Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE

Commissione europea – Comunicato stampa

Tecnologie digitali: operazioni di chirurgia cerebrale più sicure e rapide grazie ai robot europei

Bruxelles, 28 novembre 2011 – Ricercatori tedeschi, italiani, israeliani e britannici, che beneficiano di fondi dell’UE, hanno messo a punto un'innovazione rivoluzionaria nel settore della neurochirurgia robotica. Nell’ambito del progetto ROBOCAST è stato infatti messo a punto un nuovo tipo di robot che offre ai chirurghi due importanti vantaggi: 13 gradi (tipi) di movimento contro i quattro della mano umana durante interventi di chirurgia non invasiva nonché un "haptic feedback", ossia l’invio di segnali tattili che consentono al chirurgo di valutare i tessuti e di rendersi conto dell'intensità della forza esercitata durante l'operazione. Questo robot è riuscito ad eseguire interventi di neurochirurga endoscopica su manichini con estrema precisione. Non appena si potrà applicare questa tecnica ad interventi sull’uomo, sarà possibile alleviare le sofferenze di milioni di europei affetti da tumori e malattie quali l'epilessia, il morbo di Parkinson e la sindrome di Gilles de la Tourette.

Photo credit: Robocast

La neurochirurgia endoscopica consiste nell’introdurre nel cranio una sonda attraverso un minuscolo orifizio denominato "burr-hole" (foro di trapanazione) per trattare i tessuti o raccogliere il sangue ed altri liquidi. I robot permettono di ridurre di ben dieci volte il tremore della mano del chirurgo, il che li rende particolarmente utili nel proteggere la delicata e importante materia cerebrale. Finora, i robot non avevano superato i test necessari a compiere interventi chirurgici tanto sofisticati. Neelie Kroes, vice-presidente della Commissione europea responsabile delle tecnologie digitali, ha dichiarato: "Se c’è un’attività che richiede precisione, è proprio la neurochirurgia. Mi compiaccio pertanto che questo progetto di ricerca finanziato dall’UE contribuisca ad aumentare la sicurezza di chirurghi e pazienti. Se in un contesto di invecchiamento della popolazione europea riusciremo a diminuire i tempi di attesa ed a fornire migliori risultati ai pazienti credo che saremo ampiamente ricompensati da simili progetti tecnologici finanziati dall’UE".

Nell’ambito di un progetto di follow-up denominato ACTIVE, sono state avviate ricerche parallele nel settore della neurochirurgia robotizzata per le operazioni durante le quali è necessario che il paziente rimanga sveglio. Fino a tre robot (due dei quali sono muniti di sensori e di dispositivi di estremità per l’operazione ed uno in grado di attenuare attivamente i movimenti della testa) dovrebbero collaborare ed assistere il chirurgo durante l’intervento.

La ricerca nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC) applicate alla medicina usufruisce di un deciso sostegno nell'ambito dell’Agenda digitale per l'Europa finalizzata ad appianare le difficoltà connesse alle malattie ed a favorire un processo di invecchiamento attivo e sano (cfr. IP/10/581, MEMO/10/199 e MEMO/10/200).

Contesto

Dal 28 novembre al 4 dicembre si terrà la settimana europea della robotica.

I robot svolgono un ruolo decisivo nel settore della chirurgia assistita da computer che, grazie al ricorso alla visualizzazione tridimensionale, al monitoraggio preoperatorio in tempo reale e ad altri strumenti, apporta migliorie rilevanti alla chirurgia.

Nel 2010 la domanda complessiva di robot e di prodotti correlati ammontava a circa 15,5 miliardi di EUR, di cui circa 3 miliardi in Europa.

Nell’ambito del 7° programma quadro di ricerca e sviluppo, la Commissione europea ha stanziato circa 400 milioni di EUR a favore di un centinaio di progetti di ricerca nel settore della robotica.

Il progetto ROBOCAST è stato avviato nel 2008 ed è sfociato in esperimenti chirurgici su manichini nel 2011. Il progetto ACTIVE, che ha avuto inizio nel mese di aprile 2011 per una durata di quattro anni, ha usufruito di 5,77 milioni di EUR dei complessivi 7,62 milioni di EUR stanziati dalla Commissione. Sei partner del progetto ROBOCAST partecipano al consorzio ACTIVE.

Link utili:

Cfr. anche il MEMO relativo alle tecnologie digitali ed i 340 eventi organizzati nell’ambito della settimana europea della robotica (MEMO/11/841)

Ulteriori informazioni sul progetto ROBOCAST: http://www.robocast.eu/

Ulteriori informazioni sul progetto ACTIVE: http://www.active-fp7.eu/

Sito web dedicato alle tecnologie digitali: ec.europa.eu/digital-agenda

Sito web di Neelie Kroes: ec.europa.eu/commission_2010-2014/kroes

Neelie Kroes su Twitter: twitter.com/neeliekroeseu

Contatti:

Ryan Heath (+32 22961716)

Linda Cain (+32 22999019)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website