Navigation path

Left navigation

Additional tools

La Commissione chiarisce le norme sull’uso oltre frontiera di veicoli pesanti che superano le dimensioni massime

European Commission - IP/12/611   15/06/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 15 giungo 2012

La Commissione chiarisce le norme sull’uso oltre frontiera di veicoli pesanti che superano le dimensioni massime

Siim Kallas, Vicepresidente e Commissario responsabile per i Trasporti, ha presentato oggi al Parlamento europeo e al Consiglio un’interpretazione della direttiva sui pesi e sulle dimensioni dei veicoli stradali1 e le condizioni da rispettare nei casi in cui Stati membri limitrofi intendano autorizzare l’attraversamento dei loro confini ai veicoli pesanti di dimensioni più lunghe delle dimensioni massime.

L’interpretazione è contenuta in una lettera al sig. Simpson, presidente della commissione per i trasporti e il turismo del Parlamento europeo, e fa seguito alle domande presentate inizialmente dalla IRU, Unione internazionale dei trasporti stradali.

La direttiva 96/53 sui pesi e sulle dimensioni dei veicoli stradali prevede la possibilità di deroghe alle dimensioni massime dei veicoli pesanti in tre casi. Gli Stati membri che intendono avvalersi di tali deroghe per autorizzare i veicoli di dimensioni più lunghe ad attraversare i rispettivi confini possono farlo esclusivamente alle seguenti condizioni:

  • la prima deroga riguarda un’operazione di trasporto di carichi indivisibili, nel qual caso gli Stati membri interessati possono emettere autorizzazioni speciali;

  • la seconda deroga riguarda l’attraversamento di frontiera da parte dei veicoli modulari purché l’infrastruttura esistente lo permetta. La direttiva non si oppone a simili operazioni di trasporto a condizione che non vi siano ripercussioni significative sulla concorrenza internazionale e che il trasporto si limiti a due soli Stati membri;

  • infine, la terza deroga riguarda operazioni di trasporto effettuale a titolo di prova, che deve essere limitata ad operazioni locali e a un determinato periodo di tempo.

Inoltre, non ci devono essere discriminazioni tra trasportatori dello Stato membro interessato dall’operazione e quelli di altri Stati membri. Occorre comunque evitare che l’applicazione di queste deroghe faccia sì che pratiche eccezionali diventino la norma.

Quanto precede non ha alcuna ripercussione per gli Stati membri che non si avvalgono delle deroghe e non ammettono i veicoli di dimensioni superiori alle dimensioni massime sul loro territorio. Ogni Stato membro può decidere se ammettere o no sul proprio territorio i veicoli di lunghezza fuori norma in considerazione della situazione e dei vincoli locali. Quest’interpretazione è conforme al principio di sussidiarietà.

La Commissione prevede di proporre nel corso del 2012 modifiche di portata limitata ad altri aspetti della direttiva sui pesi e sulle dimensioni (ad es. per migliorare la concezione della cabina e l’aerodinamica dei mezzi pesanti). Sarà quindi l’occasione per i colegislatori di intervenire, se lo desiderano, per rivedere le norme sull’uso transfrontaliero di tali veicoli.

Contesto – Attualmente l’uso di veicoli modulari è autorizzato in Finlandia e in Svezia ed è oggetto di sperimentazione in Danimarca, nei Paesi Bassi e in alcuni Länder tedeschi.

Direttiva 96/53/CE

Lettera del Vicepresidente Kallas

Contatti:

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)

1 :

Direttiva 96/53/CE del Consiglio, del 25 luglio 1996, che stabilisce, per taluni veicoli stradali che circolano nella Comunità, le dimensioni massime autorizzate nel traffico nazionale e internazionale e i pesi massimi autorizzati nel traffico internazionale.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website