Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea – Comunicato stampa

Sicurezza stradale: gli incidenti stradali nell'UE sono diminuiti dell'11% nel 2010

Bruxelles, 5 luglio 2011 – La Commissione europea ha pubblicato oggi nuove statistiche che mostrano come gli incidenti stradali nell'area UE siano diminuiti dell'11% nel 2010. Tuttavia, le statistiche dei singoli paesi (vedere la tabella sotto), evidenziano il fatto che il numero di vittime varia sensibilmente a seconda dello Stato membro. La maggior parte dei paesi ha raggiunto una riduzione a due cifre nel numero di vittime nel corso dell'anno passato. I risultati migliori sono stati conseguiti da Lussemburgo (33%), Malta (29%), Svezia (26%) e Slovacchia (26%). Tuttavia resta ancora molto da fare.

Siim Kallas, vicepresidente della Commissione e responsabile per i trasporti, ha dichiarato in proposito: "È molto incoraggiante che quasi tutti gli Stati membri siano riusciti a ridurre significativamente il loro numero di vittime stradali, ma la cautela è d'obbligo. Ogni giorno sulle strade europee muoiono ancora cento persone. La situazione è nettamente migliorata dal 2001 e siamo riusciti a salvare quasi 100.000 vite. Tuttavia, il numero di incidenti e di feriti sulle nostre strade resta inaccettabile. Il nostro obiettivo è di ridurre il numero delle vittime della metà entro il 2020. Pertanto, faremo attenzione al tipo di veicoli che le persone utilizzano e a dove e come esse guidano".

La tabella allegata –"Vittime della strada per paese" – mostra i progressi ottenuti grazie al Piano di azione per la sicurezza stradale 2001-10. Sono riportati i dati relativi a tutta l'UE e suddivisi per paese. Essa include anche i dati più recenti del 2010.

Piano d'azione europeo per la sicurezza stradale

Nel luglio 2010 la Commissione europea ha adottato una serie di misure ambiziose per dimezzare la mortalità sulle strade europee nei prossimi dieci anni. Le iniziative proposte oggi nell'ambito degli "Orientamenti europei 2011-2020 per la sicurezza stradale" vanno da norme più rigorose in materia di sicurezza dei veicoli al miglioramento dell'educazione degli utenti della strada, fino ad una più severa applicazione del codice della strada. La Commissione opera in stretta collaborazione con gli Stati membri per attuare questo programma.

Programma di azione per la sicurezza stradale 2011-20:

Il programma di azione per la sicurezza stradale presenta un insieme di iniziative incentrate sui miglioramenti che possono essere apportati ai veicoli, alle infrastrutture e ai comportamenti dei conducenti.

Gli obiettivi strategici sono sette:

  • Maggiori misure di sicurezza per i mezzi pesanti e le automobili

  • Costruzione di strade più sicure

  • Sviluppo di veicoli intelligenti

  • Rafforzamento della formazione e del sistema di rilascio delle patenti

  • Migliore applicazione delle norme più severe

  • Azioni mirate per i feriti

  • Attenzione rinnovata ai motociclisti.

I provvedimenti dettagliati per ogni obiettivo strategico sono elencati nel MEMO/10/343.

Si veda anche: MEMO/11/483

Vittime della strada per paese (per milione di abitanti)

Stato Membro

Numero di vittime per milione di abitanti

Andamento del numero delle vittime

 

2001

2010

2009 - 2010

2001 - 2010

Lettonia

236

97

-14%

-61%

Lituania

202

90

-19%

-58%

Spagna

136

54

-9%

-55%

Svezia

66

28

-26%

-54%

Lussemburgo

159

64

-33%

-54%

Slovenia

114

53

-25%

-53%

Irlanda

107

45

-16%

-51%

Francia

134

62

-7%

-51%

Slovenia

140

68

-19%

-50%

Portogallo

163

79

1%

-49%

Germania

85

45

-12%

-48%

Regno Unito

61

31

-18%

-47%

Paesi Bassi

62

32

-17%

-46%

Belgio

145

76

-12%

-44%

Italia

125

66

-6%

-44%

UE

112

62

-11%

-43%

Austria

119

66

-13%

-42%

Estonia

146

88

20%

-41%

Ungheria

121

74

-10%

-40%

Repubblica ceca

130

76

-11%

-40%

Cipro

140

75

-15%

-39%

Danimarca

81

48

-13%

-39%

Finlandia

84

51

-1%

-36%

Grecia

172

116

-10%

-30%

Polonia

145

102

-15%

-29%

Bulgaria

124

102

-14%

-23%

Malta

41

36

-29%

-6%

Romania

109

111

-15%

-3%

Contatti:

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website