Navigation path

Left navigation

Additional tools

Verso un’informazione armonizzata in Europa in materia di ambiente: dite la vostra sugli standard che influenzeranno la vita di ciascuno

European Commission - IP/11/798   29/06/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Verso un’informazione armonizzata in Europa in materia di ambiente: dite la vostra sugli standard che influenzeranno la vita di ciascuno

Bruxelles, 29 giugno 2011 – Organizzare un salvataggio di emergenza transfrontaliero, prevenire grossi danni ambientali o paragonare i consumi di energia degli edifici in diversi paesi diventerà presto più rapido e più facile grazie al miglioramento dello scambio di informazioni nell’UE.

Con INSPIRE - Infrastruttura per l’informazione territoriale in Europa – l’Unione europea sta creando uno standard comune per rendere l’informazione ambientale di facile e rapido accesso. Ciò si tradurrà in evidenti benefici per i cittadini europei, che spazieranno dai servizi di emergenza ad un ambiente quotidiano più sano. Gli standard comuni aiuteranno a ridurre i costi e a migliorare le basi per i processi decisionali a tutti i livelli. In questo momento è in corso un sondaggio di opinioni sull’adeguatezza degli standard proposti (vedere il link qui sotto).

Standard comuni contribuiranno ad aumentare la percentuale di successi nei casi in cui l’accesso a informazioni corrette è essenziale. Ciò aiuterà a prevenire gravi incidenti come quello verificatosi nel sud della Francia dove l’intervento dei vigili del fuoco è stato ritardato dalla mancanza di accesso a dati aggiornati e completi. INSPIRE svolgerà inoltre un ruolo importante nel valutare come i paesi raggiungono gli obiettivi UE nella riduzione del consumo di energia: oggi il margine di errore può arrivare fino al 20%.

Centinaia di esperti in Europa hanno lavorato insieme diversi anni per stabilire definizioni comuni in importanti settori come l’energia, il cambiamento climatico, la biodiversità, l’ambiente marino e la salute umana. Gli standard proposti sono adesso consultabili e testabili dal pubblico al fine di valutare la loro funzionalità in diverse discipline e nazioni.

Janez Potočnik, commissario responsabile per l’Ambiente, ha dichiarato: “Gli standard INSPIRE ci aiuteranno a migliorare l’ambiente. Maggiore è la nostra comprensione comune degli argomenti di cui si parla in Europa, migliore sarà il nostro lavoro comune a beneficio dell’ambiente. Spero che molti cittadini comunichino la propria opinione”

Máire Geoghegan-Quinn, commissario europeo per la ricerca, l’innovazione e lo sviluppo tecnologico e quindi responsabile del Centro comune di ricerca (CCR) che si occupa della coordinazione tecnica di INSPIRE, ha dichiarato: “Grazie a materiali e competenze messi a disposizione da parte di oltre 650 organizzazioni pubbliche e private e coordinate dal CCR, INSPIRE costituisce una base di conoscenze dal potenziale altissimo. Gli standard comuni per i dati ambientali sono cruciali non solo per la politica ma anche per sostenere la ricerca scientifica e infine per introdurrei tecnologie comuni e sostenibili."

Parametri comuni per l’ambiente europeo aperti all’analisi pubblica

Le specifiche dei dati che riguardano 25 argomenti tra i quali copertura del suolo, edifici, suolo, utilizzazione dei territori, energia, salute e sicurezza sono adesso disponibili per consultazioni pubbliche fino al 21 ottobre 2011.

Ciò significa che ognuno potrà dire la sua sugli standard che armonizzeranno l’approccio dell’UE ai dati relativi a zone a rischio naturale, condizioni atmosferiche, caratteristiche geo-metereologiche, caratteristiche geo-oceanografiche, regioni marine, habitat e biotopi, distribuzione delle specie e risorse energetiche e minerali.

Una volta adottati, gli standard faciliteranno l’integrazione transfrontaliera e l’analisi dei dati ambientali, modellando e prevedendo attività in diversi settori.

Alcuni studi hanno dimostrato che i benefici di INSPIRE sono sia economici che sociali: INSPIRE consente una valutazione d’impatto ambientale più rapida e meno costosa, e contemporaneamente crea nuove opportunità commerciali e sinergie tra le pubbliche amministrazioni.

INSPIRed by 2020

L’avvio di questa consultazione coincide con la conferenza INSPIRE che si svolge ad Edimburgo, Scozia, dal 27 giugno al 1° luglio 2011. Tale evento riunisce 700 rappresentanti dei governi e dei settori privati per esplorare in che modo INSPIRE può contribuire agli obiettivi strategici dell’Europa all’orizzonte 2020 nell’ambito del tema “INSPIRed by 2020 - Un contributo ad una crescita intelligente, sostenibile e completa”.

Contesto

La direttiva INSPIRE è entrata in vigore il 15 maggio 2007 e verrà attuata in varie fasi. L’attuazione completa avverrà entro il 2019. Essa mira a creare un’infrastruttura per l’informazione territoriale che permetta lo scambio di informazioni territoriali tra le organizzazioni del settore pubblico e faciliti l’accesso pubblico alle informazioni territoriali in Europa.

La consultazione è aperta al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/yourvoice/consultations/

Per maggiori dettagli:

http://inspire.ec.europa.eu

Contatti:

Joe Hennon (+32 2 295 35 93)

Monica Westeren (+32 2 295 06 68)

Mark English (+32 2 296 24 10)

Monika Wcislo (+32 2 298 65 95)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website