Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/595

Bruxelles, 21 maggio 2010

La Commissione europea convoca un gruppo di esperti per la ricerca di soluzioni in materia di diritto dei contratti

Per incrementare gli scambi transfrontalieri e garantire ai consumatori diritti effettivi, la Commissione europea ha istituito un nuovo gruppo di esperti con il compito di formulare proposte per migliorare il diritto dei contratti nell'Unione europea. Il gruppo, composto da 18 esperti del settore tra giuristi e rappresentanti dei consumatori, si è riunito per la prima volta oggi a Bruxelles. In estate la Commissione avvierà una consultazione pubblica sulle modalità più adeguate per migliorare ulteriormente la coerenza del diritto dei contratti, che potrebbe configurarsi come diritto facoltativo (anche denominato "ventottesimo sistema"). Ad esempio, un rivenditore irlandese in trattativa con un fornitore francese ma sprovvisto di una conoscenza adeguata del diritto francese potrebbe optare per la normativa europea per la disciplina del contratto. E ancora, per gli acquisti su Internet, premendo un "tasto blu" sul sito web un consumatore polacco potrebbe scegliere lo strumento di diritto europeo dei contratti e assicurarsi così un livello elevato di tutela.

Il 26 aprile 2010 la Commissione ha istituito un gruppo di esperti per un quadro comune di riferimento nel settore del diritto europeo dei contratti (decisione 2010/233/UE della Commissione). Il gruppo, che si riunirà una volta al mese fino a maggio 2011, è composto da esponenti del mondo accademico giuridico, da operatori che si occupano quotidianamente di diritto dei contratti, quali avvocati e notai, e da rappresentanti dei consumatori e delle imprese (per l'elenco completo consultare l'allegato).

Ricercatori finanziati dal programma generale di ricerca dell'UE (FP6) hanno lavorato per anni in questa complessa branca del diritto privato, esponendo i risultati delle loro attività in un progetto di quadro di riferimento comune (Draft Common Frame of Reference). Il nuovo gruppo avrà il compito di trasporne il testo in un linguaggio semplice e accessibile al pubblico, ripercorrendo il ciclo di vita del contratto, dagli obblighi precontrattuali e dalla formazione del contratto ai rimedi in caso di violazione e alle conseguenze della risoluzione.

Jonathan Faull, direttore generale della DG Giustizia, libertà e sicurezza, ha presieduto la prima riunione, che ha avuto ad oggetto questioni concrete riguardanti la definizione del contratto, la sua interpretazione e formazione. Il Parlamento europeo e il Consiglio partecipano alle riunioni del gruppo in qualità di osservatori.

La Commissione preparerà inoltre un documento programmatico e avvierà in estate una consultazione pubblica sulle modalità più adeguate per migliorare ulteriormente il diritto dei contratti in Europa. La consultazione rimarrà aperta fino a fine gennaio 2011 e verterà sui problemi transfrontalieri che interessano consumatori e imprese e sulla maniera migliore per risolverli.

Contesto

Con la strategia Europa 2020 la Commissione si impegna per eliminare gli ostacoli al mercato unico, in particolare offrendo soluzioni armonizzate per i contratti dei consumatori e clausole contrattuali tipo a livello UE, e compiendo progressi nell'ambito della coerenza del diritto dei contratti. Questa strategia è stata lanciata dal Presidente José Manuel Barroso il 3 marzo 2010 (IP/10/225).

La riunione del gruppo di esperti segue questo mese la pubblicazione di due importanti relazioni sulle sfide economico-sociali che l'UE dovrà affrontare: Una nuova strategia per il mercato unico, del professor Mario Monti, ex Commissario per il Mercato unico e la Concorrenza, e Project Europe 2030 (Progetto Europa 2030), coordinata dall'ex primo ministro spagnolo Felipe González Márquez. Tali relazioni prospettano soluzioni concrete sulle strategie che l'UE dovrà impiegare per affrontare le sfide paneuropee quali il cambiamento climatico, l'invecchiamento della popolazione, la garanzia di un impiego per i cittadini e la sicurezza sociale.

Il 19 maggio 2010 la Commissione ha presentato l'Agenda digitale (IP/10/581), che ha sottolineato il potenziale di una disciplina europea dei contratti per il completamento del mercato unico digitale per consumatori e imprese.

Per maggiori informazioni

Sala stampa online Giustizia e affari interni:

http://ec.europa.eu/justice_home/news/intro/news_intro_en.htm

Homepage di Viviane Reding, Vicepresidente e Commissario per il portafoglio Giustizia, diritti fondamentali e cittadinanza:

http://ec.europa.eu/commission_2010-2014/reding/index_en.htm

ANNEX

LIST OF MEMBERS OF THE EXPERT GROUP

Ms Susanne Czech, European E-commerce and Mail Order Trade Association

Professor Fernando Gomez, Universitat Pompeu Fabra, Barcelona

Professor Luc Grynbaum, Université Paris-Descartes

Professor Torgny Håstad, Justiteråd Högsta domstolen, Stockholm

Professor Martijn W. Hesselink, University of Amsterdam

Professor Miklos Kiraly, Eötvös Loránd University, Budapest

Professor Irene Kull, Faculty of Law, Tartu

Maître Pierre Levêque, Avocat au Barreau de Paris

Professor Paulo Mota Pinto, Universidade de Coimbra

Professor Jerzy Pisulinski, University Jagiellonian, Krakow

Mr Bob Schmitz, European Consumer Consultative Group, Luxembourg

Professor Hans Schulte-Nölke, European Legal Studies Institute, Osnabrück

Professor Jules Stuyck, Avocat au Barreau de Bruxelles

Professor Anna Veneziano, Università degli Studi di Teramo

Maître Ioana Lambrina Vidican, Notary, Bucharest

Professor Simon Whittaker, University of Oxford

Professor Hugh Beale, University of Warwick

Professor Eric Clive, University of Edinburgh

-------------------------------------------

Professor Bénédicte Fauvarque-Cosson, Université Panthéon-Assas, and Professor Christian von Bar, University of Osnabrück, are Special Advisors to Vice-President Viviane Reding on European contract law. The professors will give the Vice-President advice on the conclusions of the group’s work.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website