Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Il multilinguismo in Europa: la Commissaria Vassiliou presenta i premi del Label europeo per le lingue

Commission Européenne - IP/12/1026   27/09/2012

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea

Comunicato stampa

Limassol/Bruxelles, 27 settembre 2012

Il multilinguismo in Europa: la Commissaria Vassiliou presenta i premi del Label europeo per le lingue

Cinque progetti che hanno ottenuto risultati eccellenti nella promozione dell'insegnamento e dell'apprendimento delle sono stati premiati oggi con i primi "European Language Label of the Labels Awards". Le iniziative vincenti (si vedano oltre i dettagli) sono basate in Belgio, Italia, Lituania, Norvegia e Romania. Androulla Vassiliou, Commissaria europea per l'Educazione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha presentato i premi nella conferenza "Multilinguismo in Europa" a Limassol, Cipro, uno dei quasi 500 eventi che si celebrano in tutta Europa per celebrare il Giorno europeo delle lingue.

I 32 paesi che partecipano al programma di apprendimento permanente (27 Stati membri dell'UE, 4 paesi dell'SEE/EFTA e la Turchia) sono stati invitati a designare per i premi il loro miglior progetto nazionale di apprendimento delle lingue. Una giuria di specialisti, presieduta da Miguel Angel Martinez, Vicepresidente del Parlamento europeo, ha quindi selezionato i cinque migliori progetti sulla base della loro dimensione europea e del loro impatto in termini di miglioramento delle competenze linguistiche del gruppo destinatario.

La Commissaria Vassiliou ha dichiarato: "Mi congratulo calorosamente con tutti i progetti designati. È stato difficile per la giuria scegliere i vincitori proprio per la grande qualità dei progetti presentati. Il Label europeo per le lingue fa conoscere molte eccellenti iniziative che offrono a persone di ogni età la possibilità di imparare altre lingue e conoscere altre culture. Nell'ultimo decennio hanno partecipato all'iniziativa 1 500 progetti, e ciò evidenzia sino a che punto il Label europeo per le lingue ha contribuito al multilinguismo."

Progetti vincitori

EuroCatering Language Training (Belgio, Francia e comunità neerlandofone): Questo progetto, rivolto agli studenti, ai tirocinanti e ai lavoratori del settore alberghiero e della ristorazione, ha lo scopo di migliorare le competenze nel campo della lingua parlata, di 7 lingue europee (inglese, francese, spagnolo, neerlandese, norvegese, sloveno e galiziano). Esso mette in rapporto le competenze linguistiche con le necessità professionali ed è appoggiato dal programma d'istruzione e formazione professionale Leonardo Da Vinci della Commissione. L'obiettivo è ampliare il progetto ad altre lingue europee entro quest'anno.

CMC_E Communicating in Multilingual Contexts meets the Enterprise (Italia): Questo progetto comprende 6 lingue europee (inglese, spagnolo, italiano, polacco, portoghese e slovacco) e si propone di sviluppare competenze linguistiche di alto livello in un contesto professionale. Ha avuto un forte impatto in tutta l'Europa grazie all'efficace cooperazione tra le università e le imprese europee.

Learning by moving (Lituania): Questo progetto comprende 9 lingue (lituano, tedesco, inglese, spagnolo, italiano, polacco, rumeno, turco e maltese) e si concentra sull'apprendimento linguistico tra paesi vicini. È diretto a studenti, pensionati, turisti, disoccupati, immigranti e lavoratori.

My language – your language (Norvegia): Questo progetto si dirige in particolare ai bambini delle scuole materne e della scuola primaria e secondaria. Si basa sulla convinzione che la conoscenza della propria lingua e di altre lingue consente alle persone di contribuire maggiormente alla società e alla diversità. L'apprendimento linguistico è accompagnato da attività culturali, come le esposizioni.

EuroIntegrELP (Romania): Questo progetto, che comprende 15 lingue europee (EN, FR, DE, EE, EL, ES, SK, EUSK, HR, IT, LT, NL, PL, RO, RU), coinvolge quasi tutti i settori educativi ed è diretto ad un ampio gruppo destinatario che comprende studenti, professori, lavoratori e disoccupati.

Contesto

Gli European Label of the Labels Awards sono stati organizzati in modo tale da coincidere con il 10° anniversario del Vertice di Barcellona del 2002, nel quale i Capi di Stato e di Governo hanno invitato a favorire l'insegnamento di due lingue straniere sin dalla tenera età ed è stato messo a punto un indicatore di competenza linguistica per misurare il progresso dell'apprendimento linguistico.

Il multilinguismo è al centro dell'iniziativa del Label europeo delle lingue, iniziato come progetto pilota nel 1998-99 e poi trasformatosi in un'iniziativa europea nel 2001.

Ciascuno dei 31 progetti designati e inviati ha ricevuto una targa commemorativa e viene presentato nell'opuscolo speciale ("European Language Label – Empowering People"), pubblicato per commemorare i premi. La Svezia è stato l'unico paese partecipante a non designare alcun progetto.

I progetti sono stati valutati in funzione della loro dimensione europea e del loro impatto. Il criterio della dimensione europea si riflette nella diversità linguistica dei progetti vincitori e nella misura in cui l'apprendimento linguistico contribuisce a migliorare la comprensione di altre culture. L'impatto si riferisce ai risultati del progetto, al carattere innovativo, al miglioramento delle competenze nelle lingue straniere, alle dimensioni del gruppo destinatario e al numero crescente di utenti.

Per ulteriori informazioni

Label europeo delle lingue : European Language Label (si veda anche la base di dati Label) 

Giorno europeo delle lingue: IP/12/1005 e MEMO/12/703

Sito web di Androulla Vassiliou

Segui Androulla Vassiliou su Twitter @VassiliouEU

Contatti :

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58); Twitter: @DennisAbbott

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site