Navigation path

Left navigation

Additional tools

Eurobarometro standard dell'autunno 2011: i cittadini considerano l'Unione europea una parte della soluzione alla crisi

European Commission - IP/11/1594   22/12/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Eurobarometro standard dell'autunno 2011: i cittadini considerano l'Unione europea una parte della soluzione alla crisi

Bruxelles, 22 dicembre 2011 – I cittadini europei continuano a ritenere che l'Unione europea sia l'entità maggiormente qualificata, anche più dei governi nazionali, per far fronte agli effetti della crisi economica (cfr. allegato). L'UE rimane dunque in prima posizione (23%, +1) seguita dai governi nazionali (20%, invariato), dal G20 (16%, + 2) e dal Fondo monetario internazionale (14%, -1).

Una netta maggioranza di cittadini europei (61%, - 4) afferma che la situazione finanziaria attuale della loro famiglia è buona. Sussistono tuttavia notevoli differenze tra i vari paesi – si va dal 24% in Grecia e in Ungheria all'85% nei Paesi Bassi, all'88% in Finlandia, all'89% in Danimarca e al 90% in Svezia.

Come nei precedenti sondaggi Eurobarometro, le risposte relative alla situazione delle economie nazionali differiscono notevolmente da uno Stato membro all'altro. Mentre la situazione economica è giudicata buona da più di tre quarti della popolazione in Svezia, Lussemburgo e Germania, meno del 5% degli abitanti condivide questa opinione in Grecia, Irlanda e Spagna. Nel complesso, gli ultimi sei mesi hanno visto una lieve diminuzione di coloro che giudicano buona l'attuale situazione dell'economia nazionale, scesi al 28% (-2), e un lieve aumento di coloro che la considerano negativa, saliti al 71% (+3).

I cittadini sono sempre più consapevoli che per risolvere la crisi ci vorrà una maratona, e non un semplice sprint. Solo il 23% degli europei ritiene che l'incidenza della crisi sull'occupazione abbia raggiunto il suo massimo livello, mentre il 68% è del parere opposto.

Globalmente, gli europei continuano ad avere più fiducia nell'Unione europea (34%) che nei rispettivi governi nazionali (24%). Entrambi i risultati denotano tuttavia una forte diminuzione (rispettivamente -7 e -8 punti) rispetto al sondaggio della primavera 2011.

Contesto

Il sondaggio Eurobarometro dell'autunno 2011 è stato realizzato mediante colloqui individuali tra il 5 novembre e il 20 novembre 2011. In totale sono state intervistate 31 659 persone nei 27 Stati membri dell'UE e nei paesi candidati.

Ulteriori informazioni

Il sondaggio Eurobarometro dell'autunno 2011 (primi risultati) è disponibile al seguente indirizzo:

http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/eb/eb76/eb76_en.htm

ALLEGATO

1. L'UE è l'entità maggiormente in grado di ovviare in maniera efficace agli effetti della crisi

2. Differenziazione tra gli Stati membri per quanto riguarda la valutazione della situazione economica attuale

3. Differenziazione tra gli Stati membri per quanto riguarda l'incidenza della crisi sull'occupazione

Contatti:

Matthew Newman (+32 2 296 24 06)

Mina Andreeva (+32 2 299 13 82)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website