Navigation path

Left navigation

Additional tools

Aviazione: l a Commissione aggiorna l’elenco UE dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo

European Commission - IP/11/1375   21/11/2011

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Aviazione: l a Commissione aggiorna l’elenco UE dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo

Bruxelles, 21 novembre 2011 - La Commissione europea ha adottato oggi il diciottesimo aggiornamento dell ’elenco delle compagnie aeree soggette a divieto operativo all’interno dell’Unione europea. Una cooperazione stretta e intensa con le autorità dell’aviazione di due Paesi – l’Albania e la Federazione russa – ha portato entrambi quei Paesi ad adottare misure rigorose per controllare e contenere eventuali rischi alla sicurezza dei loro vettori aerei che effettuano voli a destinazione dell’UE. Pertanto, la Commissione non ha dovuto adottare alcuna misura nei confronti dei vettori aerei titolari di licenze rilasciate in Albania o nella Federazione russa. Grazie ad ulteriori miglioramenti delle prestazioni di sicurezza della TAAG Angolan Airlines, questo vettore è stato autorizzato ad aggiungere due aeromobili a quelli che già operano nell’Unione europea. La Commissione ha dovuto imporre restrizioni operative che escludono una parte della flotta della Jordan Aviation in considerazione di numerose e ripetute carenze sul piano della sicurezza e ha imposto un blocco totale alle operazioni del vettore Rollins Air, certificato nell’Honduras.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile per i trasporti, ha dichiarato: “La Commissione è pronta a compiere ogni sforzo possibile per assistere i suoi vicini a dotarsi della capacità tecnica e amministrativa per superare qualsiasi difficoltà nel settore della sicurezza con la massima rapidità ed efficienza. Nel frattempo, la sicurezza viene prima di tutto. Non possiamo permetterci di accettare compromessi in quest’area. Quando disponiamo di prove che alcuni vettori aerei non operano in modo sicuro all’interno o all’esterno dell’Unione europea, dobbiamo intervenire per eliminare ogni tipo di rischio per la sicurezza.”

La Commissione ha adottato oggi, seguendo l’opinione unanime del comitato per la sicurezza aerea, il diciottesimo aggiornamento dell’elenco delle compagnie aeree soggette a divieto operativo all’interno dell’Unione europea. Il nuovo elenco sostituisce il precedente (dell’aprile 2011) e può già essere consultato sul sito web 1 della Commissione.

Il comitato per la sicurezza aerea, riunitosi dall ’8 al 10 novembre, ha anche esaminato vari casi di vettori aerei europei. La Commissione esorta le autorità in diversi Stati membri a migliorare ulteriormente la supervisione di tali vettori aerei al fine di assicurare che tutte le compagnie aeree stabilite in Europa operino al più alto livello di sicurezza.

Con q uesto aggiornamento la TAAG Angolan Airlines viene autorizzata ad operare nell’UE due moderni aeromobili di tipo B-777-300 di cui si è dimostrato che sono gestiti in modo sicuro dal vettore aereo, che ne supervisiona adeguatamente le operazioni.

La Commissione e il comitato per la sicurezza aerea nutrivano forti preoccupazioni sull ’operato dei vettori aerei albanesi e delle autorità di quel Paese. In seguito all’impegno formale assunto dalle autorità albanesi ad assumere personale qualificato a tempo pieno per garantire la sorveglianza continua dei vettori soggetti al loro controllo regolamentare e all’adozione di misure rigorose di applicazione delle norme vigenti (la revoca del certificato di operatore aereo della Albanian Airlines e l’esclusione di un aeromobile dalla flotta della Belle Air), il comitato per la sicurezza aerea ha avallato all’unanimità la proposta della Commissione di astenersi dall’adottare misure. Gli Stati membri e in particolare l’Italia hanno accettato di rafforzare ulteriormente la loro collaborazione già in atto con l’Albania fornendo un’assistenza tecnica finalizzata al miglioramento della supervisione.

Al fine di escludere tutti i rischi per la sicurezza nell’operatività di alcuni vettori aerei, la Commissione, con il sostegno unanime del comitato per la sicurezza aerea, ha deciso di imporre restrizioni operative al vettore Jordan Aviation e di vietarne l’impiego nell’UE di tre aeromobili di tipo Boeing 767. La Commissione è pronta a sostenere l’azione delle autorità del Regno hascemita di Giordania e del vettore aereo per migliorare la sicurezza in modo sostenibile, anche mediante una visita di valutazione.

In seguito ad informazioni trasmesse dalla Francia sulla sicurezza del vettore aereo Rollins Air , certificato in Honduras , e con il sostegno unanime del comitato per la sicurezza aerea, la Commissione ha deciso di imporre un divieto operativo a tutte le operazioni della Rollins Air in attesa della risoluzione dei diversi significativi problemi di sicurezza sollevati in prima istanza dalla Francia.

Inoltre, l’elenco ora include i vettori aerei che sono stati certificati dalle autorità dell’aviazione della Repubblica del Congo ( Equatorial Congo ), della Repubblica democratica del Congo ( Stellar Airways ) e delle Filippine ( Aeromajestic e Interisland Airlines ) in assenza delle necessarie prove documentali del rispetto delle norme internazionali di sicurezza da parte di tali vettori.

La Commissione ha esaminato tre vettori aerei certificati nella Federazione russa ( VIM AVIA, Yakutia e Tatarstan Airlines ). Le autorità russe dell’aviazione hanno riferito alla Commissione e al comitato per la sicurezza aerea sulle misure di esecuzione relative a tali vettori e in particolare sulle restrizioni operative imposte per tutte le operazioni della VIM AVIA nell’UE fino al 1° aprile 2012. Restrizioni all’operatività nell’Unione europea sono state imposte anche ai vettori Yakutia e Tatarstan. Le autorità russe dell’aviazione hanno rassicurato la Commissione e il comitato per la sicurezza aerea, impegnandosi a garantire l’effettiva applicazione delle loro decisioni. Su questa base e nell’intendimento di un monitoraggio rigoroso e continuo di tutte le operazioni dei vettori russi nell’UE, la Commissione ha deciso di astenersi dall’imporre un divieto operativo alla VIM AVIA e di riesaminare il caso nel prossimo comitato per la sicurezza aerea.

La Commissione e il comitato per la sicurezza aerea hanno riconosciuto gli sforzi di tutte le autorità nazionali interessate per riformare i loro sistemi di aviazione civile e per migliorare la sicurezza al fine di garantire un’effettiva applicazione degli standard internazionali di sicurezza. La Commissione è pronta a offrire un sostegno attivo a tali riforme, intervenendo in cooperazione con l’ICAO, gli Stati membri dell’Unione europea e l’Agenzia europea per la sicurezza aerea.

A tal fine, l a Commissione ha chiesto all’Agenzia europea per la sicurezza aerea di effettuare una serie di missioni di assistenza tecnica per sostenere le autorità competenti di alcuni Stati, allo scopo di migliorare gli aspetti relativi alla sicurezza.

L ’elenco UE aggiornato comprende tutti i vettori certificati in 21 Stati, per un totale di 273 vettori aerei noti, le cui operazioni sono totalmente vietate nell’Unione europea: Afghanistan, Angola, Benin, Repubblica del Congo, Repubblica democratica del Congo, Gibuti, Guinea equatoriale, Gabon, (con l’eccezione di tre vettori che operano sotto determinate restrizioni e condizioni), Indonesia, (con l’eccezione di sei vettori), Kazakistan (con l’eccezione di un vettore che opera sotto determinate restrizioni e condizioni), Repubblica kirghisa, Liberia, Mauritania, Mozambico, Filippine, Sierra Leone, São Tomé e Principe, Sudan, Swaziland e Zambia.

L’elenco comprende anche quattro vettori individuali: Blue Wing Airlines del Suriname, Meridian Airways del Ghana, Rollins Air dell’Honduras e Silverback Cargo Freighters del Ruanda.

Inoltre, l’elenco comprende undici vettori aerei che sono autorizzati ad operare nell’UE con rigide restrizioni e a determinate condizioni: Air Astana del Kazakhstan, come accennato in precedenza, Air Koryo della Repubblica democratica popolare di Corea, Airlift International del Ghana, Air Service Comores, Afrijet, Gabon Airlines e SN2AG del Gabon, Iran Air, TAAG Angolan Airlines, Air Madagascar certificata nel Madagascar e Jordan Aviation certificata nel Regno hascemita di Giordania.

Contatti:

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)

1 :

http://ec.europa.eu/transport/air-ban/list_it.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website