Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Commissione europea – Comunicato stampa

Al via il pacchetto di misure "Migliorare gli aeroporti"

Bruxelles, 1° dicembre 2011 – La Commissione europea ha annunciato in data odierna un pacchetto organico di misure per contribuire a migliorare la capacità degli aeroporti europei, ridurre i ritardi e migliorare la qualità dei servizi offerti ai passeggeri. Le misure interessano la qualità dei servizi che i passeggeri e i vettori aerei ricevono a terra prima del decollo e dopo l'atterraggio (ad esempio, gestione dei bagagli, check-in, assistenza carburante), la trasparenza delle decisioni sull'inquinamento acustico provocato dagli aeroporti, come pure l'efficienza della rete complessa di bande orarie di decollo e atterraggio che ha rilevanza per ciascun volo.

Siim Kallas, vicepresidente della Commissione responsabile per i trasporti, ha dichiarato: "Gli aeroporti europei devono affrontare una crisi di capacità. Se vogliamo che le imprese e i viaggiatori traggano i migliori benefici dalla rete aerea dobbiamo agire subito. Il 70% di tutti i ritardi subiti dai voli è causato oggi da problemi dovuti all'organizzazione a terra e non allo spazio aereo. Se la tendenza attuale non sarà corretta, 19 tra i principali aeroporti europei raggiungeranno un punto di saturazione entro il 2030. La congestione che ne deriverebbe potrebbe comportare ritardi per la metà dei voli all'interno della rete. Lo status quo non è pertanto un'opzione praticabile per gli aeroporti europei. Di fronte a un'intensa concorrenza a livello mondiale, se non cambiamo finiremo per essere tagliati fuori dal mercato".

Il pacchetto consiste in un documento strategico sintetico e tre proposte legislative in materia di bande orarie, assistenza a terra e rumore.

Bande orarie

Le proposte della Commissione introducono meccanismi di mercato trasparenti per lo scambio di bande orarie tra vettori aerei, come pure misure per garantire che le capacità esistenti siano utilizzate dai vettori – portando dall'80% all'85% la soglia della norma che prevede la perdita delle bande orarie in mancanza di un loro utilizzo (principio "use-it-or-lose-it").

Le misure sulle bande orarie contenute nelle proposte consentiranno al sistema di gestire 24 milioni di passeggeri in più all'anno entro il 2025, con un valore pari a 5 miliardi di euro per l'economia europea e la possibilità di creare fino a 62 000 posti di lavoro nel periodo 2012-2025.

Attualmente cinque aeroporti operano al limite delle loro capacità: Düsseldorf, Francoforte, Londra Gatwick, Londra Heathrow e Milano Linate. Se la tendenza attuale non sarà corretta, entro il 2030 gli aeroporti operanti al limite delle capacità potrebbero salire a 19 – includendo ad esempio Parigi CDG – con conseguenze estremamente pesanti sui ritardi e la congestione.

Assistenza a terra

La Commissione ha presentato proposte per migliorare la qualità e l'efficienza dei servizi di assistenza a terra negli aeroporti.

Le misure in questione comprendono: L'aumento per quanto riguarda i servizi di assistenza a terra attualmente oggetto di restrizioni – gestione dei bagagli, assistenza sulla rampa, assistenza carburante e olio, servizi merci e posta – da due a tre del numero minimo di prestatori di servizi di assistenza a terra a disposizione dei vettori aerei negli aeroporti di grandi dimensioni. Allo steso tempo, sono state presentate nuove proposte per consentire agli Stati membri di adottare misure più incisive per la tutela dei diritti dei lavoratori, in modo da garantire loro il mantenimento delle stesse condizioni occupazionali in caso di trasferimento del contratto a un nuovo prestatore di servizi. Ciò è essenziale per garantire condizioni occupazionali stabili, necessarie per mantenere un personale altamente qualificato in un settore ad alta intensità di manodopera.

Le proposte rafforzano il ruolo degli aeroporti in quanto "coordinatori a terra" con la responsabilità generale di coordinare i servizi di assistenza a terra disponibili negli aeroporti. A tal fine le misure assegnano agli aeroporti una serie di strumenti, ad esempio la possibilità di imporre a tutti i prestatori di servizi di assistenza a terra in un aeroporto il rispetto di standard minimi di qualità. Le misure in parola rafforzeranno inoltre la capacità di reazione degli aeroporti in caso di perturbazioni gravi.

Rumore

Le proposte della Commissione migliorano la trasparenza del processo di fissazione di norme restrittive per il contenimento dell'inquinamento acustico provocato dagli aeroporti e assegnano alla Commissione stessa un ruolo di supervisione. Le proposte non riguardano tanto gli obiettivi quanto il processo decisionale. Esse assegnano alla Commissione un ruolo di supervisione che non sostituisce quello degli Stati membri, cui spetta la decisione ultima. Le proposte aggiornano inoltre la legislazione attuale in linea con gli sviluppi tecnologici per rendere più agevole alle autorità vietare l'uso degli aeromobili più rumorosi.

Le decisioni relative alla riduzione dei livelli sonori devono trovare un punto di equilibrio tra le esigenze dei cittadini che vivono in prossimità degli aeroporti e quelle dei viaggiatori. Le decisioni devono essere adottate conformemente agli orientamenti stabiliti a livello internazionale (ONU, ICAO). I residenti hanno tutto il diritto di essere protetti dall'inquinamento acustico eccessivo degli aeroporti ma senza dimenticare di considerare i costi che ciò può comportare in termini di perdita di capacità e impatto sulla crescita economica di una regione.

Fasi successive

Prima della loro adozione le proposte della Commissione devono essere approvate dal Parlamento europeo e dai governi degli Stati membri mediante la procedura di codecisione.

Ulteriori informazioni

MEMO/11/857

http://ec.europa.eu/transport/air/airports/doc/2011-airport-package-citizens-summary_en.pdf

http://ec.europa.eu/avservices/video/videoplayer.cfm?ref=I071007

http://ec.europa.eu/transport/air/studies/airports_en.htm

http://ec.europa.eu/transport/air/airports/slots_en.htm

Contatti:

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site