Chemin de navigation

Left navigation

Additional tools

IP/10/ 172

Bruxelles, 22 febbraio 2010

La Commissione europea propone che l 'UE sostenga il divieto del commercio internazionale di tonno rosso dell'Atlantico

La Commissione europea ha proposto oggi che l'Unione si adoperi affinché, entro il prossimo anno, venga istituito ed entri in vigore un divieto del commercio internazionale di tonno rosso dell'Atlantico. La Commissione è seriamente preoccupata per il fatto che l'eccessivo sfruttamento di tale specie, per lo più legato al commercio internazionale, rischia di produrre uno stato di grave depauperamento degli stock. La proposta sarà discussa con gli Stati membri al fine di raggiungere una posizione comune dell'UE per la prossima riunione della Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e di fauna selvatiche minacciate di estinzione (CITES) che avrà luogo a Doha, in Qatar, dal 13 al 25 marzo 2010.

Il commissario europeo per l 'ambiente, Janez Potočnik, ha dichiarato al riguardo: "Abbiamo la responsabilità, nei confronti delle generazioni future, di adottare misure decisive quando esiste la probabilità che una specie vada incontro all'estinzione. Abbiamo il dovere di preservare il nostro capitale naturale. Poiché sussiste un rischio elevato che il tonno rosso dell'Atlantico scompaia definitivamente, non ci resta che agire immediatamente e proporre di vietarne il commercio internazionale".

Maria Damanaki, commissaria per gli affari marittimi e la pesca, ha inoltre commentato: "Il nostro obiettivo è garantire ai pescatori un futuro sostenibile. Per questo è necessario preservare lo stato di salute degli stock di tonno rosso, ed è evidente per tutti che l'eccessivo sfruttamento della risorsa non può certo essere la strada da percorrere. Un aspetto importante della soluzione che oggi proponiamo è rappresentato da un regime specifico applicabile alla flotta da pesca artigianale".

La Commissione nutre serie preoccupazioni per il cattivo stato di conservazione del tonno rosso dell 'Atlantico ed è consapevole che la domanda di tale risorsa è in ampia misura determinata dagli scambi internazionali.

Pur riconoscendo che dal 2006 ad oggi la Commissione internazionale per la conservazione dei tonnidi dell 'Atlantico (ICCAT) ha attuato numerosi interventi per far fronte a questo problema, la Commissione, sulla base degli ultimi dati scientifici disponibili, ritiene che il tonno rosso dell'Atlantico dovrebbe essere inserito nell'Appendice I della CITES.

Tale appendice raggruppa le specie minacciate di estinzione il cui commercio deve essere soggetto a norme particolarmente rigorose ed essere autorizzato soltanto in circostanze eccezionali. Inserire il tonno rosso nell'Appendice I significherebbe vietarne il commercio internazionale.

Tuttavia la Commissione propone che tale provvedimento non abbia effetto immediato, ma che nella riunione della CITES di Doha si stabilisca che esso sia deciso dal Comitato permanente della CITES entro un termine di 12 mesi. Il Comitato permanente dovrà basare la propria decisione sulle più recenti evidenze scientifiche disponibili riguardanti lo stato dello stock e valutare la pertinenza delle misure che l'ICCAT potrà eventualmente adottare nella riunione di novembre 2010.

Se il divieto entrerà in vigore, la Commissione v igilerà affinché le imprese della pesca artigianale siano autorizzate ad approvvigionare il mercato UE con le catture provenienti dalle acque interne degli Stati membri.

Per ulteriori informazioni: http://ec.europa.eu/environment/cites/home_en.htm


Side Bar

Mon compte

Gérez vos recherches et notifications par email


Aidez-nous à améliorer ce site