Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Sostenere la ripresa e lo sviluppo della Somalia: la Commissione europea investirà altri 175 milioni di euro nella governance, nell'istruzione e nella sicurezza alimentare

Commission Européenne - IP/11/951   05/08/2011

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Sostenere la ripresa e lo sviluppo della Somalia: la Commissione europea investirà altri 175 milioni di euro nella governance, nell'istruzione e nella sicurezza alimentare

Bruxelles, 5 agosto 2011 – Oggi il Commissario UE per lo Sviluppo Andris Piebalgs ha annunciato che l'Europa intende potenziare il suo impegno a lungo termine in Somalia erogando altri 175 milioni di euro di aiuti allo sviluppo a favore del Somaliland, del Puntland e di altre regioni in cui esistono già condizioni sostenibili di sicurezza e livelli minimi di governance nonché a favore della Somalia centrale, dove la stabilità sta aumentando e la situazione è tale da consentire agli aiuti allo sviluppo di conseguire risultati concreti.

Il Commissario Piebalgs, che si è recato in Somaliland meno di un mese fa, ha ribadito la sua convinzione che gli aiuti allo sviluppo possono offrire soluzioni durature, poiché affrontano i problemi di fondo all'origine delle crisi prolungate. Il Commissario ha dichiarato: "La Somalia attraversa una crisi umanitaria estremamente grave che è una conseguenza diretta della siccità, ma le cui cause profonde sono legate ai problemi strutturali di questo fragile Stato. I nuovi finanziamenti ci permetteranno di contribuire al potenziamento delle istituzioni e di investire nel miglioramento delle infrastrutture, nella sicurezza alimentare e nell'istruzione. Confidiamo che il nostro impegno duraturo favorirà la stabilità e lo sviluppo economico inclusivo e sostenibile in Somalia: è il minimo che possiamo fare per una popolazione che soffre da troppo tempo".

Il pacchetto di aiuti odierno si aggiunge alla dotazione quinquennale di 212 milioni di euro per il sostegno alla Somalia già in corso (2008-2013), portando a 387 milioni di euro l'assegnazione complessiva per questo paese a titolo del 10° Fondo europeo di sviluppo.

Segue...

Ulteriori informazioni

Gli aiuti allo sviluppo dell'UE a favore della Somalia sono destinati principalmente ai seguenti settori:

  • sviluppo economico/sicurezza alimentare, comprese le infrastrutture: l'UE finanzia progetti a favore dell'agricoltura, dell'allevamento, dello sviluppo del settore privato e dell'infrastruttura economica. Oltre a rafforzare questi progetti, il sostegno supplementare servirà a potenziare le infrastrutture per migliorare l'approvvigionamento idrico ed energetico, la gestione dei rifiuti e i servizi sanitari nei comuni selezionati;

  • istruzione: i livelli di partecipazione all'istruzione in Somalia sono ancora fra i più bassi del mondo. I finanziamenti supplementari dell'UE permetteranno di migliorare i tassi di alfabetizzazione, estendendo i servizi scolastici di base ad altre zone geografiche, e di soddisfare il fabbisogno di istruzione della popolazione rurale e delle categorie svantaggiate. L'UE prevede investimenti mirati nella formazione professionale per soddisfare le esigenze di base in settori chiave quali l'attività commerciale, l'imprenditoria, la pesca e l'allevamento. Un sostegno mirato agli istituti di istruzione superiore contribuisce a soddisfare le esigenze fondamentali in termini di sviluppo delle risorse umane in questo fragile contesto;

  • governance: l'UE è già il principale donatore nell'ambito dei più importanti programmi volti ad assistere il settore pubblico, la polizia, il settore giudiziario, le istituzioni democratiche, i processi elettorali e la società civile della Somalia. Gli investimenti in questo settore continueranno ad incentrarsi sul potenziamento della governance a livello nazionale, regionale e locale, sull'applicazione della legge, sulla sicurezza e sullo Stato di diritto, sulla riconciliazione e sul processo costituzionale, con particolare attenzione alla consultazione e alla sensibilizzazione dei cittadini, e sui processi elettorali nel Somaliland, nel Puntland e, eventualmente, a livello federale.

Aiuti umanitari alla Somalia

L'Unione europea è inoltre uno dei principali donatori di aiuti umanitari ai milioni di Somali vittime delle violenze e della carestia nel loro paese e nell'intera regione (Etiopia, Kenya e Gibuti).

Nel 2010 la Commissione europea ha stanziato 35 milioni di euro per aiuti umanitari a favore della Somalia. Nel 2011 sono già stati stanziati 30 milioni di euro e ne sono previsti altri 28. Questi fondi finanziano interventi a livello di sicurezza alimentare, sanità, nutrizione, alloggi di emergenza, acqua, strutture igienico-sanitarie, promozione dell'igiene, sostegno alla sussistenza, protezione e coordinamento degli aiuti.

L'aumento dei finanziamenti per gli aiuti umanitari alla Somalia fa parte di un pacchetto più ampio destinato a rispondere alla grave crisi causata dalla siccità e dalla carestia nel Corno d'Africa. Nel 2011 sono già stati stanziati 97,47 milioni di euro per i paesi del Corno d'Africa. La Commissione ha avviato un processo volto a mobilitare rapidamente altri 60 milioni di euro per alleviare le sofferenze di tutte queste persone, il che porterà la risposta complessiva a quasi 158 milioni di euro.

Per ulteriori informazioni

MEMO/11/549

IP/11/837 sulla visita del Commissario Piebalgs nel Somaliland

Scheda informativa ECHO

http://ec.europa.eu/echo/index_en.htm

Sito Internet della DG Sviluppo e cooperazione-EuropeAid:

http://ec.europa.eu/europeaid/index_en.htm

Sito Internet del Commissario europeo per lo Sviluppo, Andris Piebalgs:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/piebalgs/index_en.htm

Contatti:

Catherine Ray (+32 2 296 99 21)

Wojtek Talko (+32 2 297 85 51)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site