Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/11/103

Bruxelles, 28 gennaio 2011

Visita del commissario Piebalgs in Etiopia per un dialogo sul rafforzamento delle relazioni e la firma di un progetto sul cambiamento climatico per un valore di 13,7 milioni di euro

Il 31 gennaio il commissario europeo per lo Sviluppo Andris Piebalgs incontrerà ad Addis Abeba il primo ministro etiope Meles Zenawi e altri membri del governo nazionale. Sarà questa l'occasione di potenziare ulteriormente la cooperazione allo sviluppo dell'UE con l'Etiopia, importante partner regionale dell'Unione e beneficiaria della quota più ingente degli aiuti dell'UE ai singoli paesi. Il commissario Piebalgs esaminerà le varie possibilità di sostenere la strategia nazionale quinquennale del governo denominata "Crescita e trasformazione" e firmerà un accordo sull'attuazione dell'Alleanza mondiale contro il cambiamento climatico in Etiopia.

In vista di questo viaggio, il commissario Piebalgs ha dichiarato: "L'Etiopia è un partner prezioso per l'UE e intendiamo consolidare ulteriormente i nostri rapporti con questo paese. Mi rallegro in particolare all'idea di intensificare il dialogo su come conseguire gli obiettivi di sviluppo del millennio e sulle politiche economiche. Mi compiaccio altresì del ruolo di primo piano svolto dall'Etiopia nel dibattito sul cambiamento climatico nei consessi internazionali. L'Etiopia è anche uno dei paesi prioritari scelti dall'UE per l'attuazione di progetti nell'ambito dell'Alleanza mondiale contro il cambiamento climatico. Con la firma di un accordo di sovvenzione pari a 13,7 milioni di euro daremo un contributo fondamentale alla costruzione in Etiopia di un'economia resistente al cambiamento climatico.

Il commissario Piebalgs incontrerà:

  • Meles Zenawi, primo ministro

  • Desalegn Hailemariam, vice primo ministro e ministro degli Esteri

  • Sufian Ahmed, ministro delle Finanze e dello Sviluppo economico

  • Tefera Deribew, ministro dell'Agricoltura.

I colloqui verteranno sul nuovo impulso per il conseguimento degli obiettivi di sviluppo del millennio (OSM) in Etiopia e sulla crescita economica. Nel 2010 il governo etiope ha adottato il Piano per la crescita e la trasformazione, una strategia nazionale quinquennale volta a garantire tassi di crescita annuali elevati e progressi nel conseguimento degli OSM, in particolare a livello di sanità, istruzione e accesso all'acqua. Questa strategia nazionale permetterà all'UE di intensificare e focalizzare il dialogo strategico sugli aspetti principali delle riforme, come l'attuazione di una nuova politica industriale o la modernizzazione del sistema bancario nazionale.

Il commissario si recherà inoltre presso l'Exchange Commodity Board e incontrerà i rappresentanti della comunità imprenditoriale.

Firma di un progetto volto a contrastare il cambiamento climatico

Il commissario Andris Piebalgs e Sufian Ahmed, ministro delle Finanze e dello Sviluppo economico, firmeranno un accordo di sovvenzione di oltre 13,7 milioni di euro per l'attuazione dell'Alleanza mondiale contro il cambiamento climatico (AMCC) in Etiopia. L'obiettivo principale del programma è contribuire a un'economia neutra in termini di emissioni di carbonio e resistente al cambiamento climatico. Per realizzare questo progetto, che interesserà diversi bacini idrografici lungo il Nilo e di cui dovrebbero beneficiare circa 110 000 famiglie di queste cinque regioni, si prevede di:

  • fornire sostegno istituzionale alle politiche e ai programmi, soprattutto a vantaggio dell'Agenzia per la tutela ambientale;

  • sensibilizzare maggiormente le parti interessate alle questioni legate al cambiamento climatico e migliorare le loro conoscenze in questo campo;

  • individuare e sperimentare le prassi relative al cambiamento climatico in settori specifici.

Contesto

L'Etiopia è fra i paesi ACP uno dei principali beneficiari dei finanziamenti erogati dal Fondo europeo di sviluppo (FES). La dotazione nazionale complessiva per il 10°FES, che copre il periodo 2008-2013, ammonta a 644 milioni di euro. L'UE considerata nel suo complesso (Commissione europea e Stati membri) è il principale donatore a favore dell'Etiopia, con un volume totale di impegni pari a circa 1 miliardo di euro all'anno (il 40% degli aiuti pubblici totali all'Etiopia). L'Unione rappresenta inoltre il principale mercato di esportazione per i prodotti etiopici. Negli ultimi cinque anni si è registrato un tasso medio di crescita economica del 10%, con un rallentamento che, secondo le previsioni, dovrebbe portare tale tasso al 7% per il 2010.

L'Alleanza mondiale contro il cambiamento climatico (AMCC), istituita dalla Commissione europea nel 2007, intende approfondire il dialogo, intensificare la cooperazione e aumentare il sostegno in materia di cambiamento climatico tra i paesi europei e i paesi in via di sviluppo più vulnerabili al cambiamento climatico, in particolare i paesi meno sviluppati (PMS) e i piccoli Stati insulari in via di sviluppo (SIDS). Tra le principali attività dell'AMCC figurano: accordi finanziari con paesi beneficiari selezionati, eventi organizzati nell'ambito del dialogo regionale per intensificare la cooperazione sul cambiamento climatico e azioni di assistenza tecnica, come l'elaborazione di progetti e le attività volte a sviluppare le capacità.

Per maggiori informazioni:

Sito Internet della DG Sviluppo e cooperazione EuropeAid

http://ec.europa.eu/europeaid/index_it.htm

Sito Internet del commissario europeo per lo sviluppo Andris Piebalgs:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/piebalgs/index_en.htm

Sito Internet della delegazione dell'UE in Etiopia:

http://eeas.europa.eu/delegations/ethiopia/index_en.htm

Sito Internet dell'Alleanza mondiale contro il cambiamento climatico:

http://www.gcca.eu/pages/1_2-Home.html


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website