Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

commissione europea – comunicato stampa

Trasporto aereo: sostegno degli Stati membri alla revisione delle norme sui servizi di assistenza a terra

Bruxelles, 22 marzo 2012 – Siim Kallas, Vicepresidente della Commissione e Commissario responsabile per i trasporti, ha espresso apprezzamento per il sostegno degli Stati membri alla proposta della Commissione sulla revisione delle norme dell’UE che disciplinano attualmente i servizi di assistenza a terra.

“Gli aeroporti europei sono confrontati a una crisi di capacità, ma in tre casi su quattro i ritardi degli aerei sono dovuti a problemi a terra, non di volo. Per questo motivo è urgente e necessario migliorare la qualità e l'efficienza dei servizi di assistenza a terra. L'accordo raggiunto oggi contempera l'esigenza di ampliare la scelta di prestatori di servizi di qualità da parte dei vettori aerei con quella di rafforzare la protezione dei lavoratori in un settore ad alta intensità di lavoro come quello dell'assistenza a terra”, ha dichiarato il Commissario.

L'accordo con i Ministri salvaguarda i due elementi essenziali delle proposte della Commissione:

1. la necessità per le compagnie aeree di avere una scelta più vasta di prestatori di servizi a terra, ossia almeno tre negli aeroporti principali.

Garantire la piena apertura del mercato dell'autoassistenza per i vettori aerei e aumentare da due a tre, negli aeroporti maggiori, il numero minimo di prestatori di servizi (per i servizi oggetto di restrizioni) consentirà alle compagnie aeree una più vasta scelta di servizi di assistenza a terra negli aeroporti dell'UE;

2. servizi di alta qualità presuppongono alta qualità della forza lavoro: per questo occorre rafforzare la stabilità delle condizioni di lavoro degli addetti all'assistenza a terra.

Gli Stati membri potranno fare di più per proteggere i diritti dei lavoratori permettendo loro di conservare le stesse condizioni di lavoro quando un nuovo prestatore di servizi si aggiudica un appalto: questa stabilità di condizioni è essenziale per mantenere un personale altamente qualificato in un settore ad alta intensità di manodopera.

Proposte della Commissione relative all'assistenza a terra

Un volo confortevole, sicuro e affidabile presuppone tutta una serie di servizi a terra, come la pulizia dell'aeromobile, il rifornimento di carburante, la rimozione del ghiaccio in inverno e la movimentazione dei bagagli.

Le proposte della Commissione intendono ampliare la scelta di servizi a terra per le compagnie aeree, permettere agli aeroporti di esercitare un controllo maggiore sul coordinamento di tali servizi e chiarire le norme sulla formazione e il trasferimento del personale a terra.

Per conseguire questi obiettivi, il 1° dicembre 2011 la Commissione ha adottato una proposta di regolamento relativo ai servizi di assistenza a terra negli aeroporti dell'UE, nell'ambito del pacchetto "Migliorare gli aeroporti", che contiene anche proposte sulle bande orarie e sulle limitazioni del rumore negli aeroporti (cfr. IP/11/1484 e MEMO/11/857). Per l'assistenza a terra la Commissione ha proposto di abrogare la direttiva 96/67/CE e di sostituirla con un nuovo regolamento.

L'assistenza a terra copre un'ampia gamma di servizi forniti negli aeroporti alle compagnie aeree a supporto delle operazioni di queste ultime: non si tratta solo di servizi tecnici, come la manutenzione dell'aeromobile, il rifornimento in carburante e olio o la movimentazione delle merci, ma comprende anche servizi essenziali per la sicurezza e il confort dei passeggeri, come il check-in, il catering, la movimentazione dei bagagli e il trasporto di superficie nell'aeroporto.

Le prossime tappe

La proposta deve essere ancora votata dal Parlamento europeo in prima lettura. Il proposto regolamento sui servizi di assistenza a terra è il primo di tre proposte legislative che fanno parte del pacchetto "Migliorare gli aeroporti". Dopo il dibattito odierno sull'assistenza a terra, la Commissione si aspetta che il Consiglio passi ai regolamenti sulla limitazione del rumore e sulle bande orarie. La Presidenza ha indicato che il gruppo di lavoro inizierà già la settimana prossima ad esaminare il regolamento sul rumore.

Contatti :

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site