Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Sicurezza aerea: la Commissione adotta nuove norme sull’uso dei body scanner negli aeroporti europei

Commission Européenne - IP/11/1343   14/11/2011

Autres langues disponibles: FR EN DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO

Commissione europea – Comunicato stampa

Sicurezza aerea: la Commissione adotta nuove norme sull’uso dei body scanner negli aeroporti europei

Bruxelles, 14 novembre 2011 - La Commissione europea ha adottato oggi una proposta di quadro normativo dell’Unione europea relativa ai body scanner. Tale normativa consente agli aeroporti e agli Stati membri che lo desiderino di utilizzare i body scanner per il controllo dei passeggeri in condizioni operative e tecniche rigorose.

Da quando un terrorista, il 25 dicembre 2009, ha tentato di far esplodere un aereo diretto da Amsterdam a Detroit con esplosivi plastici nascosti nella biancheria intima, gli Stati membri1 hanno collaudato i body scanner o li hanno impiegati in via sperimentale. Finora i body scanner sono stati utilizzati in misura limitata sulla base di una serie di norme e di procedure operative nazionali diverse. Il nuovo quadro normativo, comune a tutta l’UE, consente agli Stati membri e agli aeroporti di sostituire gli attuali sistemi di sicurezza con i body scanner. Garantisce inoltre che le norme di sicurezza siano applicate in modo uniforme da tutti gli aeroporti e prevede misure di salvaguardia obbligatorie e rigorose, intese ad assicurare il rispetto dei diritti fondamentali e la tutela della salute.

Gli Stati membri e gli aeroporti non hanno alcun obbligo di utilizzare i body scanner, ma, qualora decidano di farlo, sono tenuti a rispettare le condizioni operative e le norme di funzionamento fissate a livello europeo.

Siim Kallas, Vicepresidente e Commissario responsabile per i Trasporti, ha dichiarato: “Anche se i body scanner non sono una panacea, offrono in ogni caso una possibilità concreta per rafforzare la sicurezza dei passeggeri. I body scanner rappresentano un’alternativa valida ai metodi di controllo attuali e sono estremamente efficienti nel rilevare sia gli oggetti metallici che quelli non metallici. Spetta a ciascuno Stato e a ciascun aeroporto decidere se avvalersi o meno dei body scanner, ma le nuove disposizioni garantiscono che, laddove si utilizzi tale nuova tecnologia, essa sarà oggetto di norme relative alla capacità di rilevamento valide in tutta l’UE, nonché di cautele rigorose volte a proteggere la salute e i diritti fondamentali. L’esperienza dimostra che i passeggeri e il personale in genere ritengono che i body scanner siano un metodo di controllo utile”.

I body scanner costituiscono un metodo efficace di controllo dei passeggeri, poiché sono in grado di rilevare la presenza sia degli oggetti metallici che di quelli non metallici addosso ad una persona. La tecnologia degli scanner sta evolvendo rapidamente e potrebbe ridurre considerevolmente la necessità di perquisizione manuale (“palpazione”) dei passeggeri, degli equipaggi e del personale degli aeroporti.

In base alla nuova normativa l’impiego dei body scanner è unicamente autorizzato se si rispettano le condizioni minime, quali, ad esempio, quelle di seguito elencate: gli scanner di sicurezza non memorizzano, né conservano, copiano, stampano o recuperano le immagini; sono vietati, e devono essere impediti, l’accesso alle immagini e il loro uso non autorizzato; l’addetto che analizza l’immagine deve trovarsi in un luogo separato e l’immagine non dev’essere collegata alla persona sottoposta al controllo, né ad altre. I passeggeri devono essere informati in merito alle condizioni di esecuzione dei controlli mediante body scanner; hanno peraltro il diritto di non accettare il controllo mediante body scanner e di sottoporsi ad un metodo di controllo alternativo.

Stabilendo condizioni operative specifiche e lasciando ai passeggeri la possibilità di rifiutare questo metodo di controllo, la normativa tutela i diritti fondamentali e i principi riconosciuti, in particolare dalla Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.

Per non compromettere la salute e la sicurezza dei cittadini, nell’elenco dei metodi autorizzati per il controllo dei passeggeri negli aeroporti dell’UE sono inseriti esclusivamente gli scanner di sicurezza che non utilizzano tecnologia a raggi X. Sono ammesse tutte le altre tecnologie, come quelle utilizzate per i cellulari e altre, purché conformi alle norme di sicurezza dell’UE.

Contatti :

Helen Kearns (+32 2 298 76 38)

Dale Kidd (+32 2 295 74 61)

1 :

Ad esempio il Regno Unito, la Finlandia, i Paesi Bassi, la Germania, la Francia e l’Italia.


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site