Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE ES PT EL

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 20 novembre 2012

La Commissione accoglie con favore l’esito della riunione 2012 dell’ICCAT

La Commissione europea accoglie con favore le importanti decisioni adottate in occasione della riunione annuale della Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell’Atlantico (ICCAT), tenutasi ad Agadir, in Marocco, dal 12 al 19 novembre 2012.

Il Commissario per gli Affari marittimi e la pesca Maria Damanaki ha espresso la sua soddisfazione per le decisioni sulla sostenibilità della pesca: “Le misure di conservazione adottate in materia di pesca sostenibile degli stock di tonno rosso e marlin sono conformi ai pareri scientifici. Il piano di ricostituzione dello stock orientale di tonno rosso è stato rivisto e rafforzato, ed è stato fissato un TAC (totale ammissibile di catture) di 13 400 tonnellate l’anno a decorrere dal 2013. È stato inoltre adottato un migliore sistema di gestione e controllo per i membri dell’ICCAT. Tuttavia, mi rammarico del fatto che l’ICCAT non abbia ottenuto con le sue decisioni una migliore protezione degli squali, poiché le misure presentate dall’UE per la sostenibilità degli stock di squalo mako e smeriglio non hanno ricevuto appoggio.”

Più precisamente, l’ICCAT:

  • ha rivisto e rafforzato il piano di ricostituzione per il tonno rosso orientale. Il TAC (totale ammissibile di catture) è stato fissato a 13 400 tonnellate l’anno, a decorrere dal 2013, pienamente in linea con i pareri scientifici. Tale decisione rappresenta un lieve aumento rispetto al 2012 e compensa gli sforzi intrapresi dai pescatori dell’UE garantendo nel contempo il proseguimento della ricostituzione degli stock di tonno rosso sia sostenibile;

  • ha fissato un TAC per lo stock di tonno rosso occidentale al livello raccomandato dai pareri scientifici, ossia 1 750 tonnellate per il 2013, avviando nel contempo un processo di revisione dell’attuale piano di ricostituzione;

  • ha fissato i TAC, tenendo conto di tutti i tipi di mortalità per pesca, del marlin azzurro e del marlin bianco rispettivamente a 1 985 e 355 tonnellate l’anno, come raccomandato dai pareri scientifici. La quota UE di 480 tonnellate consentirà di tener conto delle esigenze dei diversi tipi di pesca del marlin all’interno dell’UE, tra cui le attività di pesca artigianali,

  • per quanto riguarda gli squali, la proposta dell’UE di limitare le catture di squalo mako ai livelli attuali, come raccomandato dai pareri scientifici, e la proposta di divieto sulla conservazione a bordo dello smeriglio già presentata lo scorso anno non hanno trovato sostegno. Tuttavia, la proposta dell’UE per migliorare il rispetto delle vigenti misure sugli squali è stata adottata. In tale contesto, la Commissione accoglie con favore il processo di modifica della convenzione ICCAT che consentirà una migliore definizione del ruolo dell’ICCAT per quanto riguarda gli squali, e di conseguenza assicurerà una maggiore protezione degli stessi a lungo termine;

  • ha potuto compiere progressi importanti con riguardo al suo sistema di monitoraggio e controllo. È stata adottata la proposta dell’UE in favore di uno standard minimo per le ispezioni in porto. L’attuazione del sistema di documentazione elettronico delle catture di tonno rosso avrà inizio il 16 maggio 2013. È stata avviata una procedura per mettere a punto sistemi di documentazione delle catture per altre specie di tonno nel prossimo futuro. Tutte le misure suddette contribuiscono a migliorare la capacità dell’ICCAT di lottare contro la pesca INN (pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata).

La capacità delle parti contraenti di rispettare le norme dell’ICCAT continua a migliorare. L’Unione europea è riuscita a garantire il livello di conformità ottenuto lo scorso anno.

La Commissione europea accoglie inoltre con favore gli sforzi intrapresi dal comitato scientifico per dare seguito alle raccomandazioni scientifiche adottate l’anno passato. È stata armonizzata la presentazione delle raccomandazioni scientifiche ed è stata avviata un’ulteriore riflessione sulla normalizzazione e la quantificazione delle incertezze. La Commissione è inoltre impaziente di adottare la strategia di ricerca annunciata dal comitato scientifico per il prossimo anno.

Contesto

L’ICCAT è la Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell’Atlantico. Il suo obiettivo è mantenere a livelli sostenibili le popolazioni di tonni e tonnidi dell’Oceano Atlantico e del Mediterraneo. L’Unione europea è membro a pieno titolo dell’ICCAT e svolge un ruolo determinante nel conseguimento di questo obiettivo.

Per ulteriori informazioni:

http://www.iccat.es

Contatti:

Oliver Drewes (+32 2 299 24 21)

Lone Mikkelsen (+32 2 296 05 67)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site