Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

Autres langues disponibles: FR EN DE

IP/ 10/7

Bruxelles, 7 gennaio 2010

La Commissione aggiudica importanti contratti per rendere Galileo operativo all'inizio del 2014

Oggi la Commissione europea ha annunciato l 'aggiudicazione di tre dei sei contratti per l'appalto riguardante la capacità operativa iniziale di Galileo. Il contratto per i servizi di supporto al sistema è stato aggiudicato a ThalesAleniaSpace (Italia), quello per un primo ordine di 14 satelliti a OHB System AG (Germania) e quello per i servizi di lancio a Arianespace (Francia). In questo modo già dai primi mesi del 2014 sarà possibile realizzare la fase costitutiva iniziale del sistema di navigazione satellitare europeo e avviare la fornitura di servizi.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea responsabile dei trasporti, ha dichiarato: "Grazie a questi contratti e agli altri che saranno aggiudicati a breve, stiamo portando a termine una fase critica del programma Galileo. Ora possiamo concentrare i nostri sforzi sull'effettiva realizzazione del progetto e dimostrare ai cittadini europei che il sistema di navigazione satellitare dell'Europa sta diventando una realtà concreta".

Il contratto aggiudicato a ThalesAleniaSpace per i sistemi di supporto al sistema, che ha un valore di 85 milioni di euro, riguarda i servizi industriali necessari per fornire assistenza all'Agenzia spaziale europea per l'integrazione e la convalida del sistema Galileo.

La firma di un contratto quadro a dicembre sia con OHB System AG che con EADS-Astrium GmBH, entrambi di Germania , ha spianato la strada per la fornitura complessiva di un massimo di 32 satelliti. Oggi OHB si aggiudica il primo ordine di 14 satelliti per un valore di 566 milioni di euro. Gli altri satelliti saranno oggetto di ordini di lavori successivi, di volta in volta forniti da OHB o da EADS-Astrium GmBH, a seconda di quale azienda presenterà l'offerta più vantaggiosa. La Commissione intende seguire una strategia di doppia fornitura per ridurre i rischi, in particolare per quanto riguarda i tempi di consegna, e potenziare la flessibilità.

Il contratto aggiudicato a Arianespace, che ha un valore di 397 milioni di euro, riguarda il lancio di cinque lanciatori Soyuz, ognuno dei quali trasporterà due satelliti. Il primo lancio è programmato per il mese di ottobre 2012.

I contratti dovrebbero essere firmati nelle prossime settimane dalle aziende selezionate e dall 'Agenzia spaziale europea, a nome della Commissione europea.

Ora la Commissione è in grado di programmare meglio il calendario per la fornitura dei diversi servizi Galileo : il servizio aperto ( Open Service ), il servizio pubblico regolamentato ( Public Regulated Service ) e il servizio di ricerca e salvataggio ( Search And Rescue Service ) saranno forniti già dai primi mesi del 2014. Il servizio per la sicurezza della vita umana ( Safety-of-Life Service ) e il servizio commerciale saranno testati a partire dal 2014 e verranno forniti quando Galileo conseguirà la piena capacità operativa con una costellazione di 30 satelliti.

Gli altri tre appalti, riguardanti l'infrastruttura di terra per le missioni, l'infrastruttura di terra di controllo e le operazioni, dovrebbero essere aggiudicati entro la metà del 2010.

Contesto

Pro cedura di appalto

  • L 'appalto per la piena capacità operativa di Galileo è suddiviso in sei pacchetti di lavori:

  • s ervizi di supporto al sistema

  • satelliti

  • servizi di lancio per la messa in orbita dei satelliti

  • infrastruttura di terra per la missione al fine di assicurare la fornitura dei servizi

  • infrastruttura di terra di controllo per la gestione dei satelliti

  • operazioni.

L 'Agenzia spaziale europea, su incarico della Commissione europea, ha avviato la procedura nel luglio del 2008. Le aziende preselezionate sono state invitate a presentare le loro offerte migliori e finali a seguito di un'ampia fase di discussioni. Tutti gi appalti sono aggiudicati sulla base dell'offerta economicamente più vantaggiosa.

Per alcuni pacchetti di lavori possono essere firmati sia contratti quadro che contratti specifici . I contratti quadro definiscono le condizioni alle quali i contratti specifici saranno conclusi per ordini di lavori concreti, ma senza alcun impegno quanto all'aggiudicazione dei contratti specifici.

Servizi di supporto per il sistema

Mediante un contratto quadro valido dal 2010 al 2016 ThalesAleniaSpace si è aggiudicato un contratto specifico per un primo ordine di lavori. Il contratto specifico per il primo ordine dura dal 2010 al 2014 e comprende i servizi seguenti:

  • ingegneria di sistema

  • ingegneria delle prestazioni del sistema

  • ingegneria del segnale nello spazio

  • ingegneria della sicurezza

  • ingegneria del segmento di terra

  • assemblaggio, integrazione e verifica del sistema

  • garanzia del prodotto.

Satellit i

Sia con OHB System AG che con EADS-Astrium GmBH, è stato firmato un contratto quadro, valido dal 2010 al 2015, per la fornitura di un massimo di 32 satelliti. OHB si è aggiudicato un contratto specifico per un primo ordine di 14 satelliti che prevede la fornitura del primo satellite nel luglio 2012. A partire da questa data è prevista la consegna di un satellite ogni mese e mezzo: l'ultimo dovrebbe essere consegnato nel marzo 2014.

Servizi di lancio

Arianespace si è aggiudicato un contratto per il lancio di cinque lanciatori Soyuz da Kourou, nella Guyana francese, ognuno dei quali trasporterà due satelliti a bordo. Il primo lancio è programmato per il mese di ottobre 2012 e sarà seguito da quatto o cinque lanci l'anno. L'appalto prevede anche la possibilità in futuro di effettuare due lanci supplementari di Soyuz (due satelliti a bordo) o un lancio di Ariane 5 (quattro satelliti a bordo).

Fasi del programma

Il programma Galileo è strutturato in due fasi:

  • la fase di convalida in orbita ( in-orbit validation , IOV) prevede una serie di test e la messa in funzione di quattro satelliti nonché della relativa infrastruttura di terra. Questa fase è attualmente in corso. Il lancio dei primi due satelliti IOV è previsto per fine novembre 2010, gli altri due saranno lanciati nell'aprile del 2011.

  • la fase di piena capacità operativa ( full operational capability , FOC), che prevede la realizzazione della restante infrastruttura di terra e nello spazio, include una fase iniziale di capacità operativa con 18 satelliti funzionanti. Il sistema completo sarà composto da 30 satelliti, centri di controllo situati in Europa e una serie di stazioni di collegamento terra-satellite e di rilevamento installate in tutto il mondo.

Per maggiori informazioni su Galileo consultare il sito seguente: http://ec.europa.eu/transport/galileo .


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site