Navigation path

Left navigation

Additional tools

commissione europea – comunicato stampa

I ministri dei trasporti sostengono la nuova rete centrale dei trasporti (TEN-T)

Bruxelles, 22 marzo 2012 – Oggi i ministri dei trasporti hanno raggiunto un accordo sulle proposte per trasformare l'attuale mosaico di strade, ferrovie, aeroporti e canali in una rete unificata di trasporto europeo. Il regolamento proposto in materia di orientamenti per le reti transeuropee di trasporto (TEN-T) eliminerà le strozzature transfrontaliere, aggiornerà le infrastrutture e semplificherà le operazioni transfrontaliere di trasporto a beneficio dei passeggeri e delle imprese di tutta l' Unione europea.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile per i trasporti, ha dichiarato: “Si tratta di un passo avanti molto significativo.” I trasporti sono la linfa dell' economia europea. Se non scorrono fluidi, la nostra economia si indebolirà e non riuscirà a crescere. Oggi i ministri hanno dato un forte appoggio politico ai piani di costruzione dei collegamenti strategici di trasporto necessari per alimentare la futura crescita economica dell' Europa."

I ministri hanno approvato le proposte della Commissione relative a:

1. Una nuova rete centrale di trasporti dell'UE

I ministri hanno sostenuto le proposte relative a una rete centrale di trasporti dell’UE da completarsi entro il 2030. Costruita da 10 corridoi principali di trasporto, questa rete centrale stabilirà i collegamenti vitali necessari per sostenere il mercato unico e alimentare la futura crescita economica. La nuova rete centrale consente una canalizzazione più mirata ed efficiente degli investimenti dell'UE in materia di trasporti.

La rete centrale sarà integrata da una rete globale di trasporto con un orizzonte temporale al 2050. Questa rete globale garantirà la piena copertura del territorio dell'UE e l'accessibilità a tutte le regioni. Entrambi i livelli comprendono tutti i modi di trasporto: trasporto stradale, ferroviario, aereo, navigazione interna e trasporto marittimo, nonché piattaforme intermodali.

Le cartine approvate durante il Consiglio “Trasporti” possono essere consultate sul sito web del Consiglio:

http://www.consilium.europa.eu/ueDocs/cms_Data/docs/pressData/en/trans/129080.pdf

http://www.consilium.europa.eu/press/council-meetings

2. Norme tecniche elevate per la rete centrale

Le proposte della Commissione fissano i requisiti tecnici comuni per le infrastrutture TEN-T – e prevedono requisiti più severi per il trasporto rete centrale. L’obiettivo è di garantire che i collegamenti di trasporto siano perfettamente interoperabili.

È chiaro, in particolare per la rete centrale, che i requisiti tecnici devono essere interoperabili su tutta la rete. Ad esempio, nell’ambito dell’ERTMS (sistema europeo di gestione del traffico ferroviario) – i sistemi STI (sistema di trasporto intelligente) di base che controllano i convogli devono essere applicabili nella maggior parte della rete TEN-T. Del pari, gli standard di sicurezza stradale, sia per le gallerie che per i tratti stradali in genere, devono valere su tutta la rete e la tecnologia STI (sistemi di trasporto intelligente) deve essere interconnessa. Inoltre, l'eventuale futura infrastruttura di punti di ricarica per veicoli elettrici deve obbedire a norme comuni in modo che le automobili possano utilizzarla in tutti i punti della rete.

3. 10 corridoi di trasporto essenziali

Un'innovazione di rilievo contenuta nei nuovi orientamenti TEN-T è l'introduzione di dieci corridoi da realizzare nella rete centrale, necessaria per garantire uno sviluppo coordinato della rete. Questi corridoi collegheranno gli Stati membri interessati nonché le parti interessate, ad esempio i gestori delle infrastrutture e gli utenti. Le "piattaforme di corridoio" saranno presiedute da coordinatori europei che riuniranno tutte le parti interessate, costituendo uno strumento essenziale per garantire il coordinamento, la cooperazione e la trasparenza.

Contesto

Le proposte della Commissione in materia di TEN-T definiscono le mappe, i requisiti tecnici e i termini per il completamento della rete centrale e della rete globale.

Secondo le nuove proposte, la nuova rete centrale di trasporto europea collegherà: entro il 2030:

  • 86 porti europei principali mediante collegamenti ferroviari e stradali;

  • 37 aeroporti principali mediante collegamenti ferroviari con grandi città;

  • 15 000 km di linee ferroviarie adattate all'alta velocità;

  • 35 grandi progetti transfrontalieri per ridurre le strozzature.

Cfr. http://ec.europa.eu/transport/index_en.htm per informazioni sulle proposte della Commissione relative alla mappe della rete centrale, alle mappe nazionali, all'elenco dei progetti.

Gli orientamenti in materia di TEN-T sono un elemento importante del pacchetto infrastruttura presentato dalla Commissione nell’ottobre 2011, nel quale erano inclusi anche il Meccanismo per collegare l'Europa e l’iniziativa sul progetto dei “project bond”.

Quali saranno i prossimi sviluppi?

L’accordo odierno è un primo passo nel procedimento legislativo. Il regolamento proposto deve comunque essere approvato dal Parlamento europeo in prima lettura. Il voto del Parlamento europeo è previsto per l'inizio 2013. Se vi è una forte volontà politica, il testo finale potrebbe essere adottato nella prima metà del 2013.

Per maggiori informazioni sulle proposte in materia di TEN-T della Commissione:

http://ec.europa.eu/transport/infrastructure/revision-t_en.htm

Contatti:

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website