Navigation path

Left navigation

Additional tools

Trasporto aereo: soddisfazione della Commissione per l'accordo sul sorvolo della Siberia

European Commission - IP/11/1490   01/12/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea — comunicato stampa

Trasporto aereo: soddisfazione della Commissione per l'accordo sul sorvolo della Siberia

Bruxelles, 1° dicembre 2011 — La Commissione europea e il governo russo hanno deciso di modernizzare il sistema di pagamenti per il sorvolo della Siberia. A partire dal 1° gennaio 2014, i diritti che le compagnie aeree dell'UE dovranno pagare per volare sopra il territorio russo saranno trasparenti e proporzionati ai costi.

Non vi saranno neppure discriminazioni tra compagnie aeree.

L'accordo è contenuto in uno scambio di lettere tra Elvira Nabiullina, Ministro russo per lo sviluppo economico, per la parte russa, e il vicepresidente Siim Kallas e il commissario al commercio dell'UE Karel De Gucht, per la Commissione. L'accordo entrerà in vigore il 1° gennaio 2012 dopo che la conferenza ministeriale dell'OMC avrà dato il via libera all'ingresso della Russia in questa organizzazione, il che dovrebbe avvenire il 16 dicembre 2011.

Attualmente, i vettori aerei dell'UE, per i voli con destinazioni asiatiche, sono costretti a pagare per il sorvolo della Siberia. Si stima che ciò rappresenti un esborso di circa 320 milioni di euro all'anno, la maggior parte dei quali vanno direttamente all'Aeroflot. L'UE ha sempre ritenuto che tali pagamenti costituiscano una violazione sia del diritto antitrust dell'UE che del diritto internazionale (Convenzione di Chicago). Inoltre essi provocano un ingiusto aumento dei costi delle compagnie, rendendo i biglietti aerei dall'Europa per le destinazioni asiatiche più cari e falsando la concorrenza tra compagnie aeree su questi mercati. Oltre a ciò costituiscono un onere supplementare per le relazioni commerciali tra l'UE e l'Asia.

Le basi per l'accordo odierno sono state gettate nel 2006, con l'adozione di una serie di "Principi concordati", destinati ad entrare in vigore solo adesso.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas sottolinea l'importanza di questo risultato nelle relazioni UE-Russia in materia di trasporto aereo: "I diritti di sorvolo della Siberia hanno costituito per decenni il solo ostacolo fondamentale ad ulteriori sviluppi delle relazioni UE-Russia in materia di trasporto aereo a danno di compagnie aeree e passeggeri. L'accordo odierno rappresenta quindi un passo fondamentale verso una più stretta cooperazione in questo campo. Igor Levitin, il Ministro russo dei trasporti ed io ne abbiamo convenuto durante il recente vertice UE-Russia sul trasporto aereo che si è svolto a San Pietroburgo e abbiamo collaborato strettamente con la presidenza polacca per perfezionare l'accordo. L'accordo rispecchia decisamente lo spirito positivo di San Pietroburgo! Ci aspettiamo quindi una sua rapida applicazione".

Il commissario Karel De Gucht sottolinea l'importanza dell'accordo in questione per l'ingresso della Russia nell'OMC: "L'impegno inequivocabile che abbiamo ottenuto dalla Russia a rendere i diritti di sorvolo della Siberia proporzionati ai costi, trasparenti e non discriminatori ha contribuito a preparare il sostegno dell'UE all'ingresso della Russia nell'OMC. Entrambi questi sviluppi sono ottime notizie".

Prossime tappe

La Russia e gli Stati membri dell'UE hanno tempo fino al 1° luglio 2012 per modificare i loro accordi bilaterali sui servizi aerei al fine di applicare pienamente i "Principi concordati".

Per maggiori informazioni sulle relazioni UE-Russia in materia di trasporto aereo:

MEMO/11/695

MEMO/11/167

Contatti:

Helen Kearns (+32.2.2987638)

Dale Kidd (+32.2.2957461)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website