Navigation path

Left navigation

Additional tools

"Abilitare" il nostro futuro: un consiglio degli esperti alla Commissione sulle tecnologie emergenti

European Commission - IP/10/934   13/07/2010

Other available languages: EN FR DE

IP/10/934

Bruxelles, 13 luglio 2010

"Abilitare" il nostro futuro: un consiglio degli esperti alla Commissione sulle tecnologie emergenti

Quasi nessuno avrebbe previsto 10 anni fa che il mondo delle imprese potesse rassomigliare a quello che è oggi. Non utilizziamo più le macchine da scrivere e la maggior parte delle informazioni sono disponibili e vengono scambiate elettronicamente. Come sarà il mondo dell'industria fra 10 anni? Quali materiali e quali tecnologie utilizzeremo per produrre i beni di consumo, per fare affari, per imparare, per vivere e per comunicare? Per sfruttare al meglio il potenziale che le tecnologie hanno da offrire, i Vice-Presidenti della Commissione europea Antonio Tajani e Neelie Kroes e il Commissario Máire Geoghegan-Quinn hanno lanciato oggi il Gruppo di esperti di alto livello sulle cosiddette tecnologie abilitanti fondamentali. Le tecnologie abilitanti fondamentali, e in particolar modo le nanotecnologie, la micro e la nano elettronica, ivi compresi i semiconduttori, i nuovi materiali, la biotecnologia e la fotonica, hanno un'importanza fondamentale per modellare l'avvenire industriale dell'UE. I lavori di questo gruppo contribuiranno alla creazione di una strategia europea per lo sviluppo industriale di queste tecnologie.

Il Vice-presidente Antonio Tajani, Commissario responsabile per l'industria e l'imprenditoria, ha dichiarato: «la maggior parte dei beni e servizi che saranno disponibili fra 5 o 10 anni sono ancora sconosciuti, ma sicuramente deriveranno dalle tecnologie abilitanti fondamentali. Le raccomandazioni del gruppo di esperti di alto livello sulle modalità di sviluppo di queste tecnologie abilitanti fondamentali sono cruciali per l'ammodernamento della nostra base industriale. I lavori di questo gruppo sono uno strumento supplementare che l'UE può sfruttare per raggiungere gli obiettivi fissati nella strategia Europa 2020.»

Le tecnologie abilitanti fondamentali hanno, in quanto tali, un'importanza sistemica per le nostre economie e racchiudono delle possibilità commerciali enormi. La dimensione del mercato mondiale delle nanotecnologie, della micro e della nano elettronica, della biotecnologia industriale, della fotonica, dei nuovi materiali e dei nuovi processi produttivi, è stimata dagli esperti fra i 500 e i 570 miliardi di euro l'anno. I tassi di crescita annuale attesi vanno dal 5 al 46%. Per rendere l'idea, i settori tradizionali, come l'elettronica, l'automotive, l'industria chimica o quella farmaceutica, generano ciascuno un fatturato fra i 1000 e 1800 miliardi di euro l'anno su scala mondiale.

L'UE deve lavorare su delle misure politiche che abbiano come obiettivo quello di assicurare che le tecnologie abilitanti fondamentali siano diffuse efficacemente e che i risultati della R&S del settore siano sfruttati con successo. Il mandato del gruppo di esperti di alto livello è di elaborare una strategia comune di lungo periodo sulle modalità con le quali è possibile migliorare lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali a livello europeo. La Commissione farà un rapporto dei lavori del gruppo al Consiglio e al Parlamento nel 2011.

La Comunicazione è parte integrante della politica industriale e dell'innovazione dell'UE.

http://ec.europa.eu/enterprise/sectors/ict/key_technologies/index_en.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website