Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE NL

IP/11/213

Bruxelles, 23 febbraio 2011

Aiuti di Stato: la Commissione avvia indagini approfondite sulle misure a favore delle società di credito all'esportazione a breve termine Ducroire e SACE BT

La Commissione europea ha avviato indagini approfondite per stabilire se i conferimenti di capitale effettuati dalle rispettive società madre pubbliche a favore della società belga Ducroire e dell'italiana SACE BT sono conformi alle norme dell'UE in materia di aiuti di Stato. La Commissione valuterà in particolare se le società madre – ONDD e SACE– hanno operato come normali investitori in un'economia di mercato e hanno fornito il capitale a condizioni di mercato. Ducroire e SACE BT sono società di assicurazione del credito all'esportazione a breve termine. L'avvio di un'indagine approfondita offre ai terzi interessati la possibilità di presentare osservazioni sulle misure oggetto della valutazione, senza pregiudicare l'esito del procedimento.

"Quello dell'assicurazione del credito all'esportazione a breve termine è un mercato in cui gli operatori privati competono accanto a soggetti pubblici. È quindi importante che la sana concorrenza, vantaggiosa per l'intero settore europeo delle esportazioni, non subisca distorsioni a causa di sovvenzioni statali", ha dichiarato Joaquín Almunia, vicepresidente della Commissione responsabile della politica di concorrenza, che ha aggiunto: "Dobbiamo accertare che Ducroire e SACE BT non abbiano beneficiato di indebiti vantaggi economici rispetto ai loro concorrenti."

La Commissione europea ha avviato un'indagine approfondita sui conferimenti di capitale effettuati dalle rispettive società madre pubbliche ONDD e SACE a favore della società belga Ducroire e della società italiana SACE BT all'atto della loro costituzione nel 2004, nella misura rispettivamente di 150 milioni di euro e di 105,8 milioni di euro.

Entrambe le società forniscono alle imprese in Belgio e in Italia copertura assicurativa dei rischi di credito all'esportazione a breve termine. Il settore dell'assicurazione del credito all'esportazione a breve termine è diventato un mercato concorrenziale alla fine degli anni '90, quando la Commissione ha adottato una comunicazione intesa a eliminare le distorsioni della concorrenza determinate dalla concessione di aiuti statali al settore (v. IP/97/538). Ciò non impedisce agli Stati membri di concedere aiuti, ad esempio sotto forma di garanzie, allorché la copertura dei rischi di credito all'esportazione risulti temporaneamente indisponibile sul mercato, come si è verificato durante la crisi finanziaria (v. IP/10/1636 sulla proroga delle misure di aiuto connesse alla crisi). Oltre alle due iniezioni di capitale iniziale, la Commissione esaminerà, per quanto riguarda il caso italiano, la copertura riassicurativa fornita da SACE a SACE BT e l'ulteriore apporto di capitale per coprire le perdite della SACE BT nel 2009.

In riferimento al caso belga, verrà esaminata in maniera più approfondita la garanzia statale sulle attività dell'ONDD e la possibilità che al suo interno siano stati effettuati storni di risorse a favore di attività successivamente trasferite a Ducroire.

Nessuna delle misure citate è stata oggetto di notifica alla Commissione da parte dei due Stati membri interessati. La Commissione ha ricevuto una denuncia da un concorrente.

Conformemente alle norme dell'UE in materia di aiuti di Stato, gli interventi di soggetti pubblici in società che svolgono attività economiche possono essere considerati privi di elementi di aiuto se effettuati a condizioni che sarebbero accettate da un privato operante a condizioni di mercato ("principio dell'investitore operante in un'economia di mercato"). Su tale base, la Commissione valuterà se ONDD e SACE hanno agito come operatori in un'economia di mercato all'atto della decisione di assegnare il capitale e, in riferimento a SACE, di fornire la copertura riassicurativa alla sua controllata. Altrimenti, si riterrà che le misure contengano elementi di aiuto di Stato e la Commissione verificherà se siffatto aiuto è compatibile con le norme dell'UE in materia di aiuti di Stato.

La versione non riservata delle decisioni sarà reperibile con i numeri SA.23420 (NN40/2010) e SA.23425 (NN41/2010) nel Registro degli aiuti di Stato sul sito della DG Concorrenza una volta risolte eventuali questioni di riservatezza. Le nuove decisioni in materia di aiuti di Stato pubblicate su Internet e nella Gazzetta ufficiale figurano nel bollettino elettronico di informazione settimanale in materia di aiuti di Stato (State Aid Weekly e-News).


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website