Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/250

Bruxelles, 9 marzo 2010

Cultura: l a Commissione propone un marchio europeo per il patrimonio culturale valido nell’intera Unione

La Commissione europea propone oggi l’istituzione del “Marchio per il patrimonio culturale europeo”, quale iniziativa su scala UE. L'obiettivo del marchio è dare rilievo ai luoghi che celebrano e simbolizzano l'integrazione, gli ideali e la storia dell’Europa. La decisione che propone di istituire questo marchio verrà sottoposta all’approvazione del Consiglio dei ministri dell’UE e del Parlamento europeo e potrà entrare in vigore nel 2011 o nel 2012.

“Credo che il marchio per il patrimonio culturale europeo contribuirà a sensibilizzare il pubblico sul nostro retaggio culturale, comune a noi tutti e nel contempo diverso, oltre a stimolare il turismo culturale e il dialogo interculturale”, sostiene Androulla Vassiliou, Commissario europeo per l’istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù.

La proposta della Commissione prende le mosse da un progetto intergovernativo del 2006 cui avevano partecipato 17 Stati membri. Fare ora del marchio del patrimonio culturale europeo un’iniziativa dell’Unione europea contribuirà a dargli maggiore credibilità, visibilità e prestigio.

In base al sistema vigente , finora hanno ottenuto il marchio sessantaquattro siti previa selezione da parte dei singoli Stati membri (v. l’elenco allegato). Si va dalla casa di Robert Schuman, lo statista francese che è stato tra i padri fondatori dell’UE, sita a Scy-Chazelles (Lorena), ai cantieri di Danzica in Polonia, culla di Solidarność, il primo sindacato indipendente in un paese del Patto di Varsavia e che ha contribuito a scatenare gli eventi grazie ai quali il continente si è unificato al termine della Guerra fredda.

Nel contesto del nuovo sistema proposto, ciascuno dei 27 Stati membri potrà nominare sino a due siti destinati a ricevere il nuovo marchio per il patrimonio culturale europeo. Un gruppo di esperti indipendenti esaminerà le proposte e sceglierà per ogni paese non più di un sito all’anno cui assegnare il marchio. La partecipazione avverrà su base volontaria.

I principali vantaggi offerti dal marchio per il patrimonio culturale europeo sono:

- nuove opportunità di conoscere il retaggio culturale dell’Europa e i valori democratici che sottendono la storia e l’integrazione europee;

- maggiore sensibilità per il turismo culturale europeo con le conseguenti ricadute economiche;

- criteri chiari e trasparenti per gli Stati membri partecipanti;

- procedure di selezione e monitoraggio che abilitino solo i siti più pertinenti a ottenere il marchio.

La proposta di un marchio per il patrimonio culturale europeo si differisce da altre iniziative in materia di retaggio culturale, come l’elenco del patrimonio mondiale dell' UNESCO e gli “Itinerari culturali europei” del Consiglio d’Europa in quanto:

  • d esignerà siti che hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia dell’Unione europea;

  • selezionerà siti in base al loro valore simbolico per l’Europa piuttosto che su criteri inerenti alla bellezza o alla qualità architettonica;

  • ribadirà la dimensione educativa, soprattutto per i giovani.

Allegato: siti che hanno ricevuto il marchio del patrimonio culturale europeo in base al sistema vigente finora:

M archio del patrimonio culturale europeo – Siti già in precedenza selezionati dagli Stati membri

PAESE

SITO 1

BELGI O

Pala zzo dei Principi vescovi a Liegi

Gr ès di Raeren (comunità tedesca)

Sito a rcheologico di Ename

Sito archeologico di Coudenberg

BULGARIA

Sito archeologico di Debelt

Memorial e di Vassil Levski

Centro storico di Ruse

Centro musicale Boris Christoff

C IPRO

Fortifica zione di Nicosia

Cast ello di Kolossi

Sito di Kourion

Circuit o di 6 chiese con affreschi bizantini e post- bizantini, Troodos

REPUBBLICA C ECA

Caste llo di Kyn Ž vart

Zlín, città di Tom áš Bat'a

Miniera di carbone di Vítkovice a Ostrava

Memorial e di Anton í n Dvo řá k a Vysok á u Příbrami

FRANCIA

Abbazia di Cluny

Casa di Robert Schuman, nei pressi di Metz

Pala zzo dei Papi, Avignone

GRECIA

Acr opoli di Atene

Palazzo di Knossos

Sito archeologico di Poliochne

Sito bi zantino di Monemvasia

UNG HERIA

C astello reale di Esztergom

Fortezza di Szigetv á r

Collegio ri formato e Chiesa Grande di Debrecen

P alazzo reale di Visegrád

ITAL IA

Luoghi natale di Rossini, Puccini e Verdi

Luogo natale di Alcide De Gasperi

Isola di Ventotene

Palazzo del Campidoglio a Roma

L ETTONIA

Centro storico di Riga

Palazzo Rund ā le

Città di Kuld ī ga

LITU ANIA

Opere di Mikalojus Konstantinas Č iurlionis '

Centro s torico di Kaunas

Piana di Ž emaitija e Collina delle croci

Muse o delle vittime del genocidio (1940-41) a Vilnius

MALTA

Catacomb e di Rabat

POL ONIA

Cantieri di D anzica

Co llina di Lech a Gniezno (cattedrale, chiesa, palazzi, museo)

Cat tedrale dei Santi Vaclav e Stanislav , Cracovia

Città di Lublino

PORT OGALLO

C attedrale di Braga

Convento di Jesus a Setúbal

Biblioteca dell' Università di Coimbra

Aboli zione della pena di morte

ROMANIA

Sito a rcheologico di Istria

Palazzo Cantacuzino a Bucharest

Atene o rumeno a Bucarest

Par co Br â ncu ş i a T â rgu Jiu

SLOVA CCHIA

Architettura e cclesiastica preromanica, chiesa di Santa Margherita, Kop č any

Caste llo di Červený Kameň

T omba del generale Milan Rastislav Štefánik a Bradlo

SLOVENIA

Chiesa comm emorativa del Santo Spirito a Javorca

Ospedale partigiano Franja a Dolenji Novaki

C imitero di Zale a Ljubljana

SPAGNA

Archivio della corona di Aragona

Monastero reale di Yuste

Capo Finisterre

Casa dello student e (Residencia de estudiantes), a Madrid

SVIZZERA

Cat tedrale di St. Peter a Ginevra

Caste llo di La Sarraz

O spizio del San Gottardo

1 :

Qu esti siti sono stati selezionati dagli Stati membri in base ad accordi intergovernativi. Per assicurare la coerenza complessiva del marchio del patrimonio europeo, i siti nell'Unione europea che hanno ricevuto il marchio sulla base del sistema intergovernativo e che desiderano ottenere il nuovo marchio dovranno essere assoggettati a convalida sulla base dei nuovi criteri .


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website