Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 19 dicembre 2012

Iniziata la ricerca del prossimo presidente del Consiglio europeo della ricerca

Oggi la Commissione europea ha incaricato sette esperti di ricercare il nuovo presidente del Consiglio europeo della ricerca (CER), l’agenzia dell’Unione europea per il finanziamento della scienza di frontiera. Il comitato sarà guidato da Lord Sainsbury di Turville, cancelliere dell’università di Cambridge ed ex ministro della Scienza britannico. Esso formulerà raccomandazioni destinate alla Commissione europea prima che il nuovo presidente del CER prenda servizio il 1° gennaio 2014, subentrando all’attuale presidente, Helga Nowotny.

Nei cinque anni dall’avvio, il CER ha avuto un ruolo di spicco come agenzia europea di finanziamento della scienza di frontiera, sostenendo la ricerca esclusivamente sulla base dell’eccellenza. Poiché il CER sta rafforzando sempre più la propria posizione, il ruolo del nuovo presidente sarà cruciale. Il presidente sarà la voce e l’immagine pubblica del CER, e dovrà difenderne i principi di eccellenza, efficienza e indipendenza.

Máire Geoghegan-Quinn, Commissaria europea per la Ricerca, l’innovazione e la scienza, ha dichiarato: “Il CER è uno dei fiori all’occhiello del finanziamento della ricerca mondiale, e sono lieta che Lord Sainsbury abbia accettato il mio invito a contribuire allo sviluppo del CER in un momento cruciale. Nel 2004, in qualità di ministro della Scienza britannico, il suo sostegno decisivo all’idea del CER ha aperto la strada a quello che è poi diventato un vero successo europeo. Siamo orgogliosi di avere uno dei padri fondatori alla guida del comitato di selezione del futuro presidente del CER, una tappa importante nella vita del CER.”

Nell’accettare l’invito della Commissione, Lord Sainsbury ha dichiarato: “Il CER è un organismo efficiente ed è sulla buona strada per raggiungere il massimo sviluppo, al pari delle migliori organizzazioni di finanziamento della ricerca del mondo. Gode di un ampio riconoscimento, fondato sui suoi principi operativi di indipendenza ed eccellenza scientifica. Sono lieto di poter contribuire a questa nuova fase importante e di farlo insieme a sei colleghi così illustri.”

Contesto

I membri del comitato di ricerca sono:

  • Lord SAINSBURY di Turville, membro della Royal Society e cancelliere dell’università di Cambridge;

  • Catherine CESARSKY, Consulente di alto livello presso il Commissariat à l’Energie Atomique et aux énergies alternatives -CEA (Commissariato per l’energia atomica e le energie alternative), ex Alto commissario per l’energia atomica in Francia;

  • Suzanne FORTIER, presidente del Natural Sciences and Engineering Research Council of Canada (Consiglio di ricerca in scienze naturali e ingegneria del Canada);

  • Michał KLEIBER, presidente dell’Accademia polacca ed ex membro del consiglio scientifico del CER;

  • Jadran LENARČIČ, direttore dell’Istituto Jozef Stefan di Lubiana;

  • Erwin NEHER, direttore emerito dell’Istituto Max Planck di chimica biofisica e premio Nobel per la medicina;

  • Salvatore SETTIS, ex direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa ed ex membro del consiglio scientifico del CER.

Il Consiglio europeo della ricerca è stato istituito nell’ambito del Settimo programma quadro dell’Unione europea per la ricerca e lo sviluppo tecnologico al fine di favorire la ricerca di alta qualità in Europa. Concede sovvenzioni attraverso gare pubbliche per progetti diretti da ricercatori nuovi ed esperti, indipendentemente dalla loro provenienza, che lavorano o si trasferiscono in Europa per motivi di lavoro. L’unico criterio di selezione è l’eccellenza scientifica. L’obiettivo è riconoscere le migliori idee e trattenere e dare visibilità ai migliori cervelli in Europa, al contempo attirando talenti dall’estero. In base alle proposte della Commissione per il prossimo programma di finanziamento della ricerca dell’UE Orizzonte 2020, di durata settennale (2014-2020), il bilancio del CER dovrebbe superare i 13 miliardi di EUR contro i 7,5 miliardi di EUR del periodo 2007-2013.

Il presidente del CER nell’ambito di Orizzonte 2020

Le proposte della Commissione sul programma specifico recante attuazione a Orizzonte 2020 istituiscono la funzione del presidente del CER, scelto tra i ricercatori più esperti e riconosciuti a livello internazionale. Il presidente del CER risiederà a Bruxelles per la durata dell’incarico e dedicherà la maggior parte del suo tempo alle attività del CER. Il presidente del CER viene nominato dalla Commissione per un mandato limitato a quattro anni, rinnovabile una volta. Sarà remunerato a un livello commisurato al personale direttivo della Commissione. Il processo di assunzione e il candidato selezionato devono ottenere l’approvazione del consiglio scientifico del CER.

La creazione di un comitato di ricerca era una delle raccomandazioni della relazione del task force del CER, che ha fatto seguito alla revisione intermedia:

http://erc.europa.eu/sites/default/files/document/file/erc_taskforce_report_2011.pdf

http://erc.europa.eu/sites/default/files/content/pages/pdf/final_report_230709.pdf

Contatti:

Michael Jennings (+32 2 296 33 88)

Monika Wcislo (+32 2 295 56 04)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website