Navigation path

Left navigation

Additional tools

"Adeguatezza della regolamentazione": ottenere il meglio dalla legislazione UE in tempi difficili

European Commission - IP/12/1349   12/12/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 12 dicembre 2012

"Adeguatezza della regolamentazione": ottenere il meglio dalla legislazione UE in tempi difficili

Bruxelles, 12 dicembre – Per rendere più agevoli e meno care le attività delle imprese e per permettere ai cittadini di godere dei vantaggi del mercato unico, la Commissione europea ha annunciato un ampio pacchetto di misure dirette a rafforzare e migliorare il quadro regolamentare europeo e a garantire l'"adeguatezza della regolamentazione" dell'Unione europea. Il pacchetto include un nuovo programma – sulla scia del programma per la riduzione degli oneri amministrativi - per tagliare i costi superflui derivanti dalle normative a livello europeo e nazionale, e affina gli strumenti – valutazioni d'impatto, stime, consultazioni pubbliche – che consentono alla legislazione dell'UE di essere idonea allo scopo. Il pacchetto, la cui importanza è stata riconosciuta al Consiglio europeo del 18-19 ottobre 2012, aiuterà l'Unione europea a crescere e ad essere competitiva in questi tempi difficili.

Il Presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, ha dichiarato:

"Se vogliamo che l'Europa cresca, crei occupazione e sia competitiva a livello internazionale, la sua legislazione deve essere idonea allo scopo. Ecco perché abbiamo posto la nozione di "legiferare con intelligenza" al centro del nostro processo di elaborazione delle politiche. Oggi intensifichiamo i nostri sforzi varando un nuovo e ampio programma di controllo della qualità e dell'efficacia della regolamentazione. Analizzeremo l'esistente corpus legislativo e interverremo sistematicamente su tutto quello che non è assolutamente necessario per raggiungere in modo efficiente una crescita sostenibile, creazione di occupazione e competitività."

"Legiferare con intelligenza" è un compito congiunto della Commissione, del Parlamento europeo e del Consiglio, e gli Stati membri e la Commissione stanno lavorando attivamente per trasformare questa responsabilità condivisa in una missione comune. La comunicazione sull'adeguatezza della regolamentazione dell'Unione europea fa un bilancio dei considerevoli progressi raggiunti finora nell'attuazione del programma della Commissione sulla regolamentazione intelligente, e indica inoltre come l'Unione europea possa realizzare questi obiettivi in modo ancora più efficace ed efficiente: dimostrando un chiaro valore aggiunto, apportando chiari benefici a costi minimi e rispettando i principi di sussidiarietà e proporzionalità. Lo scopo finale è un quadro regolamentare semplice, chiaro, stabile e prevedibile.

La comunicazione delinea le seguenti misure:

1. un nuovo programma di controllo della qualità e dell'efficacia della regolamentazione (REFIT), per individuare sistematicamente e realizzare con trasparenza iniziative che portino a una riduzione e una semplificazione significativa dei costi delle normative;

2. un follow-up del programma d'azione per la riduzione degli oneri amministrativi (ABRplus), per garantire che il successo ottenuto con tale programma tagliando le formalità burocratiche del 25% si traduca in vantaggi per le società e per le PMI negli Stati membri;

3. strumenti più sofisticati per la gestione normativa: costante miglioramento delle valutazioni d'impatto; valutazioni più ampie e più critiche, saldamente inserite nel processo di elaborazione delle politiche; miglioramento delle consultazioni con le parti interessate, e maggiore sostegno dell'attuazione.

La comunicazione è accompagnata da due documenti di lavoro:

  • "Review of the Commission Consultation Policy" ("Riesame della politica di consultazione della Commissione"), che mostra come la Commissione proceda a consultazioni vaste e trasparenti (300 consultazioni aperte pubblicate negli ultimi tre anni) e conformi alle migliori prassi internazionali (con un termine sistematico di 12 settimane per la risposta). Questo riesame delinea anche una serie di misure per migliorare la qualità delle consultazioni;

  • "Action Programme for Reducing Administrative Burden - Final Report" ("Programma d'azione per la riduzione degli oneri amministrativi – Relazione finale"), che spiega come la Commissione abbia presentato proposte per tagliare gli oneri amministrativi del 33% (quasi 41 miliardi di euro), andando al di là dell'obiettivo del 25% fissato nel 2008. I colegislatori dell'UE hanno adottato molte di queste proposte (per un importo pari a quasi 31 miliardi di euro).

Parallelamente, la Commissione è andata adattando la legislazione dell'UE alle esigenze delle PMI e delle micro-imprese, procedendo ad ampie consultazioni con queste categorie e passando in rassegna il corpus legislativo per individuare e alleggerire gli oneri che gravano su di esse. La Commissione presenterà una prima relazione sui progressi compiuti in tali attività all'inizio del 2013.

Contesto

Nella sua comunicazione del 7 ottobre 2012, "Legiferare con intelligenza", la Commissione si è impegnata a riferire sui progressi raggiunti nell'attuazione del programma entro la fine del 2012.

Il "Patto per la crescita e l’occupazione" del giugno 2012 ha invitato la Commissione a proporre entro la fine del 2012 ulteriori impegni per ridurre gli oneri regolamentari generali a livello dell'UE e a livello nazionale, e altre misure nell'ambito della regolamentazione intelligente, compresi provvedimenti a sostegno delle micro-imprese.

Consapevole del potenziale di sviluppo insito nell'iniziativa "Legiferare con intelligenza", il Consiglio europeo del 18-19 ottobre 2012 ha manifestato vivo interesse per la presentazione della relazione.

Per ulteriori informazioni:

http://ec.europa.eu/governance/better_regulation/index_it.htm

MEMO/12/974

Contatti:

Pia Ahrenkilde Hansen (+32 2 295 30 70)

Jens Mester (+32 2 296 39 73)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website