Navigation path

Left navigation

Additional tools

Una base imponibile europea per le società: attività economiche più facili e meno costose

European Commission - IP/11/319   16/03/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

IP/11/319

Bruxelles, 16 marzo 2011

Una base imponibile europea per le società: attività economiche più facili e meno costose

La Commissione europea presenta oggi un regime comune per il calcolo della base imponibile delle società che operano nell'UE. Scopo della proposta è di ridurre significativamente gli oneri amministrativi, i costi di adeguamento e le incertezze giuridiche che le imprese si trovano ad affrontare nell'attuale contesto UE al momento di determinare gli utili imponibili, per poter adempiere agli obblighi derivanti dall'esistenza di 27 regimi fiscali nazionali. La base imponibile consolidata comune per l'imposta sulle società (CCCTB) consentirebbe alle imprese di beneficiare di un sistema a "sportello unico" per la compilazione delle dichiarazioni fiscali e di consolidare tutti i profitti e le perdite incorse all'interno dell'UE. Gli Stati membri manterrebbero intatto il diritto sovrano di stabilire le rispettive aliquote d'imposta sul reddito delle società. La Commissione stima che l'introduzione di una CCCTB consentirebbe alle aziende dell'UE di risparmiare ogni anno 700 milioni di euro grazie a minori costi di adeguamento alla normativa e 1,3 miliardi di euro grazie al consolidamento. Inoltre, le aziende che intendono sviluppare la propria attività oltreconfine beneficeranno in totale di risparmi pari a fino un miliardo di euro. In aggiunta, la CCCTB farà dell'UE un mercato molto più appetibile per gli investitori esteri.

Algirdas Šemeta, commissario per la Fiscalità e l'unione doganale, l'audit interno e la lotta antifrode, ha dichiarato: "La CCCTB renderà lo svolgimento di attività commerciali all'interno dell'UE più facile, meno costoso e più comodo. La CCCTB aprirà nuove porte alle PMI che desiderano svilupparsi oltre il proprio mercato domestico. La proposta odierna rappresenta un contributo positivo per le imprese e per la competitività globale dell'UE."

Nell'ambito delle imposte sulle società, vi sono ancora notevoli ostacoli che si frappongono al mercato unico e che impediscono alle imprese di prosperare. Le imprese che operano in ambito transnazionale si trovano di fronte a 27 diversi metodi di calcolo per la base imponibile e a 27 diverse amministrazioni fiscali. Inoltre, sono obbligate a utilizzare regole estremamente complesse al momento di determinare in che modo tassare le operazioni infragruppo (transfer pricing) e non possono compensare le perdite in uno Stato membro a fronte di utili realizzati in un altro. Questo stato di cose fa sì che le grandi imprese si trovino ad affrontare costi enormi e regole complesse, mentre le piccole sono spesso disincentivate ad espandersi all'interno dell'UE.

La CCCTB intende superare questi problemi offrendo alle imprese un unico quadro di norme da osservare riguardo la base imponibile consolidata per le società e la possibilità di compilare una singola dichiarazione fiscale consolidata presso un'unica amministrazione fiscale, per tutto l'insieme delle attività svolte all'interno dell'UE. A partire da questa dichiarazione fiscale unica, la base imponibile verrebbe suddivisa tra i diversi Stati membri presso i quali un'impresa è attiva, secondo una formula specifica. La formula prende in considerazione tre fattori: gli elementi dell'attivo, la forza lavoro e le vendite. Una volta ripartita la base imponibile, agli Stati membri sarà consentito di tassare la parte che a loro compete, secondo le rispettive aliquote d'imposta sul reddito delle società. Nel quadro della CCCTB, gli Stati membri continueranno a fissare le rispettive aliquote d'imposta sul reddito delle società, secondo i criteri che ritengono più opportuni, in quanto si tratta di un diritto a livello nazionale.

La imprese potranno scegliere se adottare o meno la CCCTB, che sarà quindi facoltativa. Ciò significa che le imprese che pensano di poter trarre benefici da un sistema UE armonizzato potranno decidere di optare per la CCCTB, mentre altre imprese potrebbero scegliere di continuare a lavorare all'interno dei vari regimi nazionali.

La CCCTB è stata identificata come iniziativa cruciale da parte della Commissione Barroso, nel contesto della strategia "Europa 2020" (cfr. Europe 2020 Strategy, in inglese). È stata inoltre citata in una serie di documenti importanti riguardanti politiche che mirano all'eliminazione degli ostacoli al mercato unico e a stimolare la crescita e la creazione di posti di lavoro all'interno dell'UE (Atto per il mercato unico, Analisi annuale della crescita e "Patto per l'euro").

Per ulteriori informazioni:

http://ec.europa.eu/taxation_customs/taxation/company_tax/common_tax_base/index_en.htm (in inglese)

MEMO/11/171


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website