Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/1729

Bruxelles, 16 dicembre 2010

L'UE pone la lotta contro la povertà al centro degli obiettivi per la crescita e l'occupazione

Più di 80 milioni di persone nell'UE si trovano ancora a rischio di povertà e un quarto di queste persone è costituito da bambini. La crisi economica ha esacerbato la situazione esponendo maggiormente i gruppi vulnerabili. Nel momento in cui il 2010, Anno europeo della lotta alla povertà e all'esclusione sociale, volge al termine, l'UE deve intensificare gli sforzi nel decennio a venire per risolvere questa problematica fondamentale. Portare i gruppi vulnerabili al centro delle nostre società e dei mercati del lavoro è essenziale per una crescita sostenibile e inclusiva. La riduzione della povertà è un volano di questa crescita futura. Su iniziativa della Commissione europea i leader dell'UE hanno già fissato, per la prima volta in assoluto, un obiettivo numerico concreto di riduzione della povertà e dell'esclusione sociale con il fine di far scendere entro il 2020 di 20 milioni il numero di coloro che sono esposti alla povertà. La comunicazione odierna "La piattaforma europea contro la povertà e l'esclusione sociale" indica agli Stati membri la via per fare un passo avanti nella lotta contro l'esclusione sociale. Spetta ora ai singoli paesi fissare i loro propri ambiziosi obiettivi nazionali e rendicontare annualmente i progressi realizzati. La Commissione sosterrà questi sforzi mobilitando – fra le altre cose – le politiche in tema di protezione sociale, occupazione e istruzione nonché le fonti di finanziamento UE. Essa promuoverà inoltre nuovi partenariati e nuove modalità di lotta contro la povertà mediante iniziative di innovazione sociale finalizzare a testare nuove idee strategiche.

Rivolgendosi ai giornalisti al momento dell'inaugurazione della nuova iniziativa faro contro la povertà, László Andor, Commissario UE responsabile per l'occupazione, gli affari sociali e l'inclusione, ha affermato "La lotta contro la povertà e l'esclusione sociale è una necessità economica. Il fatto che ci siano ancora milioni di persone che vivono ai margini della società significa che stiamo sprecando una parte cospicua delle nostre risorse umane. I bambini, i giovani, i migranti, gli anziani e gli altri gruppi vulnerabili meritano un'attenzione particolare." Il Commissario ha aggiunto "Esprimo la mia fiducia che l'iniziativa faro rappresentata dalla piattaforma contribuirà a raggiungere l'obiettivo UE fungendo da trampolino per soluzioni innovative ed efficaci sul piano dei costi finalizzate alla lotta contro la povertà e l'esclusione sociale".

In quanto una delle sette iniziative faro della strategia Europa 2020 dell'UE la comunicazione relativa alla piattaforma europea contro la povertà e l'esclusione sociale definisce le azioni utili per incoraggiare gli interventi a tutti i livelli al fine di raggiungere l'obiettivo UE di riduzione della povertà. Tale iniziativa è complementare e fortemente correlata alle altre iniziative faro finalizzate all'aumento dell'occupazione e al miglioramento dell'istruzione e delle abilità.

La comunicazione di oggi esamina sia le sfide che l'Europa si trova attualmente ad affrontare nella lotta contro la povertà e l'esclusione sociale, sia la natura mutevole della povertà. La comunicazione invoca anche la necessità complessiva di realizzare interventi antipovertà lungo l'intero spettro delle politiche, come ad esempio: prevenire la trasmissione della povertà da una generazione all'altra ed affrontare la povertà infantile; utilizzare l'occupazione quale strumento per uscire dalla povertà mediante strategie attive di inclusione; e intensificare gli sforzi per integrare socialmente ed economicamente i gruppi minoritari come ad esempio i Rom.

Gli Stati membri devono assumersi un ruolo guida nella lotta contro l'esclusione sociale e la povertà. Essi illustreranno le loro iniziative nell'ambito delle relazioni nazionali sulla strategia Europa 2020 in quanto contributo per la crescita e l'occupazione. La Commissione valuterà tali interventi e identificherà le buone pratiche.

Tra gli interventi principali contemplati nella piattaforma vi sono:

  • Promozione dell'innovazione nella politica sociale. Incoraggiare l'innovazione per trovare soluzioni intelligenti nell'Europa post-crisi, soprattutto in termini di sostegno sociale più efficacie ed efficiente. Ciò significa promuovere l'innovazione nel campo della politica sociale a partire da dati esperienziali, facendo ricorso a metodi convalidati per vagliare e analizzare il cambiamento politico, ad esempio per accertare l'efficacia dei diversi modi di distribuire o gestire le attuali prestazioni assistenziali tra gruppi specifici.

  • A livello di UE. Fare il miglior uso possibile di tutti i fondi UE, in particolare del Fondo sociale europeo, a sostegno degli obiettivi di inclusione sociale e proporre di dare priorità alle iniziative di politica sociale in vista dei futuri finanziamenti UE. Il nuovo strumento di microfinanziamento sarà operativo all'inizio del 2011 e ha vocazione ad aiutare i gruppi vulnerabili ad accedere a prestiti per costituire una propria azienda.

  • Rendere i servizi di protezione sociale più efficienti e maggiormente rispondenti ai nuovi bisogni sociali. La Commissione pubblicherà nel 2011 un Libro bianco per affrontare la tematica della sicurezza, adeguatezza e sostenibilità delle pensioni. Sono previsti inoltre interventi correlati alla qualità dei servizi sociali, alle disparità sul piano sanitario e all'esclusione dalle strutture abitative ed inoltre il 2012 sarà l'anno europeo dell'invecchiamento attivo.

  • Coinvolgere una gamma molto più ampia di partner nella lotta contro l'esclusione. La Commissione definirà orientamenti volontari per il coinvolgimento degli attori competenti nella definizione, configurazione e realizzazione di interventi per la riduzione della povertà da adottarsi a livello nazionale, regionale e locale.

Per ulteriori informazioni

Comunicazione sulla piattaforma europea contro la povertà e l'esclusione sociale:

http://ec.europa.eu/social/BlobServlet?docId=6393&langId=en

Piattaforma europea contro la povertà e l'esclusione sociale: sommario per i cittadini:

http://ec.europa.eu/social/BlobServlet?docId=6394&langId=en

Indagine Eurobarometro "Povertà ed esclusione

sociale"http://ec.europa.eu/public_opinion/archives/eb_special_359_340_en.htm#355

Cfr. anche: MEMO/10/687


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website