario della rettifica1

Danimarca

Premi per animali – rettifica proposta per mancata applicazione di sanzioni in relazione al premio speciale per i bovini

0,116

0,116

Estonia

Sviluppo rurale – rettifica proposta per carenze nella verifica della congruenza dei costi e carenze nei controlli che comportano un rischio di doppio finanziamento

0,798

0,798

Francia

Premi per animali – rettifica proposta per ritardi nella registrazione dei movimenti degli animali nella banca dati, lacune nella verifica dei documenti giustificativi, carenze nell’applicazione del concetto di errore palese e nell’accesso alla banca dati nazionale di identificazione dei macelli

62,919

62,919

Germania

Altre rettifiche – rettifica proposta per gli errori noti riscontrati nella popolazione FEAGA e FEASR nel quadro della liquidazione finanziaria per l’esercizio 2008

0,170

0,170

Grecia

 

Restituzioni all’esportazione – rettifica proposta per l’assenza del sistema di controllo della produzione e dell’ammasso di zucchero

11,580

11,580

Ortofrutticoli – rettifica proposta per insufficienti controlli amministrativi e mancata applicazione di sanzioni nell’ambito della trasformazione di agrumi

0,513

0,513

Ortofrutticoli – rettifica proposta per carenze relative alla resa minima delle uve secche

71,506

71,506

Vino – rettifica proposta per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto

21,336

21,336

Italia

 

Ortofrutticoli – rettifica proposta per pagamenti effettuati oltre i termini regolamentari

0,515

0,515

Ortofrutticoli – rettifica proposta per insufficiente verifica della resa di produzione dei pomodori

8,747

8,747

Ortofrutticoli – rettifica proposta per carenze nei controlli amministrativi e contabili

2,784

2,784

Vino – rettifica proposta per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto

98,881

98,881

Sviluppo rurale – rettifica proposta per ritardi nei controlli in loco delle misure agroambientali e carenze nel preavviso dei controlli in loco

0,663

0,663

Paesi Bassi

Altre rettifiche – rettifica proposta per errori riscontrati nel quadro della liquidazione finanziaria per l’esercizio 2007

0,081

0,081

Polonia

Condizionalità – rettifica proposta per mancata definizione di alcune delle buone condizioni agronomiche e ambientali e carenze nel sistema sanzionatorio

13,287

13,141

Portogallo

 

Premi per animali – rettifica proposta per mancata applicazione di sanzioni ed esclusione di una parte della popolazione dai controlli in loco

0,110

0,110

Altre rettifiche – rettifica proposta per errori riscontrati nel quadro della liquidazione finanziaria per l’esercizio 2008

1,405

1,405

Romania

Ritardi nei pagamenti – rettifica proposta per mancato rispetto dei termini di pagamento

7,674

rimborso di 1,726

Slovenia

Altre rettifiche – rettifica proposta per errori riscontrati nel quadro della liquidazione finanziaria per l’esercizio 2008

0,008

0,008

Altre rettifiche – rettifica proposta per errori riscontrati nel quadro della liquidazione finanziaria per l’esercizio 2009

0,006

0,006

Spagna

Vino – rettifica proposta per l’impianto di viti senza diritti di (re)impianto

131,301

131,301

Sviluppo rurale – rettifica proposta per carenze nei controlli in loco, nella misurazione delle parcelle agricole e nell’applicazione delle buone pratiche agricole nell’ambito delle misure agroambientali e delle misure a favore delle zone svantaggiate

1,061

1,061

Regno Unito

Restituzioni all’esportazione – rettifica proposta per carenze nei controlli sostitutivi

0,002

0,002

Premi per animali – rettifica proposta per mancata applicazione di sanzioni in caso di non conformità in relazione agli animali oggetto di domanda eccedenti la quota, pagamenti a richiedenti con meno di 10 diritti e carenze nell’applicazione della penale per animali mancanti

0,055

0,055

TOTALE

435,519

425,973

Allegato II – Liquidazione dei conti del FEAGA e del FEASR

Decisione 38: rettifiche per settore (in milioni di EUR)

Settore

Importo della rettifica

Importo dell’impatto finanziario della rettifica2

 

 

 

Restituzioni all’esportazione

11,582

11,582

 

 

 

Ortofrutticoli

84,065

84,065

 

 

 

Vino

251,518

251,518

Premi per gli animali

63,201

63,201

Condizionalità

13,287

13,141

Sviluppo rurale

2,522

2,522

Pagamenti tardivi

7,674

-1,726

 

 

 

Altre rettifiche

1,670

1,670

 

 

 

TOTALE

435,519

425,973

1 :

L’impatto finanziario della rettifica tiene conto delle precedenti rettifiche e degli importi già recuperati dalla Commissione europea.

2 :

L’impatto finanziario della rettifica tiene conto delle precedenti rettifiche e degli importi già recuperati dalla Commissione europea.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website