Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

IP/10/768

Bruxelles, 21 giugno 2010

Erasmus: record di studenti che ricevono un aiuto dell’UE per lo studio o la formazione all’estero

Nel 2008/09, un numero record di studenti si è recato all’estero per soggiorni di studio o stage presso imprese grazie al sostegno dell’UE nel quadro del programma Erasmus. Secondo i nuovi dati pubblicati oggi, quasi 200 000 studenti universitari hanno ottenuto una borsa di studio per seguire corsi o formazioni all’estero; ciò rappresenta un aumento globale dell’8,7% rispetto all’anno accademico precedente e significa che oltre due milioni di giovani europei hanno beneficiato del sostegno del programma Erasmus a partire dalla sua creazione nel 1987. L’aumento maggiore riguarda il numero di studenti che hanno effettuato stage presso le imprese, salito di oltre il 50% rispetto all’anno passato. Inoltre, nel 2009 più di 36 000 membri del personale degli istituti di istruzione superiore si sono recati all’estero per insegnare o ricevere una formazione in uno dei 31 paesi europei che partecipano al programma Erasmus.

Androulla Vassiliou, commissaria europea responsabile per l’istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha commentato: “Un numero sempre maggiore di giovani europei beneficia di un’esperienza di apprendimento all’estero nel corso dei propri studi. Chiedete a coloro che sono entrati a far parte della “generazione Erasmus” e vi diranno quanto questa esperienza li abbia aiutati nella loro crescita accademica e personale, nonché nel trovare un lavoro una volta finiti gli studi. Con la nuova iniziativa “Youth on the Move” intendiamo ampliare questo esempio di successo europeo e trasformarlo in opportunità per tutti i giovani.”

Nel corso dell’anno accademico 2008/09, 198 600 studenti in totale si sono recati in uno dei 31 paesi partecipanti al programma Erasmus (Stati membri dell’UE, Islanda, Liechtenstein, Norvegia e Turchia).

Questo numero record di studenti ammessi a beneficiare del programma rispecchia un aumento del 12% del bilancio disponibile nel 2008/09 per studi, stage presso le imprese e altre azioni di mobilità nel quadro di Erasmus. L’aumento del bilancio ha inoltre condotto ad un aumento della borsa mensile media offerta ai partecipanti nel 2008/09, passata da 255 a 272 euro. Solo in due paesi, l’Islanda e il Liechtenstein, il numero di studenti Erasmus partiti all’estero è risultato inferiore rispetto agli anni precedenti.

Poiché nei prossimi anni si prevedono aumenti di bilancio meno rilevanti sarà difficile mantenere una crescita analoga senza risorse supplementari.

Studi Erasmus

Grazie al sostegno di Erasmus, 168 200 studenti hanno potuto studiare all’estero e trascorrere in media sei mesi nel paese ospitante, con un aumento del 3,4% rispetto alle cifre dell’anno scorso. In due paesi (Germania e Polonia) non si è registrato alcun aumento del numero di studenti che hanno scelto questa possibilità, mentre in otto paesi tale numero è diminuito (Austria, Cipro, Danimarca, Estonia, Irlanda, Islanda, Liechtenstein e Regno Unito). Si ritiene che questa diminuzione sia legata in particolare a un maggior ricorso agli stage presso le imprese, alla concorrenza dei paesi di destinazione extraeuropei, all’inizio della crisi economica e al modesto importo delle borse concesse.

Stage Erasmus presso le imprese

A partire dal 2007, il programma Erasmus ha offerto agli studenti la possibilità di recarsi all’estero per effettuare stage presso le imprese o altre organizzazioni. Nel 2008/09 hanno beneficiato di questa possibilità 30 400 studenti, con un aumento di oltre il 50% rispetto all’anno precedente. La crescente popolarità di questi stage si spiega in particolare col desiderio degli studenti di migliorare le proprie prospettive occupazionali grazie a una formazione pratica, secondo quanto rivela un sondaggio Eurobarometro del 2009.

Paesi con il più alto numero di studenti Erasmus

La maggior parte degli studenti Erasmus proveniva dalla Francia (28 300 studenti), dalla Germania (27 900) e dalla Spagna (27 400). In termini di percentuale della popolazione studentesca, i migliori risultati sono stati ottenuti dal Lussemburgo (15,5%), dal Liechtenstein (3%), dall’Austria (1,9%) e dalla Repubblica ceca (1,7%).

La destinazione preferita degli studenti Erasmus è stata la Spagna (33 200 studenti), seguita dalla Francia (24 600) e dalla Germania (22 000).

Mobilità del personale

Nel corso dell’anno accademico 2008/09, il programma Erasmus ha finanziato oltre 36 000 scambi di personale degli istituti di istruzione superiore (+ 13,6%). In 28 600 casi i docenti hanno ricevuto una borsa per insegnare all’estero e in 7 700 casi il personale ha soggiornato in un altro paese nel quadro di formazioni presso imprese o istituti partner.

Contesto

Si calcola attualmente che il 4% degli studenti europei riceva una borsa Erasmus in un determinato momento dei propri studi. Il sostegno di Erasmus non si limita esclusivamente agli studenti e al personale universitario ma interessa altresì la cooperazione fra istituti di istruzione superiore per mezzo di reti, progetti multilaterali e altre misure. Un’attenzione crescente è inoltre rivolta all’apertura verso il mondo delle imprese e la società.

Con l’ingresso della Croazia e dell’ex Repubblica iugoslava di Macedonia nel 2009, il numero di paesi partecipanti al programma è salito a 33.

Secondo studi indipendenti, il programma Erasmus ha avuto un impatto sostanziale sotto molti punti di vista: i partecipanti acquisiscono competenze che migliorano le loro future possibilità di inserimento professionale o, nel caso del personale in servizio, le loro prospettive di carriera; l’ambiente degli istituti di istruzione superiore si internazionalizza ed essi introducono nuovi metodi didattici e nuovi servizi, migliorano la propria capacità di gestione, rafforzano le attività di ricerca e creano legami con le imprese.

La Commissione è convinta che il programma Erasmus possa contribuire alla strategia “Europa 2020” dell’Unione per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, consentendo ai giovani di acquisire le qualifiche e la flessibilità necessarie per operare in una società competitiva e basata sulla conoscenza.

Per ulteriori informazioni:

Sintesi contenente informazioni statistiche più dettagliate, fra cui una ripartizione per paese degli ultimi dati disponibili: “Erasmus programme in 2008/-09: the figures explained” MEMO/10/267 , 21 giugno 2010.

Commissione europea: Il programma Erasmus


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site