Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione europea – Comunicato stampa

Agenda digitale: Una coalizione di aziende leader nel settore tecnologico e dei media vuole migliorare l’Internet per i nostri ragazzi

Bruxelles, 1° Dicembre 2011 – 28 aziende leader nel settore tecnologico e dei media si sono riunite per formare una nuova coalizione per fare di Internet un posto migliore e più sicuro per i bambini e i ragazzi. Riunitisi su iniziativa della Commissione, i membri fondatori della coalizione sono: Apple, BSkyB, BT, Dailymotion, Deutsche Telekom, Facebook, France Telecom-Orange, Google, Hyves, KPN, Liberty Global, LG Electronics, Mediaset, Microsoft, Netlog, Nintendo, Nokia, Opera Software, Research in Motion, RTL Group, Samsung, Sulake, Telefonica, TeliaSonera, Telenor Group, Tuenti, Vivendi, Vodafone. Le azioni prioritarie della coalizione hanno come obiettivo facilitare la segnalazione di contenuti dannosi, assicurare che le impostazioni sulla privacy siano adeguate all’età, offrire una maggiore gamma di opzioni per il controllo parentale e riflettere le esigenze di una generazione che naviga in Internet ad un’età sempre più bassa.

La vicepresidente della Commissione europea, Neelie Kroes, ha affermato: “Questa nuova coalizione fornirà sia ai bambini che ai loro genitori strumenti di protezione chiari e coerenti per sfruttare nel modo migliore l’universo online. I membri fondatori della coalizione sono già dei leader nel campo della sicurezza dei minori online. Lavorando insieme tracceremo il percorso da seguire per l’intero settore e avremo delle solide basi da cui partire per responsabilizzare i minori che utilizzano Internet”.

I membri fondatori della coalizione hanno concordato una dichiarazione di intenti nella quale sono previste misure in cinque settori:

  • strumenti di segnalazione semplici ed efficaci: strumenti riconoscibili e facili da trovare su tutti i dispositivi per permettere segnalazioni e risposte efficaci sui contenuti e sui contatti ritenuti dannosi per i ragazzi;

  • impostazioni sulla privacy adeguate all’età: impostazioni che tengano conto delle necessità delle diverse fasce d’età (impostazioni per determinare il grado di pubblicità delle informazioni su un utente, ad es. se i recapiti o le foto siano visibili solo ai contatti più stretti o se siano pubblici);

  • maggiore utilizzo della classificazione dei contenuti: messa a punto di un approccio valido a livello generale per la classificazione in base all’età da poter utilizzare in più settori per fornire ai genitori delle fasce di età chiare;

  • maggiore disponibilità e uso di sistemi di controllo parentale: strumenti di facile impiego che vengano promossi attivamente al fine di aumentarne il più possibile l’utilizzo;

  • effettiva rimozione di materiale pedopornografico: una migliore collaborazione con le autorità investigative e giudiziarie e le hotline al fine di operare attivamente per la rimozione da internet di materiale pedopornografico.

La coalizione funziona su base cooperativa e volontaria. La Commissione auspica che le soluzioni elaborate dai membri fondatori della coalizione vengano adottate da un numero crescente di aziende; eventuali nuovi membri saranno i benvenuti.

Contesto:

La sicurezza dei minori online è uno degli impegni fondamentali dell’Agenda digitale europea (per informazioni generali sull’Agenda digitale europea consultare IP/10/581, MEMO/10/199 e MEMO/10/200).

In media, oggi i bambini in Europa iniziano a navigare in Internet all’età di sette anni. Il 38% dei bambini di età compresa tra i 9 e i 12 anni che navigano in Internet affermano di avere un profilo su un social network nonostante le restrizioni d’età. Più del 30% dei bambini che usano Internet lo fanno da un dispositivo mobile e il 26% tramite la console per i videogiochi.

La coalizione si è formata in seguito ad una richiesta avanzata dalla vicepresidente Kroes al settore delle TIC per rafforzare gli interventi in risposta alle problematiche connesse al modo in cui i giovani europei si collegano ad Internet (SPEECH/11/703).

I membri fondatori della coalizione comprendono produttori di telefoni cellulari, fornitori di sistemi operativi, fornitori di servizi Internet, emittenti, social network e operatori di telefonia mobile. Si auspica l’adesione di nuovi membri.

Sono stati stabiliti tempistiche e indicatori di prestazione per ciascuno dei cinque settori di applicazione delle misure previste nella dichiarazione di intenti. Inoltre, i membri della coalizione si sono anche impegnati a collaborare con la Commissione e le parti interessate, come ad esempio ONG attive nel settore dell’assistenza all’infanzia o a difesa dei consumatori. All’inizio di questa settimana, la Commissione ha convocato un gruppo di ONG con l’obiettivo di porre l’accento sull’importanza della responsabilità e dell’informazione in questo processo. La coalizione riesaminerà il proprio programma di lavoro nell’estate 2012 e stabilirà in tale data quando saranno necessarie ulteriori revisioni.

Questa iniziativa si va ad aggiungere ad alcuni accordi settoriali già esistenti come i principi dell’accordo europeo sulla socializzazione in rete più sicura (Safer Social Networking Principles), il Quadro europeo per un utilizzo più sicuro dei telefoni mobili (European Framework for Safer Mobile Use ) e il sistema di classificazione PEGI (Pan-European Games Information).

Link utili:

Internet più sicuro:

http://ec.europa.eu/information_society/activities/sip/self_reg/index_en.htm

Sito Internet dell’Agenda digitale:

http://ec.europa.eu/information_society/digital-agenda/index_en.htm

Sito Internet di Neelie Kroes: http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/kroes/

Per seguire Neelie Kroes su Twitter: twitter.com/neeliekroeseu

Contatti:

Ryan Heath (+32 2 296 17 16); Twitter: @ECspokesRyan

Linda Cain (+32 2 299 90 19)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site