Navigation path

Left navigation

Additional tools

Other available languages: EN FR DE EL HU

IP/10/867

Bruxelles, 1 giuglo 2010

Il fondo UE "Marie Curie" sostiene la ricerca relativa a un farmaco antitumorale a base di zucchero

Uno scienziato italiano sovvenzionato dal fondo per la ricerca dell'Unione europea "Marie Curie" partecipa allo sviluppo di una terapia innovativa che potrebbe rappresentare un importante passo avanti nella lotta contro il tumore cerebrale.

Milo Malanga presenterà dettagliatamente una nuova ricerca relativa allo sviluppo di un nuovo farmaco antitumorale a base di ciclodestrine (un tipo di zucchero che si trova nelle patate, nel frumento, nel granturco e nel riso) in occasione della conferenza "Marie Curie" a Torino il 2 luglio.

Malanga sta lavorando con un gruppo di scienziati e ricercatori presso il Cyclolab di Budapest, il più grande laboratorio di ricerca e sviluppo di questo tipo nel mondo. I risultati della ricerca relativa alla terapia antitumorale, nota come progetto Cyclon, sono previsti per il 2013.

"Sfortunatamente i farmaci avanzati per la lotta contro diversi tipi di tumori cerebrali sono scarsi e neppure così efficaci da garantire un grado accettabile di successo," ha affermato Malanga, che nel gennaio di quest'anno è stato scelto per ricevere una sovvenzione dal progetto dell'UE "Azioni Marie Curie".

"Se il nostro lavoro al Cyclolab porterà i frutti previsti, i nuovi farmaci antitumorali potrebbero essere pronti per il 2013," ha dichiarato.

Una delle sfide principali per i ricercatori è lo sviluppo di farmaci in grado di distruggere le cellule tumorali senza eliminare nel contempo anche cellule sane. Un altro problema specifico incontrato consiste nel fatto che il cervello è protetto da uno strato di cellule ad alta densità, noto come "barriera emato-encefalica", che riduce l'efficacia della maggior parte delle attuali terapie antitumorali.

Milo Malanga è uno dei 396 ricercatori titolari di una borsa di studio che parteciperanno alla conferenza "Marie Curie", ai margini dell'EuroScience Open Forum 2010 a Torino. La conferenza "Marie Curie" mira a far sì che i ricercatori sostenuti dall'UE possano ampliare le proprie conoscenze e le proprie prospettive di carriera.

Le azioni Marie Curie dell'UE prevedono sovvenzioni a livello post laurea e post dottorato per promuovere la mobilità tra i migliori ricercatori d'Europa. L'UE destinerà più di 4,5 miliardi di euro al progetto nel corso del periodo 2007-2013.

Dal 1996 le azioni Marie Curie hanno svolto un ruolo centrale nello "Spazio europeo della ricerca". Sono gestite dall'Agenzia esecutiva per la ricerca (REA), un organo di finanziamento istituito dall'UE per la gestione di parti del settimo programma quadro europeo di ricerca, uno dei pilastri della strategia "Europa 2020" per una crescita sostenibile e inclusiva.

Il commissario Androulla Vassiliou, nella cui responsabilità rientra il fondo "Azioni Marie Curie", ha dichiarato: "Mi auguro che Milo Malanga e i suoi colleghi riescano a sviluppare un farmaco che potrebbe salvare migliaia, se non milioni, di vite. Sono orgogliosa del contributo UE al loro lavoro, che è un esempio eccellente del valore aggiunto delle sovvenzioni europee a sostegno della ricerca.

Il progetto "Marie Curie" riunisce i migliori talenti dell'università e della ricerca per far sì che la conoscenza possa circolare liberamente attraverso i confini stimolando innovazione e nuove idee, che costituiscono la linfa del progresso nel settore della salute e in molti altri settori."

Milo Malanga ha 33 anni. Ha studiato chimica e tecnologia farmaceutica all'Università di Bologna, la città in cui vive. Interverrà alla conferenza "Marie Curie" presso il Lingotto di Torino venerdì 2 luglio alle 11.15.

Il commissario per la ricerca, l'innovazione e la scienza Máire Geoghegan-Quinn interverrà all'EuroScience Open Forum 2010 di Torino il 3 luglio, illustrando come la prossima strategia della Commissione sull'Unione dell'innovazione rafforzerà il progresso scientifico e la prosperità sostenibile e come il Centro comune di ricerca contribuirà a questi obiettivi con la sua nuova strategia.

Milo Malanga

Link:

Sito web "Marie Curie": http://ec.europa.eu/research/mariecurieactions/

ESOF: http://www.esof2010.org/

Strategia UE 2020: http://ec.europa.eu/eu2020/index_en.htm

FP7: http://cordis.europa.eu/fp7/home_en.html

REA: http://ec.europa.eu/research/rea/


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website