Navigation path

Left navigation

Additional tools

Sicurezza alimentare: secondo gli esperti UE la fabbricazione di prodotti lattiero-caseari può riprendere solo se i prodotti si dimostrano sicuri

European Commission - IP/10/877   02/07/2010

Other available languages: EN FR DE SL

IP/10/877

Bruxelles, 2 luglio 2010

Sicurezza alimentare: secondo gli esperti UE la fabbricazione di prodotti lattiero-caseari può riprendere solo se i prodotti si dimostrano sicuri

La Commissione europea segue attentamente la situazione per quanto riguarda la mozzarella alterata. La produzione di prodotti lattiero-caseari nello stabilimento tedesco interessato potrà riprendere solo quando si sarà accertato che questi prodotti sono sicuri per il consumo. Questo è il duplice messaggio trasmesso in seguito alla riunione di ieri degli esperti UE (Stati membri e Commissione) del comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali. Le autorità tedesche preposte alla sicurezza alimentare hanno informato dettagliatamente gli altri Stati membri e la Commissione dei controlli effettuati dalle autorità competenti e delle misure correttive prese dallo stabilimento. Il comitato ha inoltre discusso la protezione delle galline ovaiole, la malattia di Aujeszky nei suini e la rinotracheite infettiva bovina (IBR).

La Commissione ha presentato al comitato permanente i principali risultati della missione in loco effettuata dall'Ufficio alimentare e veterinario (FVO) tra il 23 e il 25 giugno. È stato evidenziato tra l'altro che, quando la contaminazione è stata scoperta, lo stabilimento non ha informato le autorità competenti. La Commissione ha dichiarato che la produzione di prodotti lattiero-caseari (come la mozzarella) potrà riprendere solo quando le autorità competenti avranno pienamente garantito che la fonte della contaminazione è stata eliminata e la qualità batteriologica dei prodotti è ristabilita.

La mozzarella alterata prodotta dallo stabilimento in questione aveva una colorazione blu. È stata individuata inizialmente in Italia, paese che ha notificato il caso a tutti gli Stati membri e alla Commissione il 9 giugno mediante il sistema di allarme rapido per gli alimenti e i mangimi. Il formaggio alterato era inoltre giunto in altri Stati membri e paesi terzi, dove è stato ritirato dal mercato.

Tra le altre questioni discusse dal comitato rientrano:

Protezione delle galline ovaiole: la direttiva 1999/74/CE del Consiglio sulla protezione delle galline ovaiole prevede il divieto delle batterie di gabbie entro il 1° gennaio 2012. Per assicurare che il divieto venga adeguatamente applicato, la Commissione ha discusso lo stato di avanzamento della sua attuazione e ha annunciato che nel 2011 i propri servizi di ispezione verificheranno principalmente se gli Stati membri avranno preso misure per preparare la graduale eliminazione delle batterie di gabbie.

Malattia di Aujeszky: il comitato permanente ha inoltre deciso di aggiornare la qualifica sanitaria di Slovenia, Polonia e di tutta la Spagna per quanto riguarda questa malattia virale che colpisce i suini, poiché in questi ultimi tempi si sono compiuti notevoli progressi nel tentativo di eradicarla. La Slovenia può ora aggiungersi al gruppo di Stati membri indenni dalla malattia di Aujeszky, mentre la Polonia e tutto il territorio della Spagna (in precedenza si trattava solo di alcune regioni) sono ora nell'elenco degli Stati membri che seguono norme commerciali speciali (da applicare per non compromettere i risultati della lotta contro la malattia).

Rinotracheite infettiva bovina (IBR) e condizioni commerciali connesse: il comitato permanente ha sostenuto la proposta della Commissione sulla IBR, una malattia che colpisce il bestiame, per agevolare la circolazione degli animali all'interno dell'UE senza compromettere la qualifica sanitaria delle zone indenni dalla malattia. Sono state introdotte nuove condizioni che consentono spostamenti diretti in stalle chiuse di animali da ingrasso destinati alla macellazione. Questo avverrà mediante un sistema di canalizzazione e tracciabilità controllato dalle autorità competenti degli Stati membri.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website