Navigation path

Left navigation

Additional tools

L'UE celebra il 25° anniversario delle Capitali europee della cultura

European Commission - IP/10/334   22/03/2010

Other available languages: EN FR DE DA ES NL SV PT FI EL CS ET HU LT LV MT PL SK SL BG RO GA

IP/10/334

Bruxelles, 22 marzo 2010

L'UE celebra il 25° anniversario delle Capitali europee della cultura

Il 23-24 marzo la Commissione europea celebrerà il 25° anniversario delle Capitali europee della cultura con una conferenza e un'esposizione organizzate a Bruxelles cui parteciperanno più di 400 rappresentanti delle Capitali passate, presenti e future e diversi altri operatori culturali. Il Presidente José Manuel Barroso e il Commissario Androulla Vassiliou inaugureranno l'evento assieme a Doris Pack, Presidente della commissione "Cultura" del Parlamento europeo. La conferenza intende condividere esperienze e buone pratiche nonché valutare l'impatto che le Capitali europee della cultura hanno avuto a partire dal loro avvio nel 1985.

Il Presidente Barroso ha affermato: "Questa iniziativa è una chiara prova dell'impegno dell'UE nei confronti della diversità culturale e di come la cultura possa unire i cittadini europei. Desidero ringraziare tutte le città che hanno fatto da palcoscenico dell'Europa durante l'anno in cui erano state designate Capitali europee e auguro alle Capitali europee della cultura un grande successo anche nei prossimi 25 anni."

Androulla Vassiliou, Commissario responsabile per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, ha commentato: "Il 25° anniversario sarà un'opportunità per riflettere sul grande successo delle Capitali europee della cultura in quanto volàno della creatività, della creazione di posti di lavoro, dell'inclusione sociale, della rigenerazione e del turismo. Si tratta di uno degli eventi culturali europei che godono del maggior riconoscimento tra il pubblico e sono certa che l'evento continuerà a mettere in luce l'aspetto migliore dell'Europa anche nei 25 anni a venire."

La prima giornata della conferenza è consacrata alla celebrazione ufficiale nonché a uno scambio di pareri tra le Capitali passate, presenti e future. La seconda giornata avrà una dimensione maggiormente strategica e si soffermerà sull'impatto e sul retaggio dell'iniziativa.

Da quando Atene, nel 1985, è stata nominata prima Capitale europea della cultura, più di 40 città di tutta Europa hanno detenuto il titolo. Le Capitali della cultura di quest'anno sono Essen nella Ruhr (Germania), Pécs (Ungheria) e Istanbul (Turchia).

I principali obiettivi del progetto "Capitali europee della cultura" sono:

  • porre in luce la ricchezza e la diversità delle culture europee;

  • promuovere la comprensione reciproca tra i cittadini europei;

  • incoraggiare il senso di appartenenza alla stessa famiglia europea sensibilizzando i cittadini sulle comune radici europee e sulle ambizioni condivise per il futuro.

Le Capitali europee della cultura presentano inoltre un'opportunità senza pari di rigenerare città nel lungo periodo infondendo nuova vitalità alla loro vita culturale, alle loro industrie creative e trasformando la loro immagine.

La compianta Melina Mercouri, che era ministro della Cultura della Grecia oltre ad essere stata un'attrice famosa, ha concepito l'idea delle Capitali europee della cultura assieme a Jack Lang, la sua controparte in Francia. (Si veda sotto l'elenco delle Capitali).

Per saperne di più:

Sulla celebrazione

http://ec.europa.eu/culture/news/news2459_en.htm

Sulle Capitali europee della cultura

http://ec.europa.eu/culture/our-programmes-and-actions/doc413_en.htm

Vedi anche MEMO/10/93.

ALLEGATO: Le Capitali europee della cultura 1985-2011

1985 : Atene (Grecia)

1986 : Firenze (Italia)

1987 : Amsterdam (Paesi Bassi)

1988 : Berlino (Germania)

1989: Parigi (Francia)

1990 : Glasgow (Regno Unito)

1991 : Dublino (Irlanda)

1992 : Madrid (Spagna)

1993 : Anversa (Belgio)

1994: Lisbona (Portogallo)

1995 : Lussemburgo (Lussemburgo)

1996 : Copenaghen (Danimarca)

1997 Salonicco (Grecia)

1998: Stoccolma (Svezia)

1999: Weimar (Germania)

2000 : Bergen (Norvegia), Bologna (Italia), Bruxelles (Belgio), Helsinki (Finlandia), Cracovia (Polonia), Praga (Repubblica ceca), Reykjavík (Islanda), Santiago de Compostela (Spagna)

2001: Rotterdam (Paesi Bassi) e Porto (Portogallo)

2002 : Bruges (Belgio) e Salamanca (Spagna)

2003 : Graz (Austria)

2004 : Genova (Italia) e Lilla (Francia)

2005 : Cork (Irlanda)

2006 : Patrasso (Grecia)

2007 : Sibiu (Romania) e Lussemburgo (Lussemburgo)

2008 : Liverpool (Regno Unito) e Stavanger (Norvegia)

2009 : Vilnius (Lituania) e Linz (Austria)

2010 : Istanbul (Turchia), Essen nella Ruhr (Germania) e Pécs (Ungheria)

2011 : Turku (Finlandia) e Tallinn (Estonia)

2010 : Guimarães (Portogallo) e Maribor (Slovenia)

2011 : Marsiglia (Francia) e Košice (Slovacchia)


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website