Navigation path

Left navigation

Additional tools

Si festeggiano oggi i vincitori del Premio dell'UE per l'architettura contemporanea/Premio Mies van der Rohe

European Commission - IP/11/758   20/06/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Figures and graphics available in PDF and WORD PROCESSED

Commissione europea – Comunicato stampa

Si festeggiano oggi i vincitori del Premio dell'UE per l'architettura contemporanea/Premio Mies van der Rohe

Bruxelles / Barcellona, 20 giugno 2011 – I vincitori dell'edizione 2011 del Premio dell'Unione europea per l'architettura contemporanea/Premio Mies van der Rohe sono stati festeggiati oggi a Barcellona. Il primo premio è andato a David Chipperfield Architects in collaborazione con Julian Harrap per la loro ricostruzione del Neues Museum a Berlino mentre Ramon Bosch e Bet Capdeferro hanno ottenuto la "menzione speciale per architetti emergenti" per la Casa Collage a Girona. Androulla Vassiliou, Commissaria europea responsabile per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù e Ramón García Bragado, presidente della fondazione Mies van der Rohe, hanno consegnato loro delle sculture dell'artista catalano Xavier Corberó e un premio in contanti di 60 000 e 20 000 EUR rispettivamente. Alla cerimonia faranno seguito conferenze pubbliche tenute dai vincitori il 21 giugno.

"Mi auguro che questo premio incoraggi un maggior numero di investitori pubblici e privati a sostenere l'immenso talento di cui disponiamo in Europa nel campo dell'architettura contemporanea. Sono certa che David Chipperfield continuerà a produrre numerosi altri progetti di grande valore ed auguro a Ramon Bosch e a Bet Capdeferro una grande carriera internazionale" ha affermato la Commissaria Vassiliou.

Entrambi i progetti vincenti comportano una miscela di materiali vecchi e nuovi e danno nuova vita a strutture preesistenti. Cfr. IP/11/453.

Oltre a riconoscere prestazioni d'eccellenza il Premio dell'UE per l'architettura contemporanea/Premio Mies van der Rohe incoraggia gli architetti a operare al di là dei confini nazionali e contribuisce a costruire un'Europa più forte e più creativa in linea con gli obiettivi della strategia Europa 2020.

Il premio può essere la chiave per nuove commesse. Il vincitore del premio 2009, Tarald Lundevall della società norvegese SNØHETTA, ha affermato: "Il premio ci ha dato maggiore visibilità sul piano internazionale e ci ha aiutato a ottenere nuove commesse".

I vincitori della menzione speciale per architetti emergenti 2009, Lea Pelivan e Toma Plejić di STUDIO UP (Zagabria, Croazia), hanno dichiarato: "È stato un grande onore ricevere il premio per la nostra prima opera edificata ed è stato anche un grande stimolo per noi. La nostra società è diventata nota in tutto il mondo dell'architettura. Il premio non costituisce soltanto un privilegio, ma anche una responsabilità a creare grandi progetti in futuro."

La cerimonia della12a edizione del premio coincide con il 25° anniversario del restauro del Padiglione Mies van der Rohe Pavilion del giugno1986.

Contesto

Avviato nel 1987, il Premio dell'UE per l'architettura contemporanea/Premio Mies van der Rohe è il riconoscimento più prestigioso nell'ambito dell'architettura europea. Esso viene conferito ogni due anni.

el 2011 i vincitori sono stati scelti tra 343 candidature presentate in 33 paesi europei. La rosa dei candidati ammessi alla selezione per il premio principale comprendeva sei opere d'architettura. Cfr. IP/11/341. Gli altri finalisti erano: Bronks Youth Theatre (Bruxelles, Belgio, progettato da Martine De Maeseneer, Dirk Van den Brande); MAXXI: Museo delle arti del XXI secolo (Roma, Italia, di Zaha Hadid, Patrick Schumacher, Gianluca Racana); Sala da concerto della radio danese (Copenaghen, Danimarca, di Jean Nouvel); Museo dell'Acropoli Atene, Grecia, di Bernard Tschumi) e il Centro di riabilitazione Groot Klimmendaal (Arnhem, Paesi Bassi, di Koen van Velsen).

I membri della giuria che hanno selezionato i finalisti per l'edizione 2011 sono: Mohsen Mostafavi, presidente della giuria/decano, Graduate School of Design, Harvard University, Cambridge, USA; Ole Bouman, direttore, Nederlands Architectuurinstituut, Rotterdam; Yvonne Farrell, Grafton Architects, Dublino; Annette Gigon, Gigon/Guyer, Zurigo; Anne Lacaton, Lacaton & Vassal Architectes, Parigi; Tarald Lundevall, architetto, SNØHETTA, Oslo; Pei Zhu, Pechino, Cina, e Lluís Hortet, segretario della giuria/direttore della Fundació Mies van der Rohe.

L'architettura reca un contributo significativo all'economia dell'UE e rappresenta un elemento importante dell'industria culturale e creativa che crea posti di lavoro per 8,5 milioni di persone nell'UE e contribuisce al 4,5% del PIL europeo. Il programma "Cultura" dell'UE, che ha un bilancio di 400 milioni di EUR per il 2007-2013 , sostiene progetti di cooperazione nel campo dell'architettura e del patrimonio culturale in 36 paesi (i 27 Stati membri, l'Islanda, il Liechtenstein, la Norvegia, la Croazia, l'ex Repubblica iugoslava di Macedonia, il Montenegro, la Serbia, la Turchia e la Bosnia-Herzegovina).

La Fondazione Mies van der Rohe

La Fondazione Mies van der Rohe (Fundació Mies van der Rohe) è stata istituita nel 1983 dal municipio di Barcellona con l'obiettivo iniziale di ricostruire il padiglione tedesco progettato in origine da Ludwig Mies van der Rohe per l'Esposizione internazionale di Barcellona del 1929. Oltre a conservare e a gestire il Padiglione la Fondazione ha i seguenti obiettivi: promuovere il dibattito sull'architettura contemporanea e l'urbanismo, realizzare un archivio documentario su Ludwig Mies van der Rohe e sull'architettura moderna e contemporanea e organizzare premi, corsi, conferenze, esposizioni, pubblicazioni e studi.

Per saperne di più:

http://ec.europa.eu/culture/our-programmes-and-actions/doc1103_en.htm

http://ec.europa.eu/culture

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/vassiliou/index_en.htm

http://www.miesarch.com

Persone da contattare:

Dennis Abbott (+32 2 295 92 58)

Dina Avraam (+32 2 295 96 67)

Fundació Mies Van der Rohe:

Jordi García / Eva Salvó: +34 93 215 10 11

E-mail: press@miesbcn.com


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website