Navigation path

Left navigation

Additional tools

Consultazione della Commissione su come cinema e televisione possono sfruttare appieno le opportunità dell'era digitale

European Commission - IP/11/868   13/07/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea — comunicato stampa

Consultazione della Commissione su come cinema e televisione possono sfruttare appieno le opportunità dell'era digitale

Brussels, 13 luglio — Internet e la tecnologia digitale stanno rivoluzionando i modi di produzione, commercializzazione e distribuzione delle opere audiovisive. I consumatori si stanno sempre più abituando a poter guardare quel che vogliono, ovunque e in qualsiasi momento grazie a tutta una serie di dispositivi (TV, computer, console giochi e apparecchi di comunicazione mobile). I modelli commerciali devono evolversi rapidamente se vogliono tener dietro ai ritmi sempre più veloci dell'innovazione tecnologica, la quale offre nuove opportunità a creatori e distributori, crea nuove aspettative nei consumatori e, in definitiva, favorisce la crescita e l'occupazione.

Al fine di raccogliere pareri su come l'Europa possa cogliere tali opportunità e avviarsi verso un mercato unico del digitale, la Commissione europea ha pubblicato un Libro verde su iniziativa di Michel Barnier, commissario per il Mercato interno, d'accordo con Neelie Kroes, commissaria europea per l'agenda digitale e vicepresidente della Commissione e con Androulla Vassilliou, commissaria per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù. Il Libro verde servirà da base a un dibattito sull'opportunità ed, eventualmente, sulle modalità di un adattamento del quadro normativo per consentire all'industria europea di sviluppare nuovi modelli commerciali, ai creatori di trovare nuovi canali di distribuzione e ai consumatori europei di beneficiare di un miglior accesso ai contenuti in tutta Europa. Tutte le parti interessate sono invitate ad esprimersi su diversi aspetti della distribuzione online di opere audiovisive quali film, documentari, fiction televisive, cartoni animati, ecc. C'è tempo fino al 18 novembre 2011 per inviare le risposte.

Il commissario Barnier si è così espresso: "Desidero fare in modo che gli europei possano sfruttare appieno le opportunità offerte da internet. È importante per me sentire le opinioni di tutte le parti interessate, dai creatori ai consumatori, passando per gli interpreti, i produttori e i distributori. I risultati della consultazione contribuiranno in misura significativa alle iniziative che sto preparando, tra cui una proposta legislativa sulle licenze collettive di diritti d'autore, un'analisi del quadro legislativo fissato dalla direttiva sulla società dell'informazione e un riesame della direttiva sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.".

Le tematiche abbordate nel Libro verde sono molteplici:

  • dal ritmo a cui il settore audiovisivo sta cambiando sulla scia della rivoluzione digitale a come meglio affrontare le sfide che tutto ciò comporta, al modo migliore di cogliere le opportunità che un mercato unico del digitale offrirà ai creatori, alle imprese e ai consumatori, quali nuovi modelli commerciali, maggiori servizi online e un miglior compenso per i titolari di diritti.

  • vi si affronta la questione della liberatoria dei diritti per la distribuzione online dei servizi (di media) audiovisivi; vi si discute della necessità di una valutazione della portata e dell'esatta natura dei problemi del settore e delle possibili soluzioni politiche;

  • ci si chiede se a livello dell'Unione europea debbano essere prese ulteriori misure per garantire il versamento di un compenso adeguato ad autori ed artisti per l'uso online delle opere e delle esecuzioni di cui detengono i diritti;

  • vengono inoltre trattati certi usi specifici delle opere audiovisive, quali la pubblica utilità degli istituti per il patrimonio cinematografico e l'accesso dei disabili al materiale culturale.

Le risposte alla consultazione aiuteranno la Commissione a valutare la necessità di adottare misure che consentano ai cittadini dell'UE, ai fornitori di servizi di contenuti online e ai titolari dei diritti di sfruttare appieno il potenziale del mercato unico del digitale, nonché ad elaborare la sua prossima proposta per una razionalizzazione della gestione collettiva dei diritti.

Contesto

L'industria culturale europea, in cui rientra il settore audiovisivo, contribuisce in maniera significativa all'economia dell'UE, poiché rappresenta circa 6 milioni di posti di lavoro e quasi il 3% del PIL, ovvero un valore annuale di mercato pari a 500 miliardi di euro. Il settore svolge inoltre un ruolo importante nel promuovere l'innovazione, in particolare per quanto concerne i dispositivi e le reti. L'UE occupa il secondo posto mondiale per audience televisiva, produce più film di qualsiasi altra regione al mondo e ospita oltre 500 servizi video online.

Nel periodo 2007-2013 gli investimenti nell'industria cinematografica europea del programma MEDIA della Commissione europea ammontano a 755 milioni di euro (dall'avvio del programma nel 1991 sono stati erogati oltre 1,5 miliardi di euro). L'obiettivo è migliorare la distribuzione e la promozione dei film europei e rafforzare la competitività del settore. Il programma mira fra l'altro a sostenere la distribuzione online di opere audiovisive, ad esempio attraverso le piattaforme di video su richiesta. Vedasi:

http://ec.europa.eu/culture/media/programme/newtech/vod_dcc/list/index_en.htm

Il Libro verde della Commissione si inscrive nel contesto della Strategia Europa 2020, che punta a stimolare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva in Europa, dell'Atto per il mercato unico1, della strategia della Commissione in materia di diritti di proprietà intellettuale (vedasi IP/11/630) e dell'Agenda europea del digitale (vedasi IP/10/581).

Vedasi inoltre (MEMO/11/502).

La consultazione è disponibile al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/internal_market/consultations/2011/audiovisual_en.htm

Contatti:

Chantal Hughes +32.2.2964450

Carmel Dunne +32.2.2998894

Catherine Bunyan +32.2.2996512

1 :

“L’Atto per il mercato unico — Dodici leve per stimolare la crescita e rafforzare la fiducia — Insieme per una nuova crescita” — COM(2011) 0206 definitivo del 13 aprile 2011.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website