Navigation path

Left navigation

Additional tools

Ambiente: limiti più severi all'uso del creosoto per fini industriali

European Commission - IP/11/925   26/07/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Ambiente: limiti più severi all'uso del creosoto per fini industriali

Bruxelles, 26 luglio 2011 – Il 1° maggio 2013, in seguito ad un inasprimento normativo deciso dalla Commissione europea, entreranno in vigore severe restrizioni all'uso industriale del creosoto, una sostanza chimica tossica nota per essere utilizzata nelle traversine in legno delle ferrovie, nei pali della luce e nelle recinzioni. Il creosoto, una sostanza cancerogena, non potrà più essere immessa sul mercato UE, tranne in caso di specifica autorizzazione. L'uso del creosoto nei prodotti di consumo è ormai vietato dal 2003.

La nuova decisione della Commissione modifica la direttiva relativa all'immissione sul mercato dei biocidi e si basa su una valutazione dei rischi degli effetti del creosoto sulla salute umana e sull'ambiente.

Il creosoto è cancerogeno a tutti i livelli e vi sono notevoli rischi per l'ambiente quando il legno trattato con creosoto entra in diretto contatto con il suolo o l'acqua.

Il commissario responsabile per l'Ambiente, Janez Potočnik, ha dichiarato: "La decisione presa oggi contribuisce a rendere l'ambiente più sicuro per tutti. Il creosoto continuerà ad essere utilizzato in casi particolari, ma le restrizioni appena adottate garantiranno che la sicurezza rimanga una priorità in tutte le situazioni. L'industria ora deve accelerare gli sforzi per trovare alternative affidabili e meno dannose per l'ambiente."

Il creosoto costituisce un trattamento industriale preventivo del legno che viene utilizzato da più di cent'anni e che suscita ora crescenti preoccupazioni a causa della sua tossicità. Si tratta di una mistura complessa di centinaia di composti distinti, tra i quali idrocarburi aromatici bi e policiclici che sono molto dannosi per l'ambiente e creano rischi inaccettabili per le generazioni future.

Le traversine in legno trattate con il creosoto sono ancora frequentemente utilizzate dalle compagnie ferroviarie, in particolare nelle zone rurali o in località difficili da raggiungere. Sono ben noti anche i pali in legno utilizzati per i cavi di distribuzione dell'energia elettrica o delle telecomunicazioni. Anche le recinzioni agricole e industriali costituiscono un mercato importante per il legno trattato con il creosoto.

Le analisi del ciclo di vita dimostrano che in alcuni casi non esistono alternative adeguate. Di conseguenza, gli Stati membri possono autorizzarne l'immissione sul mercato per usi chiaramente definiti quando non sono disponibili soluzioni alternative meno dannose per l'ambiente. In tali casi si applicano rigide condizioni che prevedono tra l'altro la protezione dei lavoratori dall'esposizione durante il trattamento e la manipolazione del legno trattato. Dalla consultazione delle parti interessate, che ha costituito parte del processo decisionale, è emerso che l'utilizzo del creosoto in determinate applicazioni consente notevoli vantaggi socio-economici.

Fasi successive

Gli Stati membri dovranno adottare e pubblicare le rispettive legislazioni di recepimento della normativa in questione entro e non oltre il 30 aprile 2012. La suddetta normativa si applica a decorrere dal 1° maggio 2013.

Contesto

Tecnicamente, la misura adottata oggi costituisce una modifica della direttiva sui biocidi, che aggiunge il creosoto all'allegato 1, che contiene l'elenco delle sostanze attive con i requisiti concordati a livello comunitario per il loro inserimento nei prodotti biocidi. La direttiva sui biocidi è diretta ad armonizzare il mercato europeo dei prodotti biocidi e delle loro sostanze attive, allo scopo di offrire un elevato livello di tutela per l'uomo, gli animali e l'ambiente.

Maggiori informazioni

http://ec.europa.eu/environment/biocides/index.htm

http://ec.europa.eu/environment/biocides/creosote.htm

Contacts:

Joe Hennon (+32 2 295 35 93)

Monica Westeren (+32 2 299 18 30)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website