Navigation path

Left navigation

Additional tools

La giornata europea contro la tratta di esseri umani: un’azione comune per eliminare la tratta

European Commission - IP/12/1106   17/10/2012

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Bruxelles, 17 ottobre 2012

La giornata europea contro la tratta di esseri umani: un’azione comune per eliminare la tratta

Il 18 ottobre, in occasione della sesta giornata europea contro la tratta di esseri umani, la Commissaria per gli Affari interni Cecilia Malmström interverrà a una conferenza, il cui scopo è progettare azioni future e garantire che tutti gli attori collaborino per eradicare questo fenomeno. All’evento, organizzato dalla Commissione europea e dalla presidenza cipriota dell’Unione europea, parteciperanno anche il ministro degli Affari interni di Cipro, Eleni Mavrou, e la coordinatrice anti-tratta dell’UE, Myria Vassiliadou.

La tratta di esseri umani rimane un problema preoccupante all’interno dell’Unione, dove, secondo le stime dell’Organizzazione internazionale del lavoro, 880 000 persone, pari a 1,8 su 1 000 abitanti, sono vittime di lavoro forzato, tra cui lo sfruttamento sessuale. Nell’ultima indagine Eurobarometro, il 93% degli europei ha sostenuto che gli Stati membri dell’UE dovrebbero cooperare nella lotta contro la tratta.

“Privare le persone della libertà, sfruttarle e venderle come merci a fini di profitto, costituiscono gravi violazioni dei diritti umani. La tratta di esseri umani non può essere tollerata in alcuna forma, che sia in Europa o nel resto del mondo. Abbiamo elaborato norme e misure ambiziose per combatterla e gli Stati membri hanno espresso la loro volontà politica in questo senso. Adesso la priorità è passare alla fase di attuazione, ossia tradurre la legislazione in realtà. Abbiamo l’obbligo, sia morale che giuridico, di intervenire, e dobbiamo farlo in partenariato con le organizzazioni internazionali, i paesi terzi, le organizzazioni della società civile, il settore privato e tutti gli altri attori all’interno dell’Unione e nel resto del mondo. Se vogliamo eliminare la tratta di esseri umani dobbiamo insomma agire insieme”, ha dichiarato Cecilia Malmström.

La conferenza offrirà alla Commissione europea l’opportunità di stimolare gli Stati membri a recepire tempestivamente la nuova legislazione dell’UE sulla tratta di esseri umani e ad attuare le misure concrete e pratiche indicate nella nuova strategia dell’UE per affrontare in modo efficace questa forma devastante di criminalità: restano infatti meno di sei mesi per applicare a livello nazionale la direttiva anti-tratta.

Per l’occasione si riuniranno leader politici ad alto livello, funzionari governativi di tutti gli Stati membri, rappresentanti delle organizzazioni della società civile e del settore privato, esperti, persone che operano in prima linea a diretto contatto con le vittime, ma anche artisti e media. I partecipanti rifletteranno sui modi per agevolare l’azione degli operatori in ogni aspetto della tratta di esseri umani e per garantire un’attuazione coerente delle iniziative politiche dell’UE.

La conferenza, che sarà accessibile ai giornalisti, si concentrerà sul lavoro da svolgere per rafforzare la cooperazione e i partenariati, la prevenzione, la protezione delle vittime e l’assistenza, nonché il perseguimento dei trafficanti.

Sono queste alcune delle priorità e delle iniziative principali indicate dalla “Strategia dell’UE per l’eradicazione della tratta degli esseri umani (2012-2016)” (IP/12/619 e MEMO/12/455).

Rimane basso, ad esempio, il numero totale di casi perseguiti nell’Unione europea: i risultati preliminari di indagini recenti mostrano che tra il 2008 e il 2010 il numero di condanne per tratta di esseri umani è diminuito. Per questo motivo la strategia prevede, tra l’altro, l’istituzione di unità nazionali multidisciplinari di contrasto alla criminalità specializzate nella tratta e sostiene gli Stati membri nella creazione di squadre investigative comuni. Identificare, assistere e proteggere meglio le vittime aumenterà inoltre la loro partecipazione e cooperazione alla lotta contro i trafficanti. La strategia sottolinea infine l’esigenza di istituire meccanismi formali di riferimento in tutti gli Stati membri.

Il 18 ottobre, alle ore 13, si terrà una conferenza stampa nel Centro congressi Albert Borschette (sala CCAB 0A).

Contesto

Con la “Strategia dell’UE per l’eradicazione della tratta degli esseri umani (2012-2016)” la Commissione propone azioni concrete per sostenere e completare l’attuazione della normativa dell’Unione europea concernente la prevenzione e la repressione della tratta di esseri umani e la protezione delle vittime (direttiva 2011/36/UE), il cui termine di recepimento scade il 6 aprile 2013.

La strategia è uno strumento pratico che affronta le esigenze e le sfide principali dell’UE per i prossimi cinque anni dal punto di vista dei diritti umani e tenendo conto della prospettiva di genere. Identifica le cinque priorità seguenti, per ognuna delle quali espone una serie di iniziative:

  • individuare, proteggere e assistere meglio le vittime, con un’attenzione particolare ai minori;

  • intensificare la prevenzione della tratta di esseri umani e ridurne la domanda;

  • potenziare l’azione penale nei confronti dei trafficanti;

  • migliorare il coordinamento, la cooperazione e la coerenza all’interno dell’UE, con le organizzazioni internazionali e con i paesi terzi, compresi la società civile e il settore privato;

  • aumentare la conoscenza delle tendenze emergenti nella tratta di esseri umani e dare una risposta efficace.

Link utili:

Sito web di Cecilia Malmström

La Commissaria Malmström su Twitter

Sito web della DG Affari interni

La DG Affari interni su Twitter

Sito web anti-tratta della Commissione europea

Conferenza “Agire insieme contro la tratta di esseri umani: le prospettive” (il discorso della Commissaria Malmström sarà pubblicato)

Contatti:

Michele Cercone (+32 2 298 09 63)

Tove Ernst (+32 2 298 67 64)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website