Navigation path

Left navigation

Additional tools

Aiuti di Stato: la Commissione approva un aiuto di 100 milioni di euro per il porto di Augusta

European Commission - IP/12/1409   19/12/2012

Other available languages: EN FR DE

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 19 dicembre 2012

Aiuti di Stato: la Commissione approva un aiuto di 100 milioni di euro per il porto di Augusta

La Commissione europea ha approvato, in applicazione delle norme dell’UE in materia di aiuti di Stato, un aiuto di 100 milioni di EUR concesso dall’Italia a fronte di un progetto di investimento di 145,33 milioni di EUR nelle infrastrutture del porto siciliano di Augusta.

Il progetto di investimento consentirà al porto di Augusta di ristrutturare le infrastrutture esistenti destinate al traffico di merci e di ospitare il traffico di container.

L’aiuto è stato ritenuto compatibile con le norme dell’UE in materia di aiuti di Stato in quanto persegue un obiettivo di comune interesse, ossia l’adattamento delle infrastrutture esistenti al trasporto intermodale. Inoltre, il progetto non sarebbe realizzabile in mancanza di un finanziamento pubblico e l’aiuto è limitato a quanto strettamente necessario per il conseguimento di tale obiettivo. Infine, le potenziali distorsioni della concorrenza sono relativamente limitate.

Contesto

Il finanziamento pubblico di progetti di investimento nelle infrastrutture è soggetto alla normativa dell’UE sugli aiuti di Stato se l’infrastruttura è destinata ad un uso commerciale (cfr. sentenza della Corte di giustizia del 24 marzo 2011 nelle cause riunite T-455/08 e T‑443/08, Lipsia/Halle). Tali progetti devono pertanto essere notificati alla Commissione per ottenerne l’approvazione preliminare ai sensi delle norme dell’UE in materia di aiuti di Stato.

Per quanto riguarda il progetto di investimento nelle infrastrutture del porto di Augusta, l’Italia ha condotto un’approfondita analisi del rapporto tra costi e benefici economici e finanziari, dalla quale risulta che gli introiti per l’autorità portuale generati dall’utilizzo dell’infrastruttura non sarebbero sufficienti a coprire i costi degli investimenti. Il tasso di gap finanziario per il progetto è stato stimato a 68,87%. Il finanziamento pubblico di 100 milioni di EUR è pertanto indispensabile per realizzare il progetto ed è limitato a quanto necessario per sopperire al deficit di finanziamento.

La capacità supplementare di traffico di merci e di container che sarà generata dal progetto nel porto di Augusta dal 2015, anno in cui è previsto il completamento del progetto, non è tale da provocare significative distorsioni della concorrenza e sugli scambi tra Stati membri.

La versione non riservata della decisione sarà consultabile con numero di riferimento SA.34940 nel Registro degli aiuti di Stato, sul sito internet della DG Concorrenza, una volta risolte eventuali questioni di riservatezza. Le ultime decisioni in materia di aiuti di Stato pubblicate su internet e nella Gazzetta ufficiale figurano nel bollettino elettronico di informazione settimanale in materia di aiuti di Stato (State Aid Weekly e-News).

Contatti:

Antoine Colombani (+32 2 297 45 13)

Maria Madrid Pina (+32 2 295 45 30)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website