Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea – comunicato stampa

La Commissione propone di migliorare le norme comuni di contabilizzazione dei gas a effetto serra per i settori forestale e agricolo

Bruxelles, 12 marzo 2012 – Nell'adottare una nuova proposta sulla contabilizzazione delle emissioni dei gas a effetto serra, la Commissione europea ha compiuto un primo passo per integrare gli assorbimenti e le emissioni delle foreste e dell'agricoltura nella politica climatica dell'UE.

La proposta di decisione stabilisce norme per contabilizzare le emissioni e gli assorbimenti di gas a effetto serra nel settore forestale e in quello agricolo, gli ultimi grandi settori privi di una normativa comune UE.

Le foreste e i terreni agricoli coprono più di tre quarti del territorio dell'UE e contengono naturalmente ingenti quantitativi di carbonio, prevenendone la fuga nell'atmosfera, e di conseguenza sono importanti per la politica climatica. Aumentare la capacità di “cattura” del carbonio di soli 10 punti di percentuale, ad esempio mediante una migliore gestione delle foreste o dei pascoli, permetterebbe di eliminare l'equivalente delle emissioni annue nell'atmosfera di 10 milioni di automobili.

Tuttavia fino ad oggi, gli sforzi degli agricoltori e dei proprietari di foreste e le loro buone prassi volte a trattenere il carbonio presente nelle foreste e nei suoli, non sono stati riconosciuti o lo sono stati solo parzialmente. Ciò è dovuto alle difficoltà di ottenere dati affidabili sul carbonio presente nelle foreste e nei suoli e alla mancanza di norme comuni sulla contabilizzazione delle emissioni e degli assorbimenti. In seguito alla decisione della convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici relativa alle nuove norme di contabilizzazione del carbonio nei suoli e nelle foreste adottata nel dicembre 2011, l'UE è determinata a stabilire una contabilizzazione comune nella propria politica climatica, fornendo nuove opportunità, ad esempio per ricompensare gli agricoltori per il loro contributo alla lotta contro i cambiamenti climatici nel contesto della politica agricola comune.

Connie Hedegaard, commissaria per l'Azione per il clima, ha dichiarato: "Ciò che proponiamo oggi sono norme armonizzate per contabilizzare le emissioni delle foreste e dell'agricoltura. Si tratta del primo passo verso l'integrazione di questi settori nell'impegno di riduzione delle emissioni nell'UE. A Durban tutti i paesi si sono accordati sulle nuove norme relative alla contabilizzazione delle emissioni in questi settori. La UE sta attualmente elaborando la proposta che contribuirà, tra l'altro, a tutelare la biodiversità e le risorse idriche, a sostenere lo sviluppo rurale e ad avere un'agricoltura rispettosa del clima.".

Le prossime tappe

La proposta di decisione relativa a norme armonizzate di contabilizzazione delle emissioni di gas a effetto serra e gli assorbimenti nelle foreste e nei suoli sarà presentata al Parlamento europeo e al Consiglio nell'ambito della procedura legislativa ordinaria. La proposta in parola impone inoltre agli Stati membri l'obbligo di adottare piani d'azione per aumentare l'assorbimento del carbonio e la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra nelle foreste e nei suoli in tutta l'UE. La proposta non contiene obiettivi nazionali di riduzione delle emissioni per questi settori, ma essi potrebbero essere definiti in una fase successiva una volta che le norme di contabilizzazione si saranno dimostrate affidabili.

Per ulteriori informazioni:

Negoziati delle Nazioni Unite in materia di cambiamenti climatici:

http://ec.europa.eu/clima/policies/international/negotiations/durban/index_en.htm

Cambiamenti climatici e delle foreste:

http://ec.europa.eu/clima/policies/forests/index_en.htm

Si veda anche

Q & A MEMO/12/176

Contatti:

Isaac Valero Ladron (+32.2.2964971)

Stephanie Rhomberg (+32.2.2987278)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website