Navigation path

Left navigation

Additional tools

Agenda digitale: una decisione della Commissione apre la strada alle tecnologie 4G in Europa

European Commission - IP/12/1170   05/11/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 5 novembre 2012

Agenda digitale: una decisione della Commissione apre la strada alle tecnologie 4G in Europa

In data odierna la Commissione europea ha deciso di aggiungere 120 MHz al portafoglio dello spettro radio per le tecnologie 4G, come la LTE (Long Term Evolution), attorno alla banda 2 GHz. Attualmente questa banda è utilizzata unicamente per il sistema mobile universale di telecomunicazioni (Universal Mobile Telecommunications System) senza fili o UMTS, ossia per le reti 3G. La decisione stabilisce l’obbligo per gli Stati membri di rendere disponibile lo spettro in questione entro il 30 giugno 2014 e prevede condizioni tecniche armonizzate intese a consentire la coesistenza delle diverse tecnologie. L’Unione europea avrà in tal modo uno spettro per la banda larga senza fili ad alta velocità che sarà il doppio di quello degli Stati Uniti e raggiungerà circa 1000 MHz.

Questa decisione della Commissione significa che gli operatori di telefonia mobile avranno maggiori opportunità di investire in reti più efficaci, con vantaggi per l'intera economia, e che nel tempo i consumatori potranno effettuare trasferimenti di dati più rapidi e usufruire di maggiori servizi a banda larga. L’ampliamento dello spettro a disposizione delle tecnologie 4G darà un notevole contributo al conseguimento dell’obiettivo dell’Agenda digitale che prevede la copertura universale a 30Mb/s per la banda larga dell’UE entro il 2020 (cfr. IP/10/581, MEMO/10/199 e MEMO/10/200.

Neelie Kroes, vicepresidente della Commissione, ha dichiarato: "Questa estensione dello spettro per le tecnologie 4G in Europa permetterà di rispondere meglio alla diversificata e crescente domanda di servizi a banda larga. Mi auguro che gli Stati membri agiscano rapidamente per modificare le licenze esistenti. Da più rapide connessioni senza fili in Europa deriveranno vantaggi per tutti."

La decisione attua la liberalizzazione armonizzata della banda 2 GHz (banda 1920-1980 MHz unitamente alla banda 2110-2170 MHz) in tutti gli Stati membri, evitando una frammentazione del mercato interno nella futura utilizzazione di questa banda.

L’introduzione di un uso flessibile delle bande di spettro, eliminando le restrizioni tecnologiche, costituisce un modo economicamente efficace per sviluppare infrastrutture senza fili avanzate in risposta alla domanda del mercato.

Contesto

Lo spettro radio è una risorsa estremamente preziosa ma sempre più limitata. La sua importanza socioeconomica è fortemente aumentata a causa della sempre maggiore diffusione di servizi senza fili come l'accesso alla banda larga e la “Internet degli oggetti” in tutti i settori dell'economia e della società. Fonti del settore prevedono che fino al 2015 il traffico mobile di dati a livello mondiale crescerà del 26% all’anno. Entro tale data, oltre 7 miliardi di telefoni cellulari, tablet e altri dispositivi mobili saranno collegabili a internet.

Lo spettro ancora disponibile è insufficiente per far fronte all’esplosione del traffico di dati senza fili e deve pertanto essere gestito in modo intelligente. Ciò implica tra l’altro un migliore sfruttamento delle bande di spettro già utilizzate, ad esempio con l’eliminazione delle restrizioni tecnologiche e la condivisione dello spettro.

La banda terrestre 2 GHz accoppiata (banda 1920-1980 MHz accoppiata alla banda 2110‑2170 MHz) è tradizionalmente utilizzata per le comunicazioni UMTS (reti 3G) a seguito della cosiddetta decisione UMTS, adottata nel 1999, che ha avviato l'introduzione coordinata e progressiva dell'UMTS nell’intera UE entro il 1° gennaio 2002.

Nell'attuazione del programma concernente la politica dello spettro radio, in particolare nel conseguimento dell’obiettivo di almeno 1200 MHz per servizi senza fili a banda larga, la gestione dell'inventario dello spettro nonché l’utilizzazione flessibile e condivisa dello spettro stesso sono priorità previste dalla riforma attuata dall'UE in materia, al fine di stimolare l'innovazione, l'uso efficace e gli investimenti.

Pertanto, la decisione della Commissione prescrive l'uso flessibile della banda 1920-1980 MHz e della banda 2110-2170 MHz per i servizi di comunicazione elettronica nell'UE basati su tecnologie senza fili avanzate, come le tecnologie LTE e altre tecnologie di punta. Gli sviluppi in corso nell'industria mostrano che queste tecnologie permettono in misura sempre maggiore di offrire 30 Mbps a numerosi utenti contemporaneamente e consentono quindi ai consumatori di accedere alla banda larga ad alta velocità a prezzi competitivi.

La Commissione sta inoltre valutando l’opportunità di una misura di follow-up per le bande di frequenza non accoppiate terrestri 2 GHz (1900-1920 MHz e 2010-2025 MHz), che sono attualmente assegnate all’impiego per le reti UMTS ma restano inutilizzate nell’UE. Questa iniziativa è intesa a garantire un uso efficace delle bande non accoppiate, che risulti il più vantaggioso possibile da un punto di vista economico, sociale e ambientale, prevedendo applicazioni alternative alla banda larga mobile terrestre e tenendo conto dei diritti d'uso esistenti. A questo proposito, la Commissione ha già incaricato la CEPT (Conferenza europea delle amministrazioni delle poste e delle telecomunicazioni) di valutare le opportune applicazioni e di sviluppare le condizioni tecniche e i meccanismi di condivisione adeguati.

Link utili:

La comunicazione della Commissione è disponibile al seguente indirizzo:

Decisione della Commissione

Decisione UMTS

Sito della politica in materia di spettro radio

Mandato alla CEPT relativo alla banda terrestre non accoppiata 2 GHz

Sito internet di Neelie Kroes

Neelie Kroes su Twitter

Contatti:

Ryan Heath (+32 2 296 17 16), Twitter: @RyanHeathEU

Linda Cain (+32 2 299 90 19)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website