Navigation path

Left navigation

Additional tools

Piccole imprese: un più forte sostegno politico a quello che è il motore dell'occupazione nell'UE

European Commission - IP/10/723   11/06/2010

Other available languages: EN FR DE

IP/10/723

Bruxelles, 11 giugno 2010

Piccole imprese: un più forte sostegno politico a quello che è il motore dell'occupazione nell'UE

Con il manifestarsi della crisi economica nel 2008 si è bloccato uno sviluppo estremamente positivo che aveva per protagoniste le piccole e medie imprese (PMI). Tra il 2002 e il 2008 le PMI sono risultate essere il volano dell'occupazione nell'ambito dell'economia europea. Con 9,4 milioni di posti di lavoro creati tra il 2002 e il 2008 le PMI hanno superato sotto questo aspetto le grandi aziende. A questo quadro positivo fa da contraltare ora una perdita stimata di 3,25 milioni di posti di lavoro nel settore delle PMI nel periodo 2009 e 2010, come indicato nella relazione annuale sulle PMI pubblicata oggi. Per ciascuno Stato membro dell'UE e per 10 altri paesi si forniscono dati selezionati relativi al settore nazionale delle PMI come ad esempio il numero delle PMI e di posti di lavoro creati. Dalla relazione emerge anche che gli Stati membri hanno avviato diverse importanti azioni politiche, ma che occorre fare di più per far sì che gli orientamenti delineati nello Small Business Act (SBA) siano attuati appieno.

Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e responsabile per l'Industria e l'imprenditoria, ha affermato: "Le PMI rappresentano il futuro della nostra economia, soltanto esse possono generare nuove opportunità occupazionali. Considerati i tempi duri che ci attendono, una risposta politica efficace è essenziale per aiutare le PMI a svolgere il loro ruolo con successo. Gli Stati membri dovrebbero intensificare gli interventi atti a dare impulso alle PMI le quali, per prosperare, hanno bisogno di un contesto maggiormente business-friendly in tutta Europa".

Se si considera che danno lavoro a quasi 90 milioni di cittadini, i 20,7 milioni di PMI europee continuano ad essere la spina dorsale dell'economia dell'UE. Per promuovere il loro ruolo di volano dell'occupazione nell'UE sarà essenziale una celere attuazione delle azioni previste dallo Small Business Act (SBA). Si tratta dell'iniziativa politica di punta dell'UE in materia di PMI che prevede interventi ad opera della Commissione come anche degli Stati membri in 10 diversi ambiti politici (si rinvia al grafico più sotto).

Le principali conclusioni cui giunge la rassegna dei risultati delle PMI sono:

Nel 2002-2008 le PMI hanno superato le grandi aziende per quanto concerne la creazione di posti di lavoro: in media, tra il 2002 e il 2008, il numero di posti di lavoro nelle PMI è aumentato dell'1,9% all'anno, mentre nelle grandi imprese esso è aumentato soltanto dello 0,8% annualmente.

La crisi ha penalizzato innanzitutto le grandi e medie imprese, ma adesso sono le piccole imprese ad essere maggiormente colpite: stime relative alla produzione delle PMI dell'UE-27 per il 2009 indicano un declino del 5,5%. Nel 2009 il calo ha interessato essenzialmente le grandi e medie imprese, e in misura minore, le micro e piccole imprese, quest'ultime però dovrebbero essere maggiormente colpite nel 2010 e negli anni successivi via via che le misure di sostegno iniziali vengono progressivamente ritirate.

Anche negli Stati Uniti le PMI sono state duramente colpite: si stima che il numero di imprese sia calato dello 0,6% nel 2008 e del 2,2% nel 2009.

Gli Stati membri si sono attivati per attuare misure a sostegno delle PMI: per quanto concerne gli sviluppi politici, le schede SBA rivelano che nel 2007-2009 sono state attuate più di 500 misure politiche relative all'uno o all'altro dei 10 principi SBA. Soltanto una minoranza di 9 Stati membri è risultata attiva sull'intera gamma dei 10 principi SBA.<0}

Figures and graphics available in PDF and WORD PROCESSED

SME performance review (SPR – riesame del rendimento delle PMI)

L' SME Performance Review (SPR) fornisce informazioni sulla situazione delle PMI e sulla politica per le PMI nell'UE e intende recare un contributo a un processo decisionale all'indirizzo delle PMI efficace e basato su dati esperienziali. L'SPR è stato avviato nel 2008, lo stesso anno in cui ha visto la luce lo Small Business Act for Europe (SBA).

La relazione è stata prodotta, su incarico della Commissione, da EIM Business & Policy Research. I punti di vista espressi in questo documento sono esclusivamente di responsabilità di EIM e non rispecchiano necessariamente la posizione della Commissione. Questa relazione sulle PMI intende fornire un'analisi aggregata a livello di UE. Al momento della compilazione della relazione le cifre più recenti erano quelle relative al 2006, mentre le cifre relative agli anni successivi risultano da stime effettuate dal contraente.

Per ulteriori informazioni

Riesame del rendimento delle PMI

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/PMI/facts-figures-analysis/performance-review/index_en.htm

"Small Business Act" for Europe

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/PMI/small-business-act/index_en.htm

Portale europeo delle piccole imprese

http://ec.europa.eu/enterprise/policies/PMI/index_it.htm


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website