Navigation path

Left navigation

Additional tools

IP/10/1654

Bruxelles, 3 dicembre 2010

Un nuovo sito web per individuare veicoli più ecocompatibili ed efficienti

Domani la Commissione europea aprirà un sito web di facile utilizzo per aiutare le autorità pubbliche e tutti coloro che si preoccupano dell’ambiente a scegliere i veicoli meno inquinanti e più efficienti sul piano del consumo energetico, disponibili sul mercato. Il portale dei veicoli puliti (Clean Vehicle Portal) è consultabile all’indirizzo http://www.cleanvehicle.eu quale utile strumento, visto che una nuova direttiva sulla promozione di veicoli puliti e a basso consumo1 impone, a partire da questo mese, l’obbligo di tenere conto del consumo energetico, delle emissioni di CO2 e di alcune sostanze inquinanti al momento dell’acquisto di veicoli adibiti al trasporto pubblico. Il portale fornisce informazioni sulla legislazione in materia di veicoli puliti e a basso consumo energetico a livello dell’UE e negli Stati membri e permette di accedere a dati di natura tecnica del database sui veicoli più consistente a livello europeo, oltre che essere d’aiuto alle pubbliche amministrazioni per gli appalti congiunti.

Il vicepresidente della Commissione Siim Kallas, responsabile dei trasporti, ha dichiarato: “Sia la direttiva che il portale daranno un impulso alle tecnologie pulite e a basso consumo energetico mostrando il costo reale dell’uso dei veicoli. Non basta considerare il costo iniziale dell’acquisto; occorre tenere conto anche del consumo energetico nell’arco dell’intera vita del prodotto, oltre che delle emissioni inquinanti. Se vogliamo essere coerenti con il nostro approccio di voler contabilizzare tutti i costi nel prezzo finale, è giusto optare per la soluzione più ecologica. Questo portale sarà estremamente utile per identificare i veicoli meno inquinanti e più efficienti”.

La direttiva impone alle amministrazioni pubbliche di sfruttare il loro potere d’acquisto per promuovere l’uso di veicoli puliti e a basso consumo energetico. Rappresenta quindi un’importante tappa verso il raggiungimento degli obiettivi UE 2020 in materia di efficienza energetica, emissioni di CO2 ed energie rinnovabili e si prefigge di stimolare la domanda di veicoli puliti ed efficienti sul piano energetico favorendo così lo sviluppo e gli investimenti da parte dell’industria. L’aumento delle vendite dovrebbe contribuire alla riduzione dei costi grazie ad economie di scala che porteranno a loro volta ad un incremento progressivo del rendimento energetico e ambientale dell’intera flotta di veicoli disponibili sul mercato.

Il costo del consumo energetico e l’impatto ambientale dei veicoli sono aspetti importanti per gli utenti pubblici e privati; il nuovo portale dei veicoli puliti riguarda pertanto sia autovetture ad uso privato, che i veicoli leggeri e pesanti, oltre che gli autobus. Le informazioni contenute spaziano dalle varie tecnologie, al consumo energetico e alle emissioni dei veicoli commercializzati in Europa.

Vengono anche descritte le regole vigenti in materia di appalti e i regimi di incentivi a favore dei veicoli puliti e a basso consumo energetico in vigore nei diversi Stati membri, offrendo così un valido aiuto per gli appalti pubblici.

Lo sviluppo del portale dei veicoli puliti è stato gestito dall’Agenzia esecutiva per la competitività e l’innovazione (EACI).

Per ulteriori informazioni, consultare:

la direttiva sui veicoli puliti:

http://ec.europa.eu/transport/urban/vehicles/directive/directive_it.htm

il portale dei veicoli puliti:

http://www.cleanvehicle.eu

l’Agenzia esecutiva per la competitività e l’innovazione (EACI):

http://ec.europa.eu/eaci/

Cfr. anche il MEMO/10/645

1 :

Direttiva 2009/33/CE del 23 aprile 2009, GU L120 del 15.5.2009, pag 5-12.


Side Bar

My account

Manage your searches and email notifications


Help us improve our website