Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE ES

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 31 ottobre 2012

Auto più sicure dal 1° novembre 2012

Il 1° novembre 2012, con l'entrata in vigore di un pacchetto di requisiti di sicurezza per nuovi tipi di autoveicoli, l'Europa compie un importante passo avanti nel campo della sicurezza automobilistica. Varie misure diventano obbligatorie: avvisatori per le cinture di sicurezza, requisiti di sicurezza per i veicoli elettrici, sistemi di ritenuta per bambini più agevoli (ISOFIX), maggior protezione dei passeggeri dallo spostamento dei bagagli in caso di incidente e sistema di controllo della pressione degli pneumatici. Inoltre le auto dovranno essere munite di indicatori di cambio di marcia, che aiutano i conducenti a risparmiare carburante e a ridurre le emissioni di CO2. Questi nuovi dispositivi sono previsti dal regolamento sulla sicurezza generale1, adottato nel 2009, che sostituisce più di 50 direttive senza indebolire nessuna norma di sicurezza. Pertanto tale regolamento costituisce una notevole semplificazione della legislazione europea oltre a ridurre gli oneri amministrativi e normativi per il settore automobilistico.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e Commissario per le Imprese e l'Industria, ha dichiarato: "Ci stiamo adoperando per migliorare la sicurezza dei conducenti, dei passeggeri e degli utenti della strada europei in generale. Queste nuove misure aumenteranno notevolmente il livello di sicurezza, riducendo la probabilità di incidenti e le relative conseguenze. Si tratta di un successo tangibile dell'Unione europea. Inoltre va ricordato che il regolamento sulla sicurezza generale rappresenta la semplificazione normativa a più largo spettro in assoluto, poiché abroga più di 50 direttive, sostituendole con un unico regolamento."

Cfr. IP/08/786 per maggiori informazioni sul regolamento sulla sicurezza generale approvato nel 2009

Gli effetti dei nuovi requisiti di sicurezza

I requisiti di sicurezza resi obbligatori per i nuovi tipi di auto dal 1° novembre avranno effetti reali sulla sicurezza del conducente e dei passeggeri:

  • Il sedile del conducente dovrà essere munito di avvisatore per la cintura di sicurezza. Il dispositivo ricorda al conducente di allacciare la propria cintura di sicurezza mediante un allarme visivo e acustico persistente anche a veicolo in movimento.

  • Le auto elettriche dovranno soddisfare rigorosi parametri di sicurezza elettrica per garantire che conducenti e passeggeri non ricevano scosse elettriche quando toccano parti del veicolo o il vano motore.

  • Le autovetture dovranno essere dotate di almeno due punti di fissaggio ISOFIX per seggiolini per bambini integrati nei sedili posteriori. Questi punti di fissaggio, che possono essere utilizzati con seggiolini per bambini compatibili, garantiscono una maggiore stabilità del seggiolino e una migliore protezione del bambino e rendono più semplice l'installazione del seggiolino stesso nell'autoveicolo.

  • Sarà obbligatoria l'affissione nell'auto di nuove etichette che informino del pericolo costituito dall'installazione di sistemi di ritenuta per bambini rivolti all'indietro sui sedili anteriori in caso di entrata in funzione dell'air-bag frontale.

  • I sedili posteriori posti davanti al vano bagagli dovranno essere sufficientemente solidi da garantire una protezione contro lo spostamento dei bagagli in caso di scontro frontale. In tal modo si riduce il rischio per i passeggeri di essere urtati e feriti da oggetti scagliati nell'abitacolo in caso d'incidente.

  • Gli pneumatici delle autovetture dovranno essere muniti di un sistema di controllo della pressione degli pneumatici di bordo che rilevi le perdite di pressione e le segnali al conducente. In tal modo si riduce notevolmente la probabilità di scoppio degli pneumatici, causa spesso di gravi incidenti con ribaltamento. Inoltre l'adeguata pressione degli pneumatici riduce al massimo lo spazio di frenata e permette di risparmiare carburante e di diminuire le emissioni di CO2.

  • Infine, i nuovi tipi di autovetture dovranno essere muniti d'indicatori di cambio di marcia, che permetteranno ai conducenti di risparmiare carburante adottando uno stile di guida più rispettoso dell'ambiente.

Le prossime tappe

Le misure di sicurezza suddette saranno obbligatorie per i nuovi tipi di veicoli (ossia per i veicoli omologati dopo il 1° novembre 2012); nel 2014 saranno obbligatorie per tutti i veicoli nuovi venduti nell'UE.

Contesto

Grazie alla combinazione di varie misure destinate ai veicoli, ai conducenti e alle infrastrutture, applicate a livello dell'Unione europea, a livello nazionale e locale, gli incidenti stradali hanno subito una notevole diminuzione. Tuttavia questi risultati non sono ancora soddisfacenti, di conseguenza la Commissione ha proposto un nuovo obiettivo per il 2020: l'ulteriore riduzione dei decessi causati da incidenti stradali nell'UE del 50% rispetto al 2010. Le misure citate, intese a migliorare la tecnologia di sicurezza dei veicoli, contribuiranno a far conseguire questo obiettivo.

Contatti:

Carlo Corazza (+32 2 295 17 52)

Sara Tironi (+32 2 299 04 03)

1 :

Regolamento (CE) n. 661/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 luglio 2009, sui requisiti dell’omologazione per la sicurezza generale dei veicoli a motore, dei loro rimorchi e sistemi, componenti ed entità tecniche ad essi destinati.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site