Navigation path

Left navigation

Additional tools

Commissione europea – comunicato stampa

La Commissione europea promuove la democrazia e la crescita con i suoi partner dell'Unione africana

Bruxelles, 30 maggio 2011 – La Commissione dell'Unione africana (UA) e la Commissione europea si riuniscono a Bruxelles per la quinta sessione annuale di incontri a livello dei Collegi, i cui obiettivi sono avanzare verso un programma comune per il partenariato strategico Africa-UE nonché discutere di due temi di particolare attualità: la democrazia e la crescita.

Le profonde trasformazioni democratiche in atto in Africa settentrionale meritano il sostegno incondizionato di tutti gli attori internazionali, al fine di rafforzare la governance politica ed economica nell'intero continente africano. Parallelamente, mentre il mondo esce dalla crisi economica, una sfida cruciale accomuna l'Africa e l'Europa: rilanciare la crescita e concentrarsi sullo sviluppo inclusivo e sostenibile in Africa, puntando al conseguimento degli obiettivi di sviluppo del millennio entro il 2015.

Prima della riunione, il presidente della Commissione, José Manuel Barroso, ha dichiarato: "Gli incoraggianti cambiamenti storici in corso nel continente africano rappresentano un'opportunità straordinaria per consolidare le relazioni tra i nostri continenti. Le due Commissioni continueranno a essere i motori dell'ambizioso partenariato comune UE-Africa. Insieme possiamo realizzare progressi concreti a vantaggio dei cittadini europei e africani, affrontando problemi globali, creando maggiori opportunità commerciali, di investimento e di sviluppo inclusivo, nonché rispondendo alle aspirazioni di riforme democratiche e di giustizia sociale della popolazione".

Il partenariato strategico tra l'Africa e l'Unione europea persegue obiettivi comuni nel quadro di un dialogo tra pari che va al di là dell'impostazione tradizionale donatore-beneficiario. L'UE è il principale partner commerciale del continente africano. Nel 2009, il 36% delle importazioni africane proveniva dall'Europa. Le istituzioni europee sono il secondo donatore mondiale di aiuti all'Africa. Attraverso i suoi numerosi strumenti finanziari, la Commissione europea ha impegnato 24,4 miliardi di euro per il periodo 2007-2013 a sostegno della strategia comune Africa-UE e dei suoi partenariati tematici.

Le discussioni di questa sessione mirano a rafforzare la cooperazione a livello politico e tecnico tra le due istituzioni, a dare nuovo slancio all'attuazione della strategia comune Africa-UE nonché a fornire elementi per il futuro programma politico.

Programma della riunione a livello dei Collegi

Il programma della riunione tra i due Collegi prevede riunioni tematiche a livello di gruppi, incontri bilaterali e una sessione plenaria che si terrà la mattina del 1° giugno.

Il 31 maggio le riunioni dei gruppi verteranno su: affari politici; integrazione regionale, commercio e infrastrutture; affari sociali; cambiamenti climatici e ambiente; governance economica e materie prime. Il presidente Jose Manuel Barroso e il presidente della Commissione dell'UA, Jean Ping, si incontreranno a livello bilaterale.

Il 1° giugno le riunioni dei gruppi verteranno su: cooperazione amministrativa; agricoltura e sicurezza alimentare; scienza, TIC, spazio. Il tema della sessione plenaria dei due Collegi è "Consolidare la crescita e la democrazia".

Il 1° giugno, alle 12.40, il presidente Jose Manuel Barroso e il presidente della Commissione dell'UA, Jean Ping, terranno una conferenza stampa congiunta (da confermare).

Il partenariato strategico comune Africa-UE

Nel dicembre 2007, a Lisbona, ottanta capi di Stato e di governo africani ed europei hanno adottato la strategia comune Africa-UE. Le parti hanno deciso di perseguire insieme interessi comuni e obiettivi strategici, superando l'approccio tradizionale delle questioni inerenti allo sviluppo, non limitandosi all'esclusiva portata geografica dell'Africa e coinvolgendo, oltre alle istituzioni, anche interlocutori non statali. La strategia comune delinea una visione condivisa, in una prospettiva a lungo termine, del futuro delle relazioni Africa-UE in un mondo globalizzato. Sulla base di tale visione e di principi condivisi, la strategia comune Africa-UE definisce otto partenariati specifici in materia di: pace e sicurezza; governance democratica e diritti umani; commercio, integrazione regionale e infrastrutture; obiettivi di sviluppo del millennio (OSM); energia; cambiamenti climatici; migrazione, mobilità e occupazione; scienza, società dell'informazione e spazio.

Nel novembre 2010 i leader europei e africani si sono riuniti ancora una volta per discutere del tema generale "Investimenti, crescita economica e creazione di occupazione", allo scopo di portare la cooperazione tra i due continenti a un livello nuovo e più ambizioso. In quell'occasione, le parti hanno confermato che la strategia comune Africa-UE è il quadro politico di riferimento delle loro relazioni. Per attuare tale strategia, è stato adottato un piano d'azione comune per il periodo 2011-2013, che comprende azioni concrete da proseguire o avviare nei settori strategici e sulla base delle iniziative realizzate dal 2007.

Ulteriori informazioni sul partenariato e sugli otto settori tematici sono disponibili all'indirizzo: http://www.africa-eu-partnership.org/

L'Unione africana e la Commissione dell'Unione africana

L'UA è nata nel 2002 ed è la prima istituzione e principale organizzazione dell'Africa. Ad oggi conta 53 Stati membri. I suoi obiettivi principali sono: raggiungere l'unità e la solidarietà sul continente, conseguire l'integrazione politica ed economica, promuovere la pace e la sicurezza, i principi e le istituzioni democratiche e lo sviluppo sostenibile.

La Commissione dell'UA svolge un ruolo essenziale, occupandosi della gestione quotidiana delle attività dell'Unione africana, ed è l'interlocutore principale della Commissione europea nell'ambito del partenariato strategico Africa-UE. La Commissione è composta da un presidente, da un vicepresidente e da otto commissari; ha sede ad Addis Abeba e conta attualmente un organico di 1 500 persone.

Per maggiori informazioni:

MEMO/11/351

Sito Internet della DG Sviluppo e cooperazione EuropeAid:

http://ec.europa.eu/europeaid/index_en.htm

Sito Internet del commissario europeo per lo sviluppo Andris Piebalgs:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/piebalgs/index_en.htm

Contatti:

Catherine Ray (+32 2 296 99 21)

Wojtek Talko (+32 2 297 85 51)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website