Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

La Commissione adotta il programma di lavoro per il 2013

Commission Européenne - IP/12/1131   23/10/2012

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 23 ottobre 2012

La Commissione adotta il programma di lavoro per il 2013

Nel suo discorso sullo stato dell'Unione1 del settembre 2012, il Presidente Barroso ha delineato prospettive ambiziose per l'UE. La missione principale, che rimane quella di riportare l'Unione sulla via della crescita sostenibile, richiede una nuova impostazione e un'azione mirata in un numero limitato di settori prioritari. Il programma di lavoro per il 2013 adottato oggi illustra il modo in cui la Commissione intende lavorare per conseguire questi obiettivi nel 2013 e negli anni successivi.

Il programma di lavoro riassume gli obiettivi dell'Unione in sette ambiti prioritari e le misure che devono ancora essere adottate, spiegando che la Commissione perseguirà questi obiettivi portando avanti le iniziative fondamentali già all'esame, presentando nuove proposte e facendo in modo che l'effettiva attuazione delle riforme procuri vantaggi ai cittadini.

Il Presidente Barroso ha dichiarato: "Nel mio discorso sullo stato dell'Unione ho proposto un patto decisivo per l'Europa, che comporterà cambiamenti enormi. Il programma di lavoro spiega come la Commissione si adoperi quotidianamente per adottare le misure necessarie. Il 2013 sarà un anno fondamentale per dimostrare ai nostri cittadini che l'Unione svolge un ruolo guida nell'adozione di misure credibili e concrete che ci permettano di uscire dalla crisi e di porre solide basi per la futura crescita sostenibile".

Il Vicepresidente Šefčovič ha dichiarato: "Questi sono anni fondamentali per l'Europa. Le misure che prenderemo nei prossimi anni determineranno la nostra futura evoluzione. Non esiste una formula magica per risolvere i nostri problemi attuali, ma a livello di UE possiamo almeno contribuire a orientare il processo. Per questo l'obiettivo centrale del programma di lavoro della Commissione per il 2013 è promuovere un'azione comune dell'Europa per favorire la crescita e il reinserimento di un maggior numero di persone nel mercato del lavoro."

In termini di nuove proposte, il programma di lavoro della Commissione annuncia 50 nuove iniziative da presentare nel 2013 e nella prima parte del 2014. Le iniziative legislative fondamentali devono tener conto del fatto che la legislatura attuale terminerà nel 2014. Le nuove iniziative volte ad affrontare sfide concrete nei sette ambiti prioritari mireranno a:

    - realizzare un'unione economica e monetaria effettiva: nuovi atti legislativi per rafforzare la stabilità, la trasparenza e la tutela dei consumatori nel settore finanziario, basati in particolare sul progetto di unione economica e monetaria effettiva;

    - promuovere la competitività attraverso il mercato unico e la politica industriale: iniziative volte a ridurre i costi per le imprese in settori quali l'IVA e la fatturazione, a rimuovere gli ostacoli alla competitività e a promuovere i principali settori di crescita attraverso partenariati pubblico-privato per la ricerca;

    - connect to compete (collegare per competere): costruire oggi le reti di domani: potenziare le reti liberalizzando il settore dell'energia, incentivando gli investimenti in infrastrutture come la banda larga e modernizzando i trasporti e la logistica in Europa;

    - orientare la crescita a favore dell'occupazione: inclusione e eccellenza: fornire un sostegno concreto ai disoccupati, ad esempio attraverso i servizi di collocamento pubblici, e fare in modo che l'UE si adoperi con il massimo impegno per favorire l'inclusione sociale;

    - utilizzare le risorse dell'Europa per promuovere la competitività: conferire alla prospettiva a lungo termine, così importante per la crescita sostenibile, un quadro su energia e cambiamenti climatici fino al 2030 e intraprendere azioni mirate riguardanti la qualità dell'aria e i rifiuti;

    - costruire un'Europa sicura: promuovere la giustizia con l'istituzione di una procura europea per tutelare gli interessi finanziari dell'Unione, la sicurezza attraverso la lotta contro il traffico di armi da fuoco e la cittadinanza grazie all'anno europeo dei cittadini;

    - sfruttare la nostra influenza: l'Europa come attore globale: promuovere i nostri interessi e i nostri valori attraverso una nuova generazione di accordi commerciali e un'azione mirata nel nostro vicinato e perseguire gli obiettivi di sviluppo del millennio in qualità di partner principale della cooperazione allo sviluppo.

Una considerazione comune a tutti questi settori è che l'anno prossimo sarà decisivo per trasformare un accordo ambizioso sul quadro finanziario pluriennale in un motore di cambiamento.

L'adozione del programma di lavoro della Commissione fa seguito a un dialogo intenso e strutturato con il Parlamento europeo, il Comitato delle regioni e il Comitato economico e sociale europeo sulle priorità dell'Unione.

Ora la Commissione collaborerà strettamente con il Parlamento europeo, il Consiglio e le parti interessate, compresi i parlamenti nazionali, per conseguire questi obiettivi in modo da ottenere risultati tangibili a favore dei cittadini europei.

Il programma di lavoro della Commissione per il 2013 è disponibile al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/atwork/key-documents/index_it.htm

Contatti:

Olivier Bailly (+32 2 296 87 17)

Mark Gray (+32 2 298 86 44)

Antony Gravili (+32 2 295 43 17)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site