Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/11/43

Bruxelles, 18 gennaio 2011

La Commissione rafforza la dimensione europea dello sport

La Commissione europea ha adottato nuove proposte volte a rafforzare la dimensione sociale, economica e organizzativa dello sport. Gli atleti, le organizzazioni sportive e i cittadini dovrebbero beneficiare di questi piani che derivano dal nuovo ruolo di sostegno e coordinamento della politica dello sport negli Stati membri conferito all'UE dal trattato di Lisbona. Sono previste azioni negli ambiti in cui non è possibile fronteggiare adeguatamente le sfide solo a livello nazionale. Le proposte della Commissione fanno seguito ad una consultazione degli Stati membri e delle parti interessate del mondo dello sport e tengono conto dell'esperienza maturata con l'attuazione del Libro bianco sullo Sport del 2007. Nel 2009-2010 la Commissione ha stanziato più di 6 milioni di euro per sostenere circa 40 progetti in ambito sportivo finalizzati a promuovere la salute, l'inclusione sociale, il volontariato, l'accesso dei disabili, la parità di genere e la lotta al doping. Nel 2011 saranno lanciati dodici nuovi progetti (cfr. l'allegato).

Androulla Vassiliou, commissario responsabile per l'Istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha affermato: "Lo sport è importante per l'economia europea ed è una componente essenziale del modello sociale europeo. Le misure adottate oggi sottolineano il contributo dello sport alla nostra società e contribuiranno a migliorare il modo in cui lo sport è gestito."

Le proposte della Commissione, contenute in un documento intitolato "Sviluppare la dimensione europea dello sport", coprono tre ambiti principali: il ruolo sociale dello sport, la sua dimensione economica e l'organizzazione dello sport. Ciascun capitolo propone interventi da realizzare da parte della Commissione e degli Stati membri.

Per quanto concerne il ruolo sociale dello sport, il documento propone di:

  • contemplare l'adesione dell'UE alla Convenzione della lotta contro il doping del Consiglio d'Europa;

  • sviluppare orientamenti europei sulla formazione degli sportivi abbinata all'istruzione generale;

  • sviluppare e attuare disposizioni e requisiti in materia di sicurezza per gli eventi sportivi internazionali;

  • continuare a procedere verso orientamenti nazionali basati sugli orientamenti dell'UE in tema di attività fisica;

  • sviluppare standard per l'accessibilità delle organizzazioni sportive, delle attività e degli eventi attraverso la Strategia europea sulla disabilità;

  • promuovere l'accesso delle donne alle posizioni dirigenziali nel mondo dello sport.

Per quanto concerne la dimensione economica dello sport la Commissione invita:

  • le associazioni sportive ad instaurare meccanismi per la vendita collettiva dei diritti di trasmissione al fine di assicurare un'adeguata ridistribuzione degli introiti;

  • a concentrarsi maggiormente sui diritti di proprietà intellettuale legati allo sport;

  • allo scambio di buone pratiche per un finanziamento trasparente e sostenibile dello sport;

  • a monitorare l'applicazione della normativa in tema di aiuti di Stato nel settore dello sport;

  • a sfruttare appieno gli aspetti dei Fondi strutturali applicabili allo sport;

  • a lavorare per elaborare dati statistici comparabili sullo sport per tutti gli Stati membri.

Per quanto concerne l'organizzazione dello sport, il documento propone di:

  • promuovere la buona amministrazione nello sport tenendo conto della sua natura specifica;

  • avviare uno studio sulle regole in materia di trasferimenti e fornire orientamenti su tale base;

  • emanare orientamenti sul modo per conciliare le regole dell'UE sulla libera circolazione dei cittadini con l'organizzazione di competizioni nei singoli sport su base nazionale;

  • contemplare ulteriori interventi per quanto concerne le attività degli agenti sportivi;

  • aiutare le parti sociali e le organizzazioni sportive ad instaurare un dialogo sociale a livello di UE per l'intero settore dello sport e del tempo libero.

Fasi successive

Il documento, meglio noto come comunicazione, sarà ora inviato al Consiglio e al Parlamento europeo per il dibattito e il follow-up negli Stati membri.

Il trattato di Lisbona e lo sport

L'articolo 165 del trattato di Lisbona sul Funzionamento dell'Unione europea ha conferito all'UE il mandato di incentivare, sostenere ed integrare le iniziative degli Stati membri in materia di politica dello sport. La Commissione intende potenziare la dimensione europea dello sport in stretta collaborazione con gli Stati membri, le organizzazioni sportive, la società civile e i cittadini.

Per saperne di più:

Sito web dedicato allo sport: http://ec.europa.eu/sport/index_en.htm

Annex

Projects selected in 2010 to prevent doping in amateur sport and fitness, promote social inclusion, and foster volunteering in sport

a) Anti-doping projects on prevention measures targeting amateur sport, sport for all and fitness.

The following 3 projects were selected for funding:

Lead organisation

European Health & Fitness Association (EHFA)

Countries involved

BE, UK, DK(2), PL, HU, PT, BU, DL, NL, CH

Title

Fitness Against Doping

Objectives

Educate and inform fitness operators, club owners, and national associations on effective practice.

Maximum grant*

€ 225,000

Lead organisation

Deutsche Sportjugend im Deutschen Olympischen Sportbund, e.V. – German Sports Youth in German Olympic Sports Confederation

Countries involved

DE(3), AT(2), IT, SI, FR, CH

Title

The European Anti-Doping Initiative

Objectives

Create a transnational network to develop and encourage anti-doping education in organized sports.

Maximum grant*

€ 270,000

Lead organisation

Anti Doping Denmark (ADD)

Countries involved

DK, NL, SE(2), PL, CY

Title

Strategy for Stopping Steroids

Objectives

Fight doping in fitness centres.

Maximum grant*

€ 232,000

b) Promoting social inclusion of migrants and persons of foreign origin

The following 5 projects were selected for funding:

Lead organisation

Nederlands Instituut voor Sport en Bewegen (NISB)

Countries involved

NL, ES, UK(2), IT, DE, AT, IE

Title

Join in! Social inclusion of migrant youth through sport

Objectives

Network of policy makers, researchers and professionals who want to improve social inclusion of migrant youth through sports

Maximum grant*

€ 246,000

Lead organisation

De Rode Antraciet (The Red Anthracite) (DRA)

Countries involved

BE(6), FR, UK, ES, DK, RO

Title

Prisoners on the move!

Objectives

Build up the social competence of prisoners through sport; facilitating their reintegration of prisoners into the community.

Maximum grant*

€ 182,000

Lead organisation

European Non-Governmental Sports Organisation (ENGSO)

Countries involved

FI, BU, BE, FI, DE, NO, SI, AT, ES, HU, NL

Title

Creating a Level Playing Field

Objectives

Support sport organisations and other organisations working in the field to develop actions to promote social inclusion of migrants in and through sport.

Maximum grant*

€ 220,000

Lead organisation

Unione Italiana Sport Per tutti (UISP)

Countries involved

IT(7), ISCA-DK, AT, DE, ES(3), RO

Title

Migrants’ Inclusion Model through Sport for All (MIMoSA)

Objectives

Network between sport organizations, national and local authorities, universities to further social inclusion of migrants and other groups (refugees, asylum seekers, Roma, women refugees), based on sports.

Maximum grant*

€ 215,000

Lead organisation

Wiener Institut für internationalen Dialog und Zusammenarbeit

Countries involved

AT, DE, IT, FI, IE, HU, PT

Title

Sport Inclusion Network (SPIN)

Objectives

Involving migrants in mainstream sport institutions

Maximum grant*

€ 220,000

c) Promoting volunteering in sport

The following 4 projects were selected for funding:

Lead organisation

Association for the European Capital of Sport (ACES)

Countries involved

IT, ES (2), IT(2), IE, UK(2), BE, RO

Title

European Cities for Volunteering in Sport

Objectives

Use the experience in supporting volunteering of the cities and towns of the ACES network in order to define best practices and to disseminate them at European level, to sport organizations, cities and towns, local, national and European administrations and policy-makers.

Maximum grant*

€ 180,000

Lead organisation

Vlaamse Sportfederatie (VSF): Dynamo Project

Countries involved

BE, CZ, UK, FI(2), CY, EL, SK, HU, DE

Title

PROMOTING and securing volunteering in sport

Objectives

Foster exchanges of best practices regarding legal, fiscal, administrative, funding-related and other relevant aspects of managing voluntary sports clubs within the EU by voluntary board members.

Maximum grant*

€ 165,000

Lead organisation

International Sport and Culture Association (ISCA)

Countries involved

DK, FR(2), NO, UK(2), IE, IT, DE, CZ, EE, DK, CZ, LV, NL, SI

Title

EuroVolNet: A network for developing voluntary competence in sport organisations

Objectives

Foster exchange of best practices regarding legal, fiscal and funding related aspects of voluntary activity in sport.

Maximum grant*

€ 180,000

Lead organisation

Führungs-Akademie des Deutschen Olympischen Sportbundes e.V. (DOSB Leadership Academy)

Countries involved

DE, FR, UK(2), DK, BU, LT, IT, MT, AT

Title

Training 4 Volunteers

Objectives

Mapping Strategies and Good Practices of Human Resource Development for Volunteers in Sports Organisations in Europe.

Maximum grant*

€ 165,000

* rounded figure


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website